21 marzo 2024 – Notiziario Mondo

Scritto da in data Marzo 21, 2024

Ascolta il podcast

  • Gaza: la risposta di Israele alla tregua è negativa.
  • Brasile: rivelati i mandanti dell’omicidio dell’attivista Marielle Franco.
  • Sudafrica: niente acqua a Johannesburg.
  • Vietnam: una politica in subbuglio.
  • Russia: due baristi lgbtq+ arrestati nel primo caso di “estremismo”.
  • Afghanistan: riaprono le scuole dopo la pausa invernale, niente ragazze per il terzo anno consecutivo.

Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets a cura di Barbara Schiavulli

Israele e Palestina

■ GAZA: Prosegue per il quarto giorno quella che l’esercito israeliano definisce “una operazione precisa” di antiterrorismo all’interno dell’ospedale Shifa di Gaza e degli edifici vicini.

Finora – ha reso noto il portavoce militare – “sono state uccise 90 persone, 300 sono stati interrogati nell’area dell’ospedale e altri 160 sono stati trasferiti in Israele per essere interrogati”.

Il capo di stato maggiore dell’esercito israeliano Herzi Halevi ha ammesso mercoledì che un’operazione condotta dalle sue forze nel complesso medico Al-Shifa a Gaza City mirava a “fare pressione” su Hamas durante i negoziati in corso in Qatar.

il ministro degli Esteri britannico David Cameron ha affermato che è vitale una tregua a Gaza per garantire il rilascio degli ostaggi israeliani, ma che prima devono essere soddisfatte le condizioni per un cessate il fuoco duraturo.

Il vice primo ministro Oliver Dowden ha difeso il diritto di Israele a proteggersi, ma ha chiesto un “cessate il fuoco immediato” a Gaza per motivi umanitari.

Più di 2.000 tonnellate di aiuti alimentari sono arrivati ​​a Gaza attraverso la Giordania e vengono distribuiti dal Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite alle famiglie bisognose, ha affermato il ministero degli Esteri britannico.

Il capo del Programma alimentare mondiale, Cindy McCain, ha affermato che “è rimasta una finestra molto piccola per prevenire una vera e propria carestia a Gaza”.

Il capo del comitato di emergenza incaricato della distribuzione degli aiuti è stato ucciso a Gaza City, ha riferito la Striscia.

Il CENTCOM ha affermato di aver condotto un lancio congiunto di aiuti nel nord di Gaza con la Royal Jordanian Air Force.

Un’agenzia umanitaria finanziata dall’Arabia Saudita si è impegnata ad aumentare i finanziamenti di Riyadh all’UNRWA di 40 milioni di dollari , si legge in una nota.

Il Ministero della Sanità di Gaza, controllato da Hamas, ha affermato che dall’inizio della guerra almeno 31.923 palestinesi sono stati uccisi e 74.096 feriti.

Gaza: un trauma collettivo

■ OSTAGGI/CESSATE-FUOCO: un alto funzionario di Hamas ha affermato che la risposta di Israele all’ultima proposta di cessate il fuoco del gruppo è stata negativa dopo che i mediatori l’hanno consegnata.

In Qatar si sono svolte trattative indirette e, secondo un rapporto di Axios , l’accordo sul tavolo comporterebbe un cessate il fuoco di sei settimane, anche se ci sono grossi punti critici.

“Martedì sera, i nostri fratelli, i mediatori, ci hanno informato della posizione dell’occupazione sulla proposta… è una risposta negativa in generale e non risponde alle richieste… Di fatto, ritira le approvazioni precedentemente fornite ai mediatori, “, ha detto Osama Hamdan, un funzionario di Hamas con sede a Beirut.

Hamdan ha attribuito l’impasse al primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, che è sotto pressione da parte dei membri intransigenti del suo governo affinché non raggiunga un accordo.

Secondo Channel 13 israeliano, il ministro delle Finanze israeliano Bezalel Smotrich e il ministro della Sicurezza Nazionale Itamar Ben-Gvir hanno minacciato di dimettersi dal governo se un accordo prevedesse il rilascio da parte di Israele dei prigionieri palestinesi che stanno scontando lunghe condanne.

Il rapporto Axios afferma che un accordo statunitense prevede il rilascio da parte di Israele di 400 palestinesi, di cui 15 condannati all’ergastolo, in cambio del rilascio di 40 ostaggi israeliani.

Giovedì scorso Hamas ha proposto a Israele il rilascio di 950 prigionieri, di cui 150 condannati all’ergastolo.

Secondo quanto riferito, Hamas sta anche chiedendo a Israele di ritirare le truppe da un corridoio che l’esercito israeliano ha creato per dividere Gaza in due in modo che i palestinesi sfollati possano tornare a nord.

Axios ha descritto la richiesta come uno dei due “divari più ampi” tra le due parti, l’altro è l’insistenza di Hamas affinché la fase successiva dell’accordo includa un cessate il fuoco permanente.

Netanyahu ha ripetutamente promesso che qualsiasi tregua sarà solo temporanea.

I familiari degli israeliani uccisi nell’attacco di Hamas del 7 ottobre hanno consegnato ” lettere di licenziamento del popolo ” ai membri della coalizione del primo ministro Netanyahu alla Knesset.

CISGIORDANIA: l’esercito israeliano ha ucciso due palestinesi nel campo profughi di Nur Shams, a est della città di Tulkarem, in Cisgiordania.

Secondo l’agenzia di stampa ufficiale palestinese WAFA, i militari hanno bombardato un’area nel quartiere di Al-Manshiya del campo utilizzando un drone.

Due giovani palestinesi – Nidal Abu Ubeyd e Iyad Nidal Azmi Kanuh – hanno perso la vita. Sono più di 400 i palestinesi uccisi dal 7 ottobre in Cisgiordania.

Cisgiordania: La lenta e silenziosa agonia

■ STATI UNITI: Ci sono spaccature nell’amministrazione Biden riguardo alla certificazione dell’impegno di Israele a facilitare pienamente il flusso di aiuti a Gaza, hanno detto funzionari statunitensi.

Il Segretario di Stato Antony Blinken ha tempo fino a domenica per approvare la posizione di Israele , consegnata all’inizio di questa settimana all’ambasciatore statunitense in Israele, Jack Lew – altrimenti gli Stati Uniti sospenderanno immediatamente i trasferimenti di armi .

Alcune ore prima che il primo ministro Netanyahu si rivolgesse ai repubblicani al Senato, il leader della minoranza Mitch McConnell ha attaccato aspramente i democratici per ” tentativi vergognosi e ipocriti di influenzare la politica interna israeliana“.

Il presidente della Camera degli Stati Uniti Mike Johnson ha detto di aver avuto una “lunga” conversazione con Netanyahu e ha espresso il suo “forte disaccordo con il leader Schumer su ciò che ha detto la scorsa settimana “.

Secondo funzionari repubblicani, i repubblicani alla Camera stanno anche considerando di invitare il primo ministro Netanyahu a parlare in una sessione congiunta del Congresso.

Diciotto democratici al Senato hanno esortato il presidente americano Biden a “delineare un percorso affinché gli Stati Uniti riconoscano uno Stato palestinese non militarizzato“.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken è atterrato ieri in Arabia Saudita e domani si recherà in Israele dopo aver fatto tappa in Egitto, secondo un funzionario americano.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha detto questa  mattina che un accordo di cessate il fuoco tra Israele e Hamas è “molto possibile” e che “il divario si sta riducendo” man mano che proseguono i colloqui in Qatar.

Il segretario alla Difesa Lloyd Austin ospiterà la prossima settimana per un incontro bilaterale al Pentagono il suo omologo israeliano Yoav Gallant.

■ ISRAELE: Il Primo Ministro Netanyahu ha detto che i preparativi per l’avvio di un’operazione di terra a Rafah ” richiederanno del tempo “.

Gli agenti della polizia israeliana hanno disperso con la forza i manifestanti antigovernativi che bloccavano gli ingressi alla Knesset, arrestando cinque manifestanti.

Il deputato arabo israeliano Ayman Odeh è stato espulso dal plenum della Knesset dopo aver affermato: “Ciò che l’esercito israeliano sta facendo [a Gaza] è un omicidio, un massacro: affama i bambini”.

■ HOUTHI: Un elicottero della Marina francese ha distrutto un drone da combattimento Houthi nel Mar Rosso meridionale per proteggere le navi mercantili, ha riferito la missione dell’UE nel Mar Rosso.

Afghanistan

Mercoledì le scuole in Afghanistan hanno aperto il nuovo anno accademico, con le ragazze che subiscono il divieto di frequentare le classi di livello secondario per il terzo anno consecutivo.

Le autorità talebane hanno escluso le ragazze dalla scuola secondaria nel marzo 2022, dopo essere tornate al potere nel 2021 e aver imposto una visione austera dell’Islam etichettata delle Nazioni Unite come “apartheid di genere”.

Mercoledì mattina, ragazzi in uniforme portavano bandiere talebane bianche e nere mentre costeggiavano l’ingresso della scuola Amani di Kabul, dove i funzionari locali sono arrivati ​​per la cerimonia di inizio dell’anno scolastico.

Ma Zuhal Shirzad, 18 anni, residente a Kabul, è dovuta restare a casa quando ha suonato la campanella della scuola.

“Ogni anno, quando mio fratello va a scuola, mi sento molto delusa”, ha detto all’AFP. “Sono felice per lui e triste per me stessa”, ha detto.

Sudafrica

Poco dopo una sentenza del tribunale di Pietermarizburg che rinvia il processo per corruzione dell’ex presidente del Sudafrica Jacob Zuma al 17 maggio, lo stesso tribunale ha ordinato un blocco parziale in uscita dei conti bancari di Zuma.

La disputa bancaria risale a prestiti chiesti da Zuma durante il processo di ristrutturazione della sua abitazione privata nel suo villaggio di origine di Nkandla, nel Kwa-Zulu Natal, quando copriva la carica di Presidente.

Zuma avrebbe utilizzato illegalmente fondi di Stato per costruire, tra l’altro, una piscina che aveva giustificato essere una difesa contro gli incendi.

Restiamo in Sudafrica, dove migliaia di persone da due settimane si mettono in fila per l’acqua mentre la città più grande del paese, Johannesburg, si trova ad affrontare un collasso senza precedenti del suo sistema idrico che colpisce milioni di persone.

I residenti ricchi e poveri non hanno mai visto una carenza di questa gravità. Anche se il clima caldo ha ridotto i bacini idrici, la colpa è anche delle infrastrutture fatiscenti dopo decenni di abbandono.

La frustrazione dell’opinione pubblica è un segnale di pericolo per l’African National Congress, al governo, la cui posizione di potere dalla fine dell’apartheid negli anni ’90 si trova ad affrontare la sua sfida più seria nelle elezioni di quest’anno.

Un paese già famoso per le sue ore di carenza di elettricità sta ora adottando un termine chiamato “watershedding” – la pratica di restare senza acqua, dal termine loadshedding, o la pratica di rimanere senza elettricità.

Unione Europea

Via libera dei Rappresentanti Permanenti dei 27 in Ue (Coreper II) alle sanzioni contro persone e entità ritenute responsabili della morte di Alexei Navalny.

Il dossier è stato approvato dalla riunione nei punti senza discussione e fa scattare la procedura scritta per la ratifica finale.

La procedura potrebbe concludersi venerdì mattina.

Portogallo

Il presidente portoghese Marcelo Rebelo de Sousa ha nominato primo ministro Luis Montenegro, leader dell’Alleanza Democratica (AD) di centro destra, mercoledì dopo le elezioni generali anticipate del 10 marzo.

Montenegro, all’età di 51 anni, ha portato l’AD a diventare il primo partito nell’Assemblea nazionale, che conta 230 seggi, ottenendo 80 seggi.

Irlanda

Leo Varadkar, il leader rivoluzionario dell’Irlanda, ha detto che si sarebbe dimesso. L’annuncio a sorpresa è arrivato non molto tempo dopo un doppio referendum in cui gli elettori hanno respinto i cambiamenti sostenuti dal suo governo e in un contesto di calo del sostegno pubblico per il suo partito, Fine Gael.

Citando ragioni sia “personali che politiche”, Varadkar ha detto che si dimetterà dalla leadership del partito con effetto immediato, ma continuerà a servire come primo ministro fino a quando il Fine Gael non avrà eletto un nuovo leader prima della pausa pasquale. Le sue dimissioni sono arrivate anche pochi giorni dopo aver fatto visita al presidente Biden alla Casa Bianca.

Varadkar, il più giovane primo ministro irlandese quando è entrato in carica nel 2017 all’età di 38 anni, è stato anche il primo taoiseach gay del paese (come è noto il primo ministro) e la prima persona di origini sud-asiatiche a ricoprire la carica.

Regno Unito e Australia

Il Regno Unito e l’Australia hanno firmato a Canberra un nuovo accordo di difesa, aprendo la strada all’accoglienza delle rispettive truppe e alla condivisione dell’intelligence militare.

Il testo comprende un “accordo sullo status delle forze” e “facilita” le operazioni congiunte nei due paesi, ha annunciato il Ministero della Difesa australiano.

Russia

Un tribunale russo ha ordinato l’arresto di un amministratore del bar Pose e del suo direttore artistico, accusandoli di aver creato una “organizzazione estremista” ai sensi della nuova legislazione che criminalizza la comunità LGBTQ.

Si tratta del primo procedimento penale avviato da quando la Russia ha bandito il cosiddetto “movimento LGBT internazionale ” a novembre, nel contesto di un’accelerazione della repressione nei confronti delle persone LGBTQ.

 I due rimarranno in custodia fino al 18 maggio e rischiano fino a 10 anni di carcere, secondo il tribunale della Russia sudoccidentale.

Il tribunale li aveva precedentemente accusati di “promuovere rapporti sessuali non tradizionali tra i frequentatori del bar”.

Secondo il Mosca Times, il sito di notizie indipendente Mediazona ha identificato la manager come Diana Kamilyanova e il direttore artistico come Alexander Klimov.

La direttrice della Lega per un Internet sicuro e figura di spicco della fazione ultratradizionale che spinge per leggi repressive, Ekaterina Mizulina, ha elogiato il procedimento penale.

“Questo è il primo procedimento penale in Russia dopo la decisione della Corte Suprema di riconoscere la comunità LGBT come movimento estremista”, ha detto Mizulina.

Russia e Ucraina

Diverse esplosioni si sono verificate stamattina nel centro della capitale ucraina Kiev, a seguito di un allarme aereo innescato da missili e droni lanciati dalla Russia.

Vengono segnalati incendi. A partire dalle 5 ora locale si sono sentite decine di forti deflagrazioni e il fuoco della difesa aerea.

Repubblica Ceca, Lituania, Estonia, Lettonia e Polonia chiedono alla Commissione Europea di “redigere atti legislativi” che vietino l’importazione nell’Ue di cereali provenienti dalla Russia.

Stati Uniti

Il dipartimento di giustizia Usa sta valutando se consentire a Julian Assange di dichiararsi colpevole dell’accusa meno grave di cattiva gestione di informazioni riservate, aprendo alla possibilità di un accordo che potrebbe portare al suo rilascio da una prigione britannica.

Lo scrive il Wall Street Journal citando persone a conoscenza del dossier.

Assange, il 52enne controverso fondatore di WikiLeaks, sta combattendo una lunga battaglia legale con il governo del Regno Unito per evitare di essere estradato negli Stati Uniti e affrontare un processo per aver pubblicato migliaia di documenti militari riservati e dispacci diplomatici statunitensi intorno al 2010.

Un uomo dello stato della Georgia condannato per l’omicidio della sua ex ragazza tre decenni fa è stato messo a morte mercoledì sera nella prima esecuzione statale in più di quattro anni.

Willie James Pye, 59 anni, ha ricevuto un’iniezione del sedativo pentobarbital ed è stato dichiarato morto alle 23:03 nella prigione di stato di Jackson.

È stato condannato a morte per la sua condanna nel novembre 1993 per il rapimento, lo stupro e la morte a colpi di arma da fuoco di Alicia Lynn Yarbrough.

Veicoli elettrici: l’amministrazione Biden ha emanato una norma per garantire che la maggior parte delle nuove autovetture e dei camion leggeri venduti negli Stati Uniti siano completamente elettrici o ibridi entro il 2032.

Venezuela

Il governo di Nicolas Maduro sta riattivando “la forma più violenta di repressione”, con una nuova ondata di arresti di oppositori accusati di presunti complotti”.

È la valutazione della Missione internazionale indipendente dell’Onu per il Venezuela.

La presidente della missione, la portoghese Marta Valinas, ha presentato al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite un nuovo rapporto sugli abusi commessi nel Paese sudamericano dal 2023, in cui sottolinea che “le autorità invocano cospirazioni per intimidire, detenere e perseguire oppositori o critici dell’esecutivo”.

Colombia

Il Clan del Golfo, uno dei cartelli del narcotraffico più potenti della Colombia, ha accettato l’invito del presidente Gustavo Petro ad avviare un dialogo di pace.

Secondo il capo dello Stato – che ha proposto di parlarne alla nuova procuratrice generale, Luz Adriana Camargo – un’eventuale trattativa con il cartello potrebbe far luce sulle economie illecite, dato che il gruppo armato, formato da ex paramilitari ed esponenti delle mafie, è legato al traffico di droga e a quello di migranti.

Il Clan del Golfo da parte sua, pur negando le proprie attività illecite, si è detto disposto ad “andare dove ci verrà detto, attraverso le persone che da tempo abbiamo designato a questo scopo”.

Brasile

Sviluppi decisivi nelle indagini sulla morte della consigliera comunale di Rio de Janeiro, Marielle Franco, attivista e simbolo della riscossa afrodiscendente in Brasile.

L’ex poliziotto militare Ronnie Lessa, autore materiale dell’omicidio, ha rivelato i nomi dei mandanti e le motivazioni del delitto in un patteggiamento approvato dalla Corte suprema (Stf).

In base alla testimonianza di Lessa, i mandanti farebbero parte di un potente gruppo politico di Rio, con interessi nel settore immobiliare e nelle controversie fondiarie.

Fonti vicine alle indagini, sulle quali vige il segreto istruttorio, hanno detto che il pentito ha fornito dettagli sugli incontri avuti con i mandanti prima e dopo il crimine.

L’ex agente ha accettato di collaborare con la giustizia dopo che il collega, Élcio de Queiroz, lo ha denunciato come responsabile dell’assassinio di Franco e del suo autista, Anderson Gomes, la notte del 14 marzo 2018.

Indonesia

Mercoledì la commissione elettorale indonesiana ha dichiarato l’ex generale Prabowo Subianto vincitore delle elezioni presidenziali del mese scorso dopo aver completato il conteggio ufficiale.

Vietnam

La scena politica del Vietnam, un tempo stabile, è entrata in subbuglio con le dimissioni forzate di un secondo presidente in poco più di un anno, in mezzo a continui intrighi politici.

Lo sconvolgimento politico sta innervosendo gli investitori stranieri in un Paese dove hanno investito centinaia di miliardi di dollari, soprattutto in fabbriche che esportano in America ed Europa.

Non sono previsti grandi cambiamenti nelle politiche chiave, come gli affari esteri o l’apertura al commercio e agli investimenti esteri, ma la nuova normalità dei rimpasti imprevisti potrebbe intaccare la credibilità dei leader e rallentare una burocrazia già ingombrante, hanno detto diversi analisti.

Vo Van Thuong, 53 anni, è stato di fatto licenziato dal Partito Comunista al potere per reati non specificati, dopo aver trascorso appena un anno sul posto di lavoro.

Era visto come una stella nascente, il membro più giovane del potente Politburo del partito e un protetto del capo del partito Nguyen Phu Trong. La sua caduta fu improvvisa quanto la sua ascesa da una posizione relativamente bassa nelle file del partito.

Prima di lui, anche Nguyen Xuan Phuc era stato inaspettatamente costretto a lasciare l’anno scorso per “violazioni e illeciti”, dopo meno di due anni di incarico presidenziale. Gli era stato attribuito il merito di aver sostenuto le riforme a favore delle imprese nella sua precedente posizione di primo ministro.

Giappone

Terremoto 5.3 ha colpito l’area di Tokyo oggi alle 9.08 del mattina, non è stata emessa un’allerta Tsunami e non si registrano danni o vittime.

Ti potrebbe interessare anche:

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su Sostienici


Opinioni dei Lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi con * sono obbligatori



[There are no radio stations in the database]