1 gennaio 2020 – Notiziario

Scritto da in data Gennaio 1, 2020

  • Iraq: assalto delle milizie all’ambasciata americana mentre i giovani delle proteste chiedono riforme politiche (in copertina).
  • Nel 2019 Israele ha arrestato oltre 5500 palestinesi tra cui, 889 minori.
  • Giordania chiede a Netflix di non rendere disponibile la serie su Gesù gay.
  • Colombia: 2019 l’anno più letale per le Farc
  • Australia: furia incendi, 4000 persone in fuga verso la spiaggia.

Questo e molto altro nel webnotiziario di Radio Bullets, oggi a cura di Barbara Schiavulli in collegamento da Baghdad. Musiche di Walter Sguazzin

Iraq

Ieri una folla di miliziani sciiti e filo iraniani hanno attaccato l’ambasciata americana riuscendo a penetrare la cittadella fortificata della Zona Verde e vandalizzando con scritte e fuochi la sede diplomatica. Furioso Trump, che chiede al governo iracheno di proteggere gli americani e nel caso di dice pronto ad intervenire.
L’attacco è la risposta ad un bombardamento americano a cinque postazioni lungo il confine siriano iracheno di una milizia irachena filo iranianiana, accusata di aver sabato ucciso con il lancio di razzi, un contractor americano in una base irachena. Il presidente Trump con la sua campagna di massima pressione, ha deciso di incolpare l’Iran di ogni cosa che succede nella regione, minacciando ieri di far loro pagare un prezzo molto altro.   Intanto i giovani rivoluzionari che chiedono a gran voce un cambiamento politico, continuano a presidiare una strada e tre ponti della capitale consci che 500 morti degli ultimi due mesi non possono essere dimenticata.
Il segretario alla Difesa Mark Esper ha affermato che altri 750 paracadutisti saranno schierati immediatamente in Kuwait e  Altri 4.000 paracadutisti sono stati chiamati a prepararsi per lo spiegamento nei prossimi giorni. Nonostante il presidente Trump abbia dichiarato di voler rendere l’Iran pienamente responsabile di tutto ciò che accade , ha anche detto che si aspetta che l’Iraq protegga l’ambasciata americana .  Inoltre, il segretario di Stato Mike Pompeo ha parlato con il Primo Ministro iracheno Adil Abdul-Mahdi, che in realtà si è dimesso settimane fa dopo che un consolato iraniano  è stato bruciato a terra. All’epoca gli Stati Uniti incoraggiavano i manifestanti.

Palestina

Rapporto di fine anno: gli israeliano hanno arrestato arresta oltre 5.500 palestinesi nel
 2019 -Il seguente rapporto è stato pubblicato il 30 dicembre 2019dalle istituzioni e associazioni dei prigionieri palestinesi lo troverete sul nostro sito Nel 2019, le forze israeliane hanno arrestato oltre 5.500 palestinesi dai territori palestinesi; tra loro 889 minorie almeno 128 donne.

Colombia

L’anno scorso è stato il più mortale per gli ex combattenti delle FARC in Colombia da quando l’ex movimento di guerriglia ha firmato un accordo di pace con il governo nel 2016, secondo quanto riferito dalle Nazioni Unite ieri. La missione di verifica delle Nazioni Unite in Colombia, responsabile del monitoraggio dell’accordo che ha posto fine a oltre 50 anni di conflitto, ha espresso preoccupazione per il numero crescente di decessi. 77 ex guerriglieri sono stati assassinati negli ultimi 12 mesi. Nel rapporto di fine anno della missione, il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha chiesto “misure più efficaci per proteggere la vita degli ex combattenti, in particolare considerando che il 2019 è stato l’anno più violento per gli ex membri delle FARC dalla firma della pace accordo. Guterres presenterà il rapporto al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Leggi o ascolta anche:

Attaccata l’ambasciata americana a Baghdad

E se credete in un giornalismo indipendente, serio e che racconta dai posti, potete sostenerci andando su Sostienici


Continua a leggere

[There are no radio stations in the database]