Cile: Stato di Emergenza anche nelle zone turistiche

Scritto da in data Ottobre 21, 2019

Cile

Il governo cileno ha approvato lo Stato di Emergenza in diverse destinazioni turistiche, poche ore dopo che misure di emergenza sono state dichiarate a Santiago, la capitale, a causa delle proteste.

Secondo il canale 24 Horas TV, che ha citato il ministero degli Interni, le autorità hanno dichiarato lo stato di Emergenza nelle città di Valparaiso, Talca, Chillan, Viejo, Temuco e Padre Las Casas, tutte zone popolari tra i turisti vista la vicinanza con l’oceano Pacifico.

Intanto il servizio della metro della capitale ha tweettato che la maggior parte del sistema metropolitano sarà chiuso oggi a causa dei danni causati durante le proteste, solo una linea, quella tra Pajaritos e Los Dominico resta funzionante.

Il Cile è in rivolta dal 6 ottobre quando le autorità hanno aumentato il prezzo della metro. Quella che sono cominciate come manifestazioni pacifiche, son diventate man mano violente. Il bilancio delle vittime è salito a 10, alcune delle quali rimaste uccise durante i saccheggi di fabbriche e magazzini

Le autorità hanno deciso così di dichiarare sabato lo Stato di Emergenza con coprifuoco nelle province di Santiago e Chacabuco, così come nelle municipalità di Puento Alto e San Bernardo.

Il presidente dichiara: “Siamo in guerra”.

Foto: C64-92 / Flickr

Ascolta/ Leggi anche:

Il debito dell’Ecuador

 

Che la Madre Terra vi benedica

Desunidos, podemos

E se credete in un giornalismo indipendente, serio e che racconta dai posti, potete sostenerci andando su Sostienici


Continua a leggere

[There are no radio stations in the database]