1 settembre 2023 – Notiziario Mondo

Scritto da in data Settembre 1, 2023

Ascolta il podcast

  • Repubblica Democratica del Congo: La repressione contro la manifestazione anti-ONU provoca decine di morti
  • Guerra in Ucraina: Russia e Iran invitati di nuovo al banchetto del Premio Nobel
  • Unione Europea: La Grecia vuole che la spesa per la difesa sia esclusa dal calcolo del deficit
  • Regno Unito: I legislatori britannici vogliono espandere il patto anti-Cina

Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets, a cura di Ambra Visentin

Repubblica Democratica del Congo

Almeno 48 persone sono state uccise nella repressione di una protesta anti-ONU nella parte orientale della Repubblica Democratica del Congo [RDC].
Mercoledì, i soldati della RDC hanno impedito ad una setta religiosa di tenere una manifestazione contro le forze di pace delle Nazioni Unite nella città orientale di Goma. Secondo fonti locali, una decina di persone sarebbero state uccise dopo che le truppe erano entrate in una stazione radio e in un luogo di culto.
Nel corso delle violenze è stato linciato anche un poliziotto.
Ma un documento interno dell’esercito consultato ieri dall’AFP e verificato da funzionari della sicurezza, ha dato un bilancio di 48 persone uccise nell’incidente – oltre al poliziotto ucciso – e 75 ferite. Il documento afferma inoltre che i soldati hanno sequestrato diverse armi e arrestato 168 persone, tra cui il leader della setta cristiano-animista denominata “Fede naturale giudaica e messianica verso le nazioni”.
In un comunicato di giovedì sera, il governo ha affermato di sostenere “l’indagine aperta dal revisore dei conti militare… affinché i responsabili possano essere assicurati alla giustizia”. “Le forze di sicurezza congolesi hanno sparato e ucciso dozzine di manifestanti e ne hanno feriti decine di altri”, ha affermato Human Rights Watch in una nota. Le forze della RDC “sembrano aver sparato sulla folla per impedire una manifestazione, un modo estremamente insensibile e illegale per imporre un divieto”, ha detto Thomas Fessy, ricercatore senior sul Congo presso Human Rights Watch. L’organizzazione ha affermato che “gli alti funzionari militari che hanno ordinato l’uso illegale della forza letale dovrebbero essere sospesi, indagati e ritenuti responsabili in processi equi e pubblici”.

Guerra in Ucraina

Russia e Bielorussia sono state invitate di nuovo al banchetto del Premio Nobel a Stoccolma dopo essere state escluse l’anno scorso a causa della guerra in Ucraina, afferma la Fondazione Nobel. La fondazione ha affermato di voler includere anche coloro che non condividono i valori del Premio Nobel.
Un deputato svedese ha definito gli inviti di quest’anno “estremamente inappropriati”. Anche il leader del partito anti-immigrazione Democratici Svedesi, Jimmie Akesson, è stato invitato per la prima volta quest’anno ma ha detto di essere troppo occupato per partecipare. Cinque delle sei cerimonie del Premio Nobel si svolgono ogni anno a Stoccolma, mentre il Premio Nobel per la pace viene assegnato a Oslo.

L’anno scorso, la Fondazione Nobel aveva affermato che gli ambasciatori di Russia e Bielorussia non sarebbero stati invitati “a causa dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia”. Anche l’Iran non era stato invitato nel 2022. Teheran è da tempo oggetto di critiche per la sua situazione in materia di diritti umani. L’ONU ha affermato che il governo locale potrebbe aver commesso crimini contro l’umanità nella repressione delle proteste dello scorso anno.

Vidar Helgesen, direttore esecutivo della Fondazione Nobel, ha spiegato la decisione di invitare nuovamente i paesi: “È chiaro che il mondo è sempre più diviso in sfere, dove il dialogo tra coloro che hanno punti di vista diversi si riduce. “Per contrastare questa tendenza, stiamo ora ampliando i nostri inviti a celebrare e comprendere il Premio Nobel e l’importanza della scienza libera, della cultura libera e delle società libere e pacifiche”.

L’eurodeputata liberale svedese Karin Karlsbro ha accusato la Fondazione di creare un “precedente pericoloso” “dando il via libera all’invito della Russia a una festa glamour mentre i missili cadono sui centri culturali ucraini e uccidono i bambini”.Parlando alla radio pubblica svedese, ha definito Russia, Bielorussia e Iran “stati canaglia” che “opprimono i loro cittadini, fanno guerra e terrorizzano contro il proprio popolo e i paesi vicini”.

Unione Europea

Durante una cena di lavoro ad Atene con la premier Giorgia Meloni, il primo ministro della Grecia Kyriakos Mitsotakis ha affermato che la spesa per la difesa dovrebbe essere esclusa dal calcolo del deficit dell’UE per i suoi Stati membri. Nel corso dell’incontro i due premier hanno discusso anche dell’ampliamento delle relazioni bilaterali, soprattutto nel campo dell’economia, con un accento particolare sulla cooperazione nel campo energetico.

Riguardo agli interessi reciproci e alle sfide comuni, Mitsotakis e Meloni hanno affermato che una politica migratoria europea integrata richiede la sorveglianza delle frontiere così come la necessità di reprimere le reti di trafficanti e impedire le partenze da paesi terzi, hanno aggiunto. Hanno inoltre concordato la convocazione del Consiglio supremo di cooperazione Grecia-Italia nella prima metà del 2024 in Italia.

Regno Unito

Il Giappone e la Corea del Sud dovrebbero essere invitati ad aderire al patto di sicurezza AUKUS, ha raccomandato una commissione parlamentare britannica. Una mossa del genere probabilmente farebbe arrabbiare Pechino, dove i funzionari hanno condannato il gruppo come una “versione Asia-Pacifico della NATO”. In base al trattato AUKUS, gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno concordato nel 2021 di aiutare l’Australia ad acquisire sottomarini a propulsione nucleare e a sviluppare congiuntamente varie tecnologie militari, tra cui l’intelligenza artificiale, i droni sottomarini e i missili ipersonici. In un rapporto pubblicato mercoledì, la commissione per gli affari esteri della Camera dei comuni britannica ha proposto che il Giappone e la Corea del Sud entrino nell’alleanza per lavorare sulle tecnologie militari, ma non sul progetto dei sottomarini.

In tutto il rapporto di 85 pagine, il comitato impone una linea più dura nei confronti della Cina rispetto a quella adottata dal governo britannico negli ultimi anni. Il comitato raccomanda che la Cina venga etichettata come una “minaccia”, anziché come un “concorrente”, e invita il governo a “sfidare in modo proattivo” la sovranità di Pechino su Taiwan, il suo ruolo chiave nell’industria dei semiconduttori e le sue presunte violazioni dei diritti umani a Hong Kong. Kong, Tibet e Xinjiang.
La Cina ha ripetutamente negato le accuse occidentali di violazione dei diritti umani e ha condannato sia AUKUS che la partnership “Quad” tra Stati Uniti, India, Australia e Giappone come un ritorno alla “ mentalità della Guerra Fredda”.

Il rapporto è stato pubblicato quando il ministro degli Esteri britannico James Cleverly è arrivato a Pechino per colloqui con il ministro degli Affari esteri cinese Wang Yi e il vicepresidente Han Zhen. Secondo una dichiarazione del Foreign Office del Regno Unito, Cleverly ha esercitato pressioni sui suoi omologhi cinesi su presunte violazioni dei diritti umani e “attività informatica maligna”. Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin ha detto mercoledì ai giornalisti che “gli affari relativi a Hong Kong, Xinjiang e Tibet sono affari interni della Cina, dove altri paesi non hanno il diritto di interferire”.

E restiamo nel Regno Unito, più precisamente a Londra dove i membri del sindacato nazionale dei lavoratori ferroviari, marittimi e dei trasporti (RMT) hanno tenuto una manifestazione di fronte al numero 10 di Downing Street per protestare contro la proposta di un gruppo che rappresenta le compagnie ferroviarie di chiudere fino a 1.000 biglietterie delle stazioni ferroviarie.

Il segretario generale della RMT Mick Lynch ha definito la battaglia contro la proposta del Rail Delivery Group, attualmente in consultazione, come una “lotta per la vitalità delle nostre comunità locali”. “Le persone su e giù per questo paese sono stufe e stanche che le loro comunità vengano svuotate. I nostri uffici postali vengono chiusi, i nostri pub vengono chiusi. Le nostre banche si ritirano da High Street. Ovunque andiamo, tutti i beni della comunità vengono svuotati in nome del profitto, in nome della modernizzazione”, ha detto. I sindacati ferroviari e le organizzazioni di difesa dei passeggeri hanno espresso preoccupazione per la proposta di chiusura delle biglietterie nelle stazioni ferroviarie, sottolineando il potenziale impatto sui passeggeri disabili e anziani.

Francia

Emmanuel Macron ha colpito gli inglesi che possiedono seconde case in Francia con un aumento fino al 60% delle tasse comunali, secondo i rapporti.
I proprietari britannici di immobili nei paesi dell’Unione Europea sono già stati colpiti dalle restrizioni post-Brexit sulla durata del loro soggiorno senza visto.
Ma l’ultima mossa del governo francese è stata descritta come un “doppio smacco” da parte delle persone colpite, con i tassi più alti definiti “irritanti” da alcune delle 86.000 famiglie britanniche che possiedono seconde case nel paese.

Secondo il Times , i pensionati – che una volta trascorrevano diversi mesi dell’anno in case vacanza francesi – sono particolarmente irritati dalle restrizioni sulla residenza dell’UE, secondo le quali gli inglesi possono rimanere solo per 90 giorni su un periodo di 180 giorni.
Prima del cambiamento, l’imposta di soggiorno veniva pagata da tutti i proprietari di casa francesi, e l’anno scorso era in media di 772 euro (660 sterline) per una casa e di 941 euro (800 sterline) per un appartamento. Ma con la riforma di Macron, ora saranno imposti solo a coloro che possiedono due case nel tentativo di dissuadere le persone dall’utilizzare immobili come seconde case in aree dove i locali faticano ad affittare e comprare.

Iraq

Un tribunale iracheno ha condannato ieri all’ergastolo un iraniano e quattro iracheni per aver ucciso un cittadino americano a Baghdad l’anno scorso, hanno detto funzionari.
Il ministero degli Interni iracheno ha annunciato in un comunicato le condanne e le sentenze dei sospetti, affermando che altri quattro, accusati di essere coinvolti nell’omicidio di Stephen Edward Troell di novembre, sono stati perseguiti con l’obiettivo di consegnarli alla giustizia.
Troell, un 45enne originario del Tennessee che lavorava per la scuola di lingue Global English Institute di Baghdad, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco nella capitale irachena durante un tentativo di rapimento apparentemente fallito.

Mongolia

Papa Francesco è arrivato in Mongolia, un Paese a maggioranza buddista con appena 1.450 cattolici che il Vaticano spera possa fungere da facilitatore per migliorare i difficili rapporti con la Cina. Il pontefice, 86 anni, è arrivato all’aeroporto di Ulan Bator su un aereo noleggiato della ITA Airways, portando con sé anche il suo entourage e i giornalisti. Il primo appuntamento nella capitale per Francesco è fissato per domani, quando si rivolgerà ai vertici del governo e al corpo diplomatico.

“Si tratta di un chiaro sforzo della Santa Sede di prendersi cura dell’Asia centrale e di non abbandonarla alla Russia o alla Cina”, ha detto all’agenzia di stampa AFP Michel Chambon, studioso del cattolicesimo in Asia. Il viaggio sarà una prova di resistenza per il papa, che continua a viaggiare molto nonostante sia stato operato di ernia a giugno e il dolore al ginocchio, che lo ha costretto a usare una sedia a rotelle. Un tempo parte dell’impero di Gengis Khan, la Mongolia dipende dalla Russia per le importazioni di energia e dalla Cina per l’esportazione delle sue materie prime, in primis il carbone. Ma pur mantenendo una linea neutrale con i suoi potenti vicini, si è impegnata in una politica di “terzo vicino”, rafforzando le relazioni con altre nazioni, tra cui Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud, per equilibrare.

Singapore

I singaporiani hanno iniziato a recarsi alle urne per decidere una corsa presidenziale a tre che vede favorito l’ ex ministro Tharman Shanmugaratnam, anche se si prevede che alcuni residenti useranno il loro voto per mostrare insoddisfazione nei confronti del Partito d’Azione Popolare (PAP) al potere.

I sondaggi d’opinione sono stati vietati durante i nove giorni della campagna elettorale, ma gli analisti ritengono che l’ampia base del PAP tra i 2,7 milioni di elettori aventi diritto sosterrà Tharman, uno dei leader del partito più popolari degli ultimi decenni. Ng Kok Song, ex capo degli investimenti dell’investitore statale GIC, è considerato il secondo candidato più gradito agli elettori repubblicani di fascia media. Tan Kin Lian , ex amministratore delegato della compagnia assicurativa statale NTUC, ha ottenuto l’appoggio di una manciata di politici dell’opposizione ed è stato descritto come la scelta preferita degli elettori che sperano di utilizzare le elezioni per mostrare la loro disaffezione nei confronti del PAP.

Cina

Il presidente cinese Xi Jinping non dovrebbe partecipare al vertice del G20 del 9-10 settembre a Nuova Delhi, in India e invierà al suo posto il premier Li Qiang, ha detto ieri un alto funzionario dell’UE.Xi e il primo ministro indiano Narendra Modi hanno avuto colloqui faccia a faccia al vertice del gruppo BRICS in Sud Africa la scorsa settimana, ma le tensioni rimangono alte tra i giganti asiatici. Martedì, l’India ha rivolto alla Cina una “forte protesta” dopo che una mappa ufficiale pubblicata da Pechino sembrava rivendicare un ampio tratto di terra nell’Himalaya su cui Delhi rivendica la sovranità. I funzionari europei sperano che il vertice del G20 a Nuova Delhi sia un’opportunità per esercitare pressioni su potenze come India e Cina affinché accettino critiche più forti nei confronti della Russia, membro dei BRICS, sulla scia dell’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca.

Stati Uniti

Il Pentagono ha dichiarato ieri di aver lanciato un nuovo sito web che fornirà informazioni ufficiali declassificate sugli UFO, che il governo definisce fenomeni anomali non identificati (UAP). Durante una conferenza stampa, il portavoce Pat Ryder ha detto che il Dipartimento della Difesa sta rilasciando il sito web – www.aaro.mil per fornire al pubblico informazioni riguardanti i suoi sforzi per comprendere e risolvere gli UAP. “Questo sito fornirà informazioni, inclusi video e foto, sui casi UAP risolti man mano che verranno declassificati e approvati per il rilascio pubblico”, ha detto Ryder ai giornalisti. “Gli altri contenuti del sito web includono report sulle tendenze e una sezione con le domande più frequenti, nonché collegamenti a rapporti ufficiali, trascrizioni, comunicati stampa e altre risorse che il pubblico potrebbe trovare utili”, ha aggiunto.
A luglio, un ex funzionario dell’intelligence dell’aeronautica militare, David Grusch, ha affermato che il governo degli Stati Uniti è in possesso di UAP e la settimana scorsa un gruppo di legislatori ha chiesto alla comunità dell’intelligence di fornire informazioni riguardanti presunti programmi segreti coinvolti nel recupero degli UFO precipitati e nel coinvolgimento in reverse engineering tecnologico.

Ti potrebbe interessare anche:

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su sostienici

 

 


Continua a leggere

[There are no radio stations in the database]