8 agosto 2023 – Notiziario in genere

Scritto da in data Agosto 8, 2023

Stati Uniti, afroamericana all’ottavo mese di gravidanza arrestata per errore. ‘Barbie’ record, supera 1 miliardo di dollari nel mondo. Ballerino afroamericano ucciso a New York, arrestato un 17enne. Simone Biles è tornata. Nigeria, il primo titolo AfroBasket della storia a un’allenatrice donna. Uganda, test di paternità e polemiche. Le donne transgender non saranno autorizzate a competere nella categoria femminile degli eventi di canottaggio della British Rowing.

Ascolta il podcast

Stati Uniti

Arrestata per errore

Una donna di Detroit, incinta di otto mesi, ha citato in giudizio la città e un detective della polizia dopo essere stata arrestata per un errore della tecnologia di riconoscimento facciale, secondo i documenti del tribunale. Lo riporta Nbc. Si tratta del terzo caso a Detroit, la prima donna, ma tutte persone afroamericane. Porcha Woodruff, 32 anni, stava preparando i suoi due figli per la scuola la mattina del 16 febbraio, quando sei agenti di polizia si sono presentati alla sua porta e le hanno presentato un mandato di arresto per presunta rapina e furto d’auto. Woodruff, che fa l’estetista e che sta studiando per diventare infermiera, inizialmente credeva che gli ufficiali stessero scherzando, anche dato il suo stato visibilmente interessante. Ma la donna è stata arrestata. “La signora Woodruff in seguito ha scoperto di essere stata indicata come sospetta attraverso una scaletta fotografica mostrata a una vittima di rapina e furto d’auto, a seguito di una corrispondenza di riconoscimento facciale inaffidabile”, si legge sui documenti del tribunale.

La vittima della rapina ha detto alla polizia che il 29 gennaio ha incontrato una donna con cui ha avuto rapporti sessuali. A un certo punto della giornata, sono andati a una stazione di servizio BP, dove la donna “ha interagito con diverse persone”, secondo il racconto. Poi sono partiti per un altro luogo, dove la vittima è stata derubata e rapinata sotto la minaccia delle armi da un uomo con cui la donna aveva interagito in precedenza alla stazione di servizio BP. La vittima ha detto alla polizia che il suo telefono è stato restituito alla stazione di servizio due giorni dopo.

La causa, depositata presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il Michigan orientale, nomina il detective LaShauntia Oliver, che è stato assegnato al caso, come imputato. Quando Oliver ha saputo che una donna aveva restituito il telefono della vittima alla stazione di servizio, ha eseguito la tecnologia facciale sul video, che l’ha identificata come Woodruff, sostiene la causa.

“Il detective Oliver ha dichiarato in dettaglio nel suo rapporto ciò che ha osservato nel filmato, e non c’era alcuna menzione del fatto che la sospettata fosse incinta”, si legge. Quando un uomo è stato arrestato alla guida dell’auto della vittima il 2 febbraio, Oliver non gli ha mostrato una foto di Woodruff, secondo i documenti del tribunale. Alla vittima è stata anche mostrata una scaletta di potenziali sospette e ha identificato Woodruff come la donna con cui si trovava quando è stato derubato. Oliver ha utilizzato una foto di Woodruff di otto anni fa, da un arresto nel 2015, nonostante avesse accesso alla sua attuale patente di guida.

Il giorno in cui Woodruff è stata arrestata, lei e il suo fidanzato hanno esortato gli agenti a controllare il mandato per confermare se la donna che ha commesso il crimine fosse incinta, cosa che si sono rifiutati di fare, si legge ancora. Woodruff è stato accusata di rapina e furto d’auto e rilasciata dal centro di detenzione di Detroit   su cauzione da 100mila dollari.

Il suo fidanzato l’ha portata in un centro medico, dove le è stato diagnosticato un battito cardiaco basso a causa della disidratazione e le è stato detto che aveva contrazioni dovute allo stress correlato all’incidente e alle 11 ore in cella, dove ha iniziato ad avvertire spasmi e contrazioni e forse “un attacco di panico”. Il 6 marzo, l’ufficio del procuratore della contea di Wayne ha archiviato il caso per “prove insufficienti”, secondo la causa. Il capo della polizia di Detroit, James E. White, ha detto di aver riesaminato le accuse nella causa, che ha definito “molto preoccupanti”.

‘Barbie’ record

Free cinema seats image, public domain design CC0 photo.

Il film ‘Barbie’, scritto e diretto da Greta Gerwig, ha superato il miliardo di dollari d’incassi in tutto il mondo a meno di 20 giorni dall’uscita. Per un film di una regista donna è la prima volta in assoluto.

Un arresto per la morte di O’Shae Sibley

Un diciassettenne è stato accusato di omicidio per l’uccisione di O’Shae Sibley, pugnalato a morte il 29 luglio in una stazione di servizio di Brooklyn. Sibley, ballerino professionista e coreografo, stava tornando dal New Jersey a casa sua a Brooklyn quella notte con quattro amici quando il gruppo si è fermato a una stazione di servizio nel quartiere di Midwood. Mentre riempivano la macchina, hanno suonato l’album “Renaissance” di Beyoncé e hanno iniziato a ballare, e a quel punto un gruppo di uomini si è avvicinato e ha detto loro di fermarsi. “Possiamo vedere nel video che l’accesa disputa verbale diventa rapidamente fisica”, racconta Joseph Kenny, assistente capo dell’ufficio investigativo del dipartimento di polizia di New York, in una conferenza stampa con il sindaco Eric Adams che ha annunciato l’arresto.

Gli uomini hanno urlato insulti omofobi e razzisti a Sibley, che era nero, e ai suoi amici, ha detto Kenny, il tutto mentre chiedevano di smettere di ballare. Poi gli uomini che gridavano al gruppo hanno iniziato a disperdersi, tranne l’imputato. Il video dell’incontro, che dura circa quattro minuti, mostra l’adolescente che accoltella Sibley una volta al petto, “colpendolo al cuore”, dice ancora Kenny. Un testimone ha detto che l’adolescente è poi saltato su una Toyota Highlander che è partita a tutta velocità. Sibley è stato portato al Maimonides Medical Center, dove è stato dichiarato morto quella notte.

L’adolescente, di cui la polizia non ha fatto il nome, vive a Brooklyn ed è stato identificato dalla polizia all’inizio di questa settimana utilizzando video e lavorando con altre agenzie cittadine, prosegue Kenny secondo quanto riporta il New York Times. Il sospetto si è costituito attraverso un accordo con il suo avvocato. È stato accusato di omicidio di secondo grado, odio e possesso criminale di un’arma.

Alla conferenza stampa, il sindaco Adams ha affermato che la famiglia di Sibley era stata colpita da qualcosa che “chiaramente” era un crimine d’odio. “Questa è una città in cui sei libero di esprimerti”, ha detto il primo cittadino. “E quell’espressione non dovrebbe mai finire con alcuna forma di violenza”. Per molte persone, la morte di Sibley – che gli amici hanno descritto come amichevole, amante del divertimento e appassionato della sua arte – è stato un promemoria scioccante e violento della discriminazione che la comunità lgbtqia+ affronta.

Il ritorno di Simone Biles

Rio de Janeiro – Treino da seleção de ginástica artística dos Estados Unidos na Arena Olímpica dos Jogos Rio 2016 (Fernando Frazão/Agência Brasil)

Simone Biles ha trascorso due anni cercando di prendere le distanze da quegli strani giorni a Tokyo e da tutto il rumore esterno che ne derivava. Si è tuffata in terapia e lentamente, molto lentamente, è tornata ad allenarsi, scrive l’Associated Press, anche se ha vacillato sul fatto di essere davvero pronta per una terza Olimpiade e tutta la pressione e le aspettative che ne derivano quando sei considerata la più grande di tutti i tempi.

La ginnasta di 26 anni ha dato prova della sua grandezza durante il fine settimana al Core Hydration Classic a Hoffman Estates, Illinois. Dopo una pausa di due anni dalla ginnastica, Biles ha vinto i titoli a tutto tondo, trave di equilibrio e pavimento e ha ricevuto il punteggio più alto al volteggio.

“Penso che la serata sia andata davvero bene”, ha detto Biles a ESPN dopo l’incontro. “Tutto è andato a posto. Mi sento davvero bene su dove sono adesso, mentalmente e fisicamente. Ci sono alcune cose su cui lavorare nelle mie routine, ma per il primo incontro di ritorno, direi che è andata abbastanza bene. Sono molto stupita e sorpresa “.

“Mi sento davvero bene su dove sono adesso, mentalmente e fisicamente”, ha detto Biles. “Penso ancora che ci siano alcune cose su cui lavorare nelle mie routine, ma per il primo incontro direi che è andata abbastanza bene. Sono molto stupita e sorpresa”.

Nigeria

Rena Wakama è diventata la prima allenatrice donna a guidare una squadra alla vittoria in una finale del campionato femminile di AfroBasket. Il traguardo è arrivato dopo che la Nigeria ha battuto il Senegal 84-74 davanti a un pubblico tutto esaurito nella capitale del Ruanda, Kigali. Il primo titolo AfroBasket di Wakama è anche il quarto consecutivo della Nigeria, eguagliando il record del Senegal iniziato negli anni ’70, scrive la BBC.

“È stato un anno lungo per me. Ho chiesto a Dio un segno, e questo trofeo è stato il più grande di tutti”, ha detto Wakama. Il Senegal ha seguito la Nigeria dall’inizio del primo quarto e una corsa a punti nel quarto trimestre non è stata sufficiente per colmare la differenza.

Uganda

Il test di paternità in Uganda provoca enormi polemiche. Con le segnalazioni di un forte aumento del numero di uomini in Uganda che richiedono test di paternità, crescono i timori che potrebbe distruggere le famiglie e lasciare i bambini psicologicamente segnati. Ne scrive la BBC Africa. La questione è argomento di dibattito nel paese da quando un giornale scandalistico ha pubblicato una storia in cui si afferma che un noto magnate degli affari – che aveva diverse mogli e amanti – aveva litigato con una sua coniuge, spingendolo a richiedere test di paternità che, secondo quanto riferito, aveva fatto emergere che era il padre biologico di soli 15 dei suoi 25 figli. L’approfondimento nel pomeriggio sul sito di Radio Bullets.

Regno Unito

Le donne transgender non saranno autorizzate a competere nella categoria femminile degli eventi della British Rowing, la federazione sportiva britannica del canottaggio, ha annunciato l’organo di governo britannico dello sport in vista di un cambiamento nella politica che dovrebbe avvenire entro la fine dell’anno. Solo le atlete “assegnate femmine alla nascita” potranno competere nella categoria femminile nelle competizioni sotto la sua giurisdizione, o essere selezionate per rappresentare la Gran Bretagna o l’Inghilterra in eventi internazionali, ha dichiarato la British Rowing in un comunicato stampa. Nel frattempo, tutte e tutti possono competere in una categoria “Open”, mentre le competizioni possono organizzare eventi “Mixed” a qualsiasi livello di competizione, a condizione che il 50% dell’equipaggio sia idoneo a competere come donne, ha aggiunto British Rowing. La decisione riguarda chi compete nel canottaggio e nel para-rowing e si applica a tutti i livelli, comprese le Olimpiadi e le Paralimpiadi.

La nuova politica della British Rowing differisce da quella del World Rowing, che a marzo ha emesso una guida secondo cui le donne transgender possono competere nella categoria femminile se la loro “concentrazione sierica di testosterone è stata inferiore a 2,5 nmol/L continuativamente per un periodo di almeno 24 mesi precedenti”. Una riduzione del livello di testosterone rispetto ai precedenti standard di competizione. La politica aggiornata della British Rowing, che entrerà in vigore l’11 settembre, segue decisioni simili di altri organi di governo.

Ti potrebbe interessare anche:

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su sostienici


Continua a leggere

[There are no radio stations in the database]