La fioritura della Magnolia

Scritto da in data Marzo 5, 2021

A cura di Giulia Rodano.

In questo duro inverno di pandemia − nonostante tutto, nonostante il distanziamento, la difficoltà di muoversi, l’impossibilità di incontrarsi − qualcosa di buono, tuttavia, si è mosso, qualcosa di nuovo è nato.

Si è alzata in questi mesi la voce delle donne. In tante, forse meglio e più degli uomini, hanno cominciato a interrogarsi, a chiedersi il perché della pandemia e quali potessero essere la ragioni delle conseguenze così pesanti sulla vita nostra e dei nostri cari, e degli effetti così duri sull’economia e sulla società.

Le donne hanno cominciato a raccontare la loro pandemia e le loro idee sulla pandemia. Per farlo hanno deciso che bisognava stare insieme, mettere insieme e confrontare le proprie esperienze, conoscenze e capacità.

Da questo bisogno è nata l’Assemblea della Magnolia, dal grande albero che ombreggia il cortile della Casa Internazionale delle donne di Roma. Lì le donne si sono incontrate in tante, diverse: donne impegnate in attività di ricerca e riflessione, donne attive nelle organizzazioni sociali e sindacali, militanti politiche, volontarie delle associazioni e dei movimenti, animatrici dei luoghi e delle case delle donne di tutta Italia.

Questa crisi non è solo una crisi economica, non è solo una crisi sociale, e neppure solo una crisi sanitaria. Questa è la crisi della cura, della capacità del nostro paese, delle nostre istituzioni, del mondo contemporaneo di prendersi cura delle dimensioni fondamentali dell’esistenza, dalla salute all’ambiente in cui viviamo, dall’istruzione dei nostri figli alla nostra realtà produttiva, la crisi di quella dimensione della vita e della politica che noi donne abbiamo sempre considerato essenziale e che invece è stata sacrificata alle logiche del mercato e del profitto.

Le donne hanno allora deciso di chiedere che cambiasse nel profondo il paradigma, la gerarchia dei valori che regola la nostra vita associata.

Dalla Assemblea della Magnolia sono usciti documenti, idee, volontà che le donne vogliono, vogliamo far pesare per cambiare strutture, istituzioni, cultura, economia.

Leggi/ Ascolta anche:


Continua a leggere

[There are no radio stations in the database]