In Calabria c’è un enclave d’Islanda: Santa Severina, un borgo, dove gli adolescenti sono stati folgorati sulla via del proibizionismo: pochi vizi e tutti presto a casa la sera, complici le ronde attivate dai genitori. E’ davvero così? Siamo andati a sentire Roberta Caputo, coordinatrice del coinvolgimento della comunità in un programma educativo ideato in Islanda. A cura di Massimo Sollazzini, per la prima volta su Radio Bullets