18 luglio 2022 – Notiziario

Scritto da in data Luglio 18, 2022

Ascolta il podcast

  • Afghanistan: si rinnova l’appello per la riapertura delle scuole alle ragazze.
  • Sri Lanka: Dichiarato lo stato di emergenza per contenere le proteste.
  • Biden smentisce il ministro degli Esteri Saudita sull’omicidio Khashoggi.
  • Emirati Arabi Uniti: arrestato l’ex avvocato di Khashoggi per riciclaggio di denaro.
  • Iraq: 6000 pozzi da perforare per ridurre l’impatto della siccità

Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets, a cura di Barbara Schiavulli

Afghanistan

Il ministro dell’Interno dell’Afghanistan Sirajuddin Haqqani ha invitato la comunità globale a riconoscere il governo ad interim dei talebani. Rivolgendosi a un raduno a Khost, ha affermato che l’Emirato islamico è pronto a stabilire relazioni economiche e diplomatiche con il mondo. Ha detto che se non ci riconosceranno, gli afgani, che avevano combattuto 20 anni di guerra, dovranno combattere contro la terribile situazione economica.

Sabato, afgane provenienti da varie parti del paese hanno rinnovato il loro appello per la riapertura immediata delle scuole secondarie femminili, che sono chiuse da 302 giorni. Hanno affermato che la chiusura delle scuole femminili porterà il Paese verso un “futuro oscuro”. “L’Islam garantisce il diritto all’istruzione e al lavoro per le donne come gli uomini”, ha affermato Umm-ul-Banin, residente a Kabul. “Chiediamo all’Emirato islamico di non politicizzare la questione delle scuole. Le donne sono metà della società. Una generazione diventerà analfabeta se le scuole rimarranno chiuse”, ha affermato Rubaba, residente a Kabul. Le studentesse hanno espresso le loro preoccupazioni per la continua chiusura delle scuole e hanno affermato di essere davvero preoccupate per il loro futuro. “Chiediamo al governo di fornirci i diritti che Allah Onnipotente ci ha dato. L’istruzione ci aiuterà a migliorare”, ha detto una studentessa a TOLOnews. Il Ministero dell’Istruzione non ha commentato la questione nonostante i ripetuti tentativi. In precedenza, il ministero dell’Istruzione aveva affermato di aver formato un comitato di nove membri per la riapertura delle scuole femminili, ma finora il comitato non ha segnalato alcun progresso in tal senso.

Arabia Saudita

Joe Biden ha accusato il ministro degli Esteri saudita di aver mentito dopo che ha detto che il presidente degli Stati Uniti non ha detto al principe ereditario di averlo ritenuto responsabile dell’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi. Una visita già controversa ha rischiato di trasformarsi in un battibecco diplomatico quando  Biden, al suo ritorno negli Stati Uniti, ha contraddetto nettamente una descrizione dell’incontro fornita da Adel Al-Jubeir, il ministro saudita per gli affari esteri. Se Biden avesse affrontato il principe ereditario Mohammed Bin Salman, spesso indicato come MBS, sull’omicidio del dissidente e giornalista del Washington Post, è stato oggetto di controversia quando è stato annunciato il primo tour del presidente in Medio Oriente. È stato largamente accusato di anteporre il petrolio al sangue, soprattutto perché aveva promesso di trasformare l’Arabia Saudita in uno stato “paria” durante la sua campagna presidenziale a causa dell’omicidio. La CIA ha detto che il giovane principe ereditario riformista era il mandante. Il presidente degli Stati Uniti ha aggiunto di aver “indicato” a Mohammed Bin Salman di ritenersi responsabile dell’omicidio e di aver diretto il complotto. Al-Jubeir ha fornito un resoconto diverso dell’incontro quando ha parlato a Fox News sabato, dicendo che “non ha sentito quella frase in particolare”, dal  Biden che ha incolpato Bin Salman per l’omicidio. Secondo Al-Jubeir, il principe ereditario ha detto a Biden che il regno stava lavorando per fermare il ripetersi di errori, come l’omicidio di Khashoggi, ma che anche gli Stati Uniti avevano commesso degli errori come l’inerzia degli Stati Uniti sull’uccisione di Shireen Abu Akleh im Palestina e sulla tortura di lunga data nella prigione di Abu Ghraib. Alla domanda dei giornalisti se Al-Jubeir stesse dicendo la verità, il presidente biden ha , detto: “No”.

Emirati Arabi Uniti

Agenti di sicurezza degli Emirati Arabi Uniti hanno arrestato il cittadino statunitense e l’avvocato per i diritti civili Asim Ghafoor, che in precedenza è stato avvocato per il giornalista ucciso Jamal Khashoggi , ha affermato che il gruppo per i diritti umani Democracy for the Arab World Now (Dawn) con sede negli Stati Uniti, di cui Ghafoor è membro. Dawn in una dichiarazione ha detto che Ghafoor, che siede nel consiglio di amministrazione del gruppo, è stato arrestato giovedì all’aeroporto di Dubai in viaggio verso Istanbul per partecipare a un matrimonio di famiglia. Il gruppo per i diritti umani ha affermato che l’avvocato con sede in Virginia è trattenuto “per quella che sembra essere una convinzione politicamente motivata in contumacia”, processato e multato per riciclaggio di denaro. “Detenere Ghafoor sulla base di una condanna in contumacia senza fornirgli alcuna informazione, avviso o opportunità contro cui difendersi è una palese violazione dei suoi diritti a un giusto processo”, ha affermato Sarah Leah Whitson, direttrice esecutiva di Dawn. “Qualsiasi pretesto legale inventato dagli Emirati Arabi Uniti per arrestare Ghafoor, sa di vendetta politicamente motivata per la sua associazione con Khashoggi e DAWN”.

Iraq

L’ Iraq  perforerà 6.000 pozzi per far fronte alla siccità nel paese,  ha riferito il servizio di lingua araba di The New Arab Al-Araby Al-Jadeed . I pozzi saranno perforati per ridurre gli impatti della siccità in varie regioni del paese, ha annunciato il ministero iracheno delle risorse idriche, che ha anche evidenziato le proprie preoccupazioni per l’impatto dei pozzi sulle acque sotterranee . La misura è la prima del suo genere poiché la siccità nelle province irachene è peggiorata dopo essere stata colpita dai cambiamenti climatici e dalle mosse di Iran e Turchia che hanno ridotto il flusso d’acqua dai fiumi Tigri ed Eufrate nel paese. “Più di 500 pozzi sono già stati scavati di recente in aree colpite da siccità”, ha detto al canale di notizie ufficiale Al-Iraqiya il direttore generale dell’Autorità generale per le acque sotterranee del Ministero delle risorse idriche, Bassem Khalaf Masoud .
“Le acque sotterranee devono essere trattate con cautela, l’acqua non deve essere utilizzata ingiustamente e non tutte le acque sotterranee possono essere utilizzate”, ha avvertito Masoud. Il ministero ha un meccanismo rigoroso per la concessione di autorizzazioni per perforare pozzi, tenendo conto della loro posizione, specifiche, profondità, distribuzioni e qualità dell’acqua. Hanno anche riempito dozzine di pozzi che hanno violato le sue istruzioni e sono stati scavati senza approvazione. L’Iraq è tra le nazioni più a rischio a causa del cambiamento climatico, con la Banca Mondiale che a novembre ha affermato che le risorse idriche del paese diminuiranno del 20% entro il 2050.

Israele e Palestina

Aerei da guerra israeliani hanno preso di mira due località della Striscia di Gaza sabato mattina dopo che due razzi sono stati lanciati contro Israele dall’enclave assediata.  Secondo l’agenzia di stampa palestinese Wafa, 10 missili hanno colpito una località vicino a una località turistica a Sheikh Ijjileen, a sud-ovest di Gaza City, e altri due missili sono stati lanciati a ovest del campo profughi di Nuseirat nella striscia centrale di Gaza. I bombardamenti hanno causato gravi danni alle strutture e alle case, ma non ci sono state notizie di vittime.

Sudan

La polizia sudanese ha usato i gas lacrimogeni a Khartoum per cercare di disperdere l’annunciata (e vietata) manifestazione di protesta per il ritorno alla democrazia e contro la giunta militare golpista guidata dal gen. Abdel Fattah al-Burhan.

Incendi in Europa

I vigili del fuoco continuano a lottare per contenere gli incendi che hanno colpito il sud-ovest dell’Europa mentre l’ondata di caldo non ha mostrato segni di diminuzione. Anche in Gran Bretagna all’inizio della settima prossima sono previsti nuovi record delle temperature. I roghi divampati in Francia, Grecia, Portogallo e Spagna hanno distrutto migliaia di ettari di terra, costretto decine di persone a lasciare le loro case e provocato diversi morti tra i soccorritori la scorsa settimana.

Ucraina e Russia

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy ha licenziato il capo dei servizi di sicurezza interna del Paese e il procuratore di stato, citando centinaia di casi di presunto tradimento e collaborazione con la Russia, mentre Mosca sembra destinata a intensificare le operazioni militari. Zelenskiy ha affermato che più di 60 funzionari del servizio di sicurezza della SBU e dell’ufficio del pubblico ministero stavano lavorando contro l’Ucraina nei territori occupati dalla Russia e che 651 casi di tradimento e collaborazione erano stati aperti contro le forze dell’ordine.

Se le forze di Kiev dovessero attaccare la Crimea, l’Ucraina subirebbe una risposta russa da “fine del mondo, immediata, che non potrebbe in alcun modo evitare”. Lo ha detto l’ex presidente russo Dmitry Medvedev, citato dall’agenzia Interfax. Medvedev, attuale vice capo del Consiglio di sicurezza nazionale, ha aggiunto che la Russia arriverà ai suoi obiettivi in Ucraina, e i tentativi di Kiev “di resistere non servono

Russia

La giornalista russa Marina Ovsiannikova, diventata famosa dopo essere apparsa in diretta televisiva con un cartello che criticava l’offensiva di Mosca in Ucraina, è stata arrestata in Russia. Nessuna dichiarazione ufficiale è stata rilasciata sui motivi del suo arresto, che arriva pochi giorni dopo che Ovsiannikova aveva manifestato da sola vicino al Cremlino, brandendo un cartello che criticava l’intervento militare in Ucraina e il presidente Putin.

Stati Uniti

È di 4 morti e 2 feriti il bilancio di un attacco con arma da fuoco avvenuto ieri sera in un centro commerciale di Greenwood, in Indiana. Tra le vittime, anche l’assalitore, che sarebbe stato colpito da un cittadino armato. Le autorità non hanno indicato alcun movente né identificato il tiratore. Il centro commerciale è stato evacuato. I controlli degli artificieri su un pacco sospetto trovato in uno dei bagni hanno dato esito negativo.

Domenica i legislatori del Texas hanno criticato la lenta risposta delle forze dell’ordine alla sparatoria a Uvalde , dove un uomo armato ha ucciso 19 bambini e due insegnanti, dicendo che un’azione più decisiva avrebbe potuto salvare vite umane. Un totale di 376agenti – guardie di frontiera, polizia di stato, polizia cittadina, dipartimenti dello sceriffo locale e forze d’élite – hanno risposto al massacro del 24 maggio alla Robb Elementary School, secondo quanto riferito in un rapporto preliminare da membri della Camera dei rappresentanti dello stato meridionale degli Stati Uniti. Ma, hanno accusato i legislatori, che la situazione era “caotica” a causa dell'”approccio apatico” degli agenti per sottomettere l’uomo armato. Settantatré minuti sono trascorsi tra l’arrivo dei primi agenti e la morte del tiratore, un “periodo di tempo inaccettabilmente lungo”.

Venezuela

Quando il semaforo diventa rosso in una trafficata strada di Caracas, il ballerino venezuelano Kenyer Mendez coglie l’occasione scivolando a capofitto tra le auto in attesa per sfoggiare le sue mosse di breakdance spericolate. I video di Mendez che esegue il cosiddetto “head slide” con un elmetto oliato per le strade della capitale venezuelana sono diventati virali e il ballerino 27enne che si guadagna da vivere ai semafori ora sogna in grande: spera di far parte anche della squadra nazionale di breakdance per le Olimpiadi come battere il Guinness World Record per lo scivolo della testa più lungo.

Pakistan

Il bilancio delle piogge monsoniche in Pakistan è salito a oltre 200 morti, dopo che altre 15 persone hanno perso la vita nelle ultime 24 ore. Secondo le ultime statistiche pubblicate in serata dalla National Disaster Management Authority almeno 203 persone sono morte e altre 186 (+16 nelle ultime 24 ore) sono rimaste ferite in incidenti legati alle piogge monsoniche nel paese da metà giugno. Durante questo periodo, 3.374 case sono state danneggiate mentre 1.504 animali rimasti uccisi. La provincia sudoccidentale del Belucistan è l’area più colpita

Sri Lanka

Il presidente ad interim dello Sri Lanka Ranil Wickremesinghe ha dichiarato lo stato di emergenza, mentre la sua amministrazione cerca di sedare i disordini sociali e affrontare una crisi economica che attanaglia la nazione insulare. Il deposto presidente dello Sri Lanka Gotabaya Rajapaksa, fuggito all’estero questa settimana per sfuggire a una rivolta popolare contro il suo governo, ha affermato di aver fatto “tutti i passi possibili” per scongiurare la crisi economica che ha travolto il paese. Le dimissioni di Gotabaya Rajapaksa sono state accettate dal parlamento venerdì. È volato alle Maldive e poi a Singapore dopo che centinaia di migliaia di manifestanti anti-governativi sono usciti per le strade di Colombo una settimana fa e hanno occupato la sua residenza ufficiale e gli uffici. Il parlamento dello Sri Lanka si è riunito sabato per avviare il processo di elezione del nuovo presidente ed è arrivato un carico di carburante per fornire un po’ di sollievo alla nazione colpita dalla crisi. Wickremesinghe, un alleato di Rajapaksa, è uno dei principali contendenti alla presidenza, ma i manifestanti vogliono anche che se ne vada, il che porta alla prospettiva di ulteriori disordini se dovesse essere eletto.

Thailandia

Almeno 30 cittadini thailandesi sono stati presi di mira dal software israeliano di hacking telefonico Pegasus tra ottobre 2020 e novembre 2021, secondo un rapporto forense dell’organizzazione canadese per i diritti digitali CitizenLab e delle ONG thailandesi iLaw e DigitalReach. Le vittime includono eminenti manifestanti pro-democrazia, i loro avvocati e sostenitori. L’hack è l’ultimo di una serie di usi documentati di Pegasus contro figure della società civile. Il gruppo NSO afferma di vendere la sua tecnologia solo a governi e forze dell’ordine, il che significa che il più probabile autore degli hack è il governo thailandese democraticamente eletto, ha affermato CitizenLab.
Alcune delle vittime sono state avvisate per la prima volta dei possibili hack dei loro dispositivi nel novembre 2021, quando Apple ha eseguito il ping dei loro telefoni, avvertendo che potrebbero essere state oggetto di attacchi sponsorizzati dallo stato. Nel rapporto, corroborato dall’iniziativa tecnologica di Amnesty International, Amnesty Tech, CitizenLab ha eseguito un’analisi forense dei dispositivi per confermare che gli hack fossero perpetrati utilizzando Pegasus, uno strumento sofisticato sviluppato dal produttore di armi informatiche NSO Group, una società israeliana che è stata inserita nella lista nera dal governo degli Stati Uniti l’anno scorso.

Cina

Inondazioni improvvise nel sud e nord ovest provocano la morte di 12 persone e migliaia di evacuati.

Ti potrebbe interessare anche:

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su sostienici


Continua a leggere

[There are no radio stations in the database]