26 aprile 2024 – Notiziario Mondo

Scritto da in data Aprile 26, 2024

Ascolta il podcast

  • Gaza: corpi mutilati, persone sepolte vive, le fosse comuni raccontano i crimini israeliani.
  • Libano: Elena Pasquini in collegamento da Tiro.
  • Haiti: si insedia il consiglio di transizione.
  • Brucia il sudest asiatico: 30 persone morte in Thailandia per l’ondata di calore, scuole sospese in Bangladesh

Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets a cura di Barbara Schiavulli

Israele e Palestina

■ GAZA: L’IDF ha informato il governo che le sue forze hanno completato i preparativi per un’imminente operazione a Rafah e che la data di inizio di tale operazione sarà decisa dal governo.

L’esercito israeliano ha ammassato decine di carri armati e veicoli blindati lungo il confine con la Striscia di Gaza meridionale.

Il presidente egiziano Abdel-Fattah al-Sissi ha ribadito la ferma posizione del suo Paese contro lo sfollamento degli abitanti di Gaza nel Sinai controllato dall’Egitto mentre Israele si prepara per un’imminente operazione militare a Rafah.

Tra gli 80.000 e i 100.000 palestinesi sono entrati in Egitto da Gaza dall’inizio della guerra, ha detto giovedì l’ambasciatore palestinese al Cairo.

Gli Stati Uniti hanno definito le notizie di fosse comuni in due ospedali di Gaza ” preoccupanti e inquietanti “, ha detto un portavoce del Dipartimento di Stato, aggiungendo che Washington “continua a fare pressione sul governo israeliano per maggiori informazioni su cosa sia e quali siano le circostanze”.

Giovedì una squadra di protezione civile palestinese ha invitato le Nazioni Unite a indagare su quelli che si ritiene siano crimini di guerra in un ospedale di Gaza , affermando che quasi 400 corpi sono stati recuperati da fosse comuni dopo che i soldati israeliani hanno lasciato il complesso.

I paramedici e le squadre di soccorso coinvolti nel recupero dei corpi civili dalle fosse comuni scoperte nel complesso medico Nasser a Khan Younis hanno denunciato il furto di organi da parte dell’esercito israeliano e hanno affermato che alcune vittime di Gaza sono state sepolte vive nelle tombe scoperte di recente.

Almeno 392 corpi, tra cui 165 individui non identificati, sono stati portati alla luce in tre fosse comuni in seguito al ritiro dell’esercito israeliano da Khan Younis.

Dai video e dalle foto delle vittime sono emerse prove scioccanti di torture, tra cui la legatura con restrizioni di plastica e la deturpazione.

In modo inquietante, secondo un rapporto dell’agenzia di stampa ufficiale palestinese WAFA, alcuni corpi mostrano segni di incisioni chirurgiche incompatibili con le pratiche locali, alimentando le preoccupazioni sull’espianto di organi.

Euro-Med Human Rights Monitor ha dichiarato domenica di nutrire “preoccupazioni” per un possibile furto di organi da cadaveri palestinesi, in seguito alle segnalazioni di professionisti medici a Gaza che hanno esaminato alcuni corpi dopo essere stati rilasciati da Israele.

La ONG ha affermato di aver documentato la confisca da parte dell’esercito israeliano di dozzine di cadaveri negli ospedali di Al Shifa e in quello indonesiano nel nord di Gaza, insieme ad altri nel sud.

Tra le macabre scoperte intorno all’ospedale Nasser c’è il corpo mutilato di una giovane ragazza con indosso un camice chirurgico, suggerendo che potrebbe essere stata sepolta viva, insieme a un’altra vittima vestita in modo simile.

Akram al Satarri, un giornalista con sede a Gaza, ha dichiarato al quotidiano americano Democracy Now : “Alcune persone erano legate. Alcune di loro avevano accessori medici in mano, come le cannule. E quando sono state dissotterrate da terra, era evidente che erano stati sepolti vivi”.

Ulteriori sospetti nascono dalla presenza di ferite da arma da fuoco, che fanno pensare a possibili esecuzioni sul campo.

L’uso di sudari funerari non standard, corpi sepolti accatastati a tre metri di profondità e il contesto di continua aggressione contro i palestinesi sottolineano la gravità della situazione.

Alcuni genitori di Gaza hanno detto all’AFP che alcuni dei corpi recuperati erano stati sepolti da parenti.

Le Nazioni Unite, l’Unione Europea e la Francia hanno tutte chiesto un’indagine indipendente sulle fosse comuni. Giovedì, un portavoce del Dipartimento di Stato americano ha detto che Israele deve indagare in merito alle fosse comuni.

L’ esercito americano ha iniziato la costruzione di un molo destinato a incrementare le consegne degli aiuti disperatamente necessari a Gaza , ha detto giovedì il Pentagono.

Abdallah Nabhane, un operatore umanitario belga e diversi membri della sua famiglia sono morti durante la notte dopo un attacco aereo israeliano nella città di Rafah, nel sud di Gaza, ha detto giovedì in una nota l’ agenzia belga per lo sviluppo Enabel .

La ministra degli Esteri belga Hadja Lahbib ha convocato l’ambasciatore israeliano dopo la morte di Nabhan.

Secondo il Ministero della Sanità di Gaza, controllato da Hamas, dall’inizio della guerra almeno 34.305 palestinesi sono stati uccisi e 77.293 feriti.

Il governo brasiliano amplierà del 433% il contributo all’agenzia delle Nazioni unite per i rifugiati palestinesi (Unrwa) portando il finanziamento dagli attuali 75 milioni di dollari all’anno a 400 milioni.

L’Unrwa affronta una crisi economica per la decisione di numerosi Paesi di sospendere i finanziamenti a seguito delle accuse del governo di Israele secondo cui alcuni dipendenti dell’agenzia avrebbero aiutato Hamas nel portare avanti gli attacchi terroristici dello scorso 7 ottobre.

■ OSTAGGI/CESSATE- IL FUOCO: L’attuale proposta sul tavolo per un accordo di cessate il fuoco/rilascio degli ostaggi tra Israele e Hamas soddisfa quasi tutte le richieste di Hamas , ha detto ai giornalisti un alto funzionario statunitense, aggiungendo che una svolta dipende esclusivamente dal leader di Hamas in Gaza, Yahya Sinwar.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha rilasciato una dichiarazione insieme ai leader di altri 17 paesi – tutti con cittadini tenuti prigionieri a Gaza – invitando Hamas a rilasciare gli ostaggi per ottenere un cessate il fuoco immediato e prolungato .

Decine di persone, alcuni dei quali familiari di ostaggi tenuti a Gaza, hanno protestato davanti al quartier generale del Ministero della Difesa a Tel Aviv, dove si riuniva il gabinetto di guerra.

A Gerusalemme, centinaia di persone hanno partecipato alle preghiere per l’ostaggio Hersh Goldberg-Polin , il giorno dopo che Hamas ha diffuso un video che lo mostrava vivo in cattività con un braccio amputato.

John Polin, il padre di Goldberg-Polin, ha detto che si aspetta che i leader mondiali facciano di più per garantire il rilascio degli ostaggi.

“Ci sono ostaggi che provengono da 25 paesi del mondo, e noi ci chiediamo: dove sono tutti i leader?” ha detto al canale israeliano Channel 12 News.

L’alto funzionario di Hamas Khalil al-Hayya ha detto all’AP che l’organizzazione è disposta ad accettare una tregua di cinque anni o più con Israele, e che deporrà le armi e si convertirà in un partito politico se uno stato palestinese indipendente verrà istituito lungo i confini precedenti al 1967.

Al-Hayya, che rappresenta Hamas nei negoziati per il cessate il fuoco, ha anche affermato che Israele ha presentato ai paesi mediatori mappe che mostrano che intende occupare il 20% di Gaza quando la guerra finirà.

■ CRISI ISRAELE-IRAN: Il Parlamento europeo ha votato per condannare l’Iran dopo il suo attacco a Israele.

La decisione, approvata con una maggioranza di 357 voti favorevoli e 20 contrari, include un appello ad aggiungere le Guardie della Rivoluzione alla lista dei gruppi terroristici dell’UE, ampliando le sanzioni contro l’Iran.

Le forze iraniane si sono ritirate dalle basi a Damasco e nel sud della Siria e saranno potenzialmente sostituite da militanti iracheni, ha riferito Asharq Al-Awsat con sede a Londra, citando una fonte vicina a Hezbollah.

Secondo la fonte, le forze di Hezbollah hanno sostituito gli iraniani nelle aree intorno a Damasco, Daraa e Quneitra.

■ CISGIGIORNA: Il Ministero della Sanità palestinese ha riferito che un palestinese di 16 anni è stato ucciso a colpi di arma da fuoco dall’IDF a Ramallah. Secondo un rapporto della WAFA, l’adolescente, Khaled Arouq, è stato colpito durante gli scontri con le forze israeliane che si trovavano in città per effettuare una serie di arresti.

■ LIBANO: L’IDF ha riferito che aerei da combattimento dell’aeronautica militare hanno attaccato obiettivi di Hezbollah nel sud del Libano mercoledì.

L’IDF ha detto che tre razzi lanciati contro il villaggio di Arab al-Aramshe, nel nord di Israele, sono caduti in campo aperto.

Un drone ha attaccato un contenitore di gas su un camion vicino alla città di Duris, nel sud del Libano , ha riferito Al Mayadeen, affiliato a Hezbollah, aggiungendo che l’autista del camion è stato ucciso nell’attacco, che Al Jazeera ha attribuito a Israele.

■ HOUTHI: Una nave militare greca in servizio nella missione navale dell’UE sul Mar Rosso ha intercettato due droni lanciati dagli Houthi dello Yemen verso una nave commerciale, ha detto il Ministero della Difesa greco.

PROTESTE: La polizia ha usato i gas lacrimogeni per disperdere una protesta pro-Gaza nel campus della Emory University di Atlanta.

Gli agenti hanno anche sparato pallottole di gomma contro i manifestanti.

Gli studenti, una decina dei quali sono stati fermati, avevano tentato di montare un accampamento sul modello di quanto fatto a Columbia e in altri atenei americani.

La polizia californiana ha arrestato due sere fa 93 persone nel campus di Los Angeles della University of Southern California per violazione di proprietà privata durante le proteste contro la situazione a Gaza e la guerra di Israele contro Hamas.

Si legge sul Los Angeles Times.

Stati Uniti

La portavoce in lingua araba del Dipartimento di Stato americano si è dimessa, citando la sua opposizione alla politica di Washington relativa alla guerra a Gaza, in quella che è la terza dimissione dal dipartimento per queste ragioni.

Hala Rharrit è stata anche vicedirettrice del Dubai Regional Media Hub ed è entrata a far parte del Dipartimento di Stato quasi vent’anni fa come funzionaria politica e per i diritti umani, si legge sul sito web del dipartimento.

“Mi sono dimessa dopo 18 anni di distinto servizio in opposizione alla politica degli Stati Uniti su Gaza”, ha scritto sul sito di social media LinkedIn.

Haiti

Haiti ha aperto un nuovo capitolo politico con l’insediamento di un consiglio di transizione incaricato di scegliere un nuovo primo ministro e prepararsi per le elezioni presidenziali, nella speranza di reprimere la spirale di violenza tra bande che ha ucciso migliaia di persone nel paese caraibico.

Ariel Henry, il primo ministro rimasto bloccato fuori dal Paese negli ultimi mesi a causa delle violenze, ha aperto la strada alla transizione presentando le sue dimissioni in una lettera firmata a Los Angeles.

Il documento è stato pubblicato ieri ad Haiti lo stesso giorno in cui il nuovo consiglio di transizione ha prestato giuramento per scegliere un nuovo primo ministro e un nuovo gabinetto.

Nel frattempo, il gabinetto uscente di Henry ha scelto il ministro dell’Economia e delle Finanze Michel Patrick Boisvert come primo ministro ad interim. Non è chiaro quando il consiglio di transizione nominerà il proprio primo ministro ad interim.

Il consiglio ha prestato ufficialmente giuramento presso il Palazzo Nazionale nel centro di Port-au-Prince ieri mattina presto, con colpi di arma da fuoco sporadici esplosi nelle vicinanze, spingendo alcuni funzionari a guardarsi intorno nella stanza.

Il consiglio è stato invitato a cercare un luogo più sicuro perché le bande lanciano attacchi quotidiani nella zona .

Rivolgendosi ad una stanza affollata e sudata nell’ufficio del primo ministro a Pétion-Ville, Boisvert ha detto che la crisi di Haiti è durata troppo a lungo e che il paese ora si trova a un bivio.

Dietro di lui c’erano i membri del consiglio di transizione e davanti a lui i massimi funzionari della polizia e dell’esercito, nonché ambasciatori e noti politici.

Si prevede che il consiglio composto da nove membri, di cui sette con diritto di voto, contribuirà a definire l’agenda del nuovo gabinetto.

Nominerà inoltre una commissione elettorale provvisoria, requisito necessario prima che possano aver luogo le elezioni, e istituirà un consiglio di sicurezza nazionale.

Il mandato non rinnovabile del consiglio scade il 7 febbraio 2026, data in cui è previsto il giuramento del nuovo presidente.

Afghanistan

Le recenti piogge e inondazioni hanno distrutto quasi 70 scuole e madrase, scuole coraniche nella provincia di Uruzgan, si legge su Tolonews e la mancanza di fondi sufficienti sta ostacolando i lavori di riparazione.

Somalia

Almeno 70 militanti di al-Shabaab sono stati uccisi e altri 30 feriti in un’operazione militare nella regione settentrionale di Mudug, in Somalia, ha detto giovedì il Ministero dell’Informazione del Paese.

L’operazione ha avuto luogo nelle vicinanze di Tabar-mooge, a circa 28 chilometri (17 miglia) a nord della città costiera di Harardhere, recentemente liberata.

Venezuela

Il Controllore generale del Venezuela ha pubblicato i nomi di altri cinque leader politici interdetti dalle cariche elettive nel Paese.

Le misure, applicate dal 16 aprile, colpiscono l’ex sindaco Carlos Ocariz e l’ex deputato Tomás Guanipa, entrambi del partito Primero Justicia, che sono stati interdetti da qualsiasi incarico pubblico per 15 anni.

Stesso periodo di squalifica anche per José Antonio Fernández López, sindaco del municipio di Los Salías, ed Elías Sayegh, sindaco del municipio di El Hatillo, entrambi nello Stato di Miranda.

Juan Carlos Caldera, esponente di spicco di Primero Justicia, è stato invece interdetto per 12 mesi.

I cinque politici interdetti si aggiungono a una lunga lista che comprende la principale leader dell’opposizione, María Corina Machado, e l’ex candidato alla presidenza, Henrique Capriles.

India

Milioni di indiani hanno iniziato a votare oggi nel secondo turno delle elezioni nazionali multifase mentre la polarizzazione cresce con il primo ministro Narendra Modi che lancia un marchio assertivo di politica nazionalista indù nella sua campagna.

Persone in fila fuori dai seggi elettorali all’apertura delle votazioni alle 7 del mattino. Si prevedeva che l’affluenza alle urne aumentasse con il passare della giornata.

L’esito del voto di venerdì in 88 collegi elettorali in 13 stati con 160 milioni di elettori sarà cruciale per il partito nazionalista indù Bharatiya Janata di Modi in quanto comprende alcune delle sue roccaforti in stati come Rajasthan, Madhya Pradesh, Uttar Pradesh e Maharashtra.

Bangladesh

Le lezioni sono state cancellate in tutto il Bangladesh a causa del caldo torrido, ma la studentessa delle scuole superiori Mohua Akter Nur ha scoperto che le temperature vertiginose a casa non la lasciavano in condizioni di fare i compiti.

A milioni di alunni è stato detto di restare a casa questa settimana mentre la nazione dell’Asia meridionale attraversa una delle peggiori ondate di caldo mai registrate, con temperature di 4-5 gradi Celsius superiori alla media a lungo termine.

Poche scuole nella capitale Dhaka dispongono di aria condizionata e cercare di tenere le lezioni sarebbe stato inutile.

Thailandia e il caldo nel sudest asiatico

Milioni di persone in tutto il sud e il sud-est asiatico hanno sofferto ieri in un clima insolitamente caldo, il governo tailandese ha affermato che il colpo di calore ha già ucciso almeno 30 persone quest’anno.

Un’ondata di clima eccezionalmente caldo ha colpito la regione questa settimana, spingendo migliaia di scuole in tutte le Filippine a sospendere le lezioni in presenza.

Un ministro indiano ha accusato il caldo dopo essere svenuto durante un discorso in campagna elettorale mentre l’ufficio meteorologico del paese ha affermato che nei prossimi giorni si prevedono gravi ondate di caldo in nove stati orientali e meridionali.

Anche il montuoso Nepal ha emesso avvisi sanitari e ha messo in allerta gli ospedali mentre la temperatura è aumentata vertiginosamente nelle sue pianure meridionali.

La ricerca scientifica ha dimostrato che il cambiamento climatico sta causando ondate di caldo più lunghe, più frequenti e più intense.

Le Nazioni Unite avevano detto che l’Asia sarebbe stata la regione più colpita dai rischi climatici e meteorologici nel 2024, con inondazioni e tempeste come principali cause di vittime e perdite economiche.

Le autorità di Bangkok hanno lanciato un allarme di caldo estremo poiché si prevede che l’indice di calore supererà i 52 gradi Celsius.

L’indice di calore, una misura della temperatura percepita tenendo conto dell’umidità, della velocità del vento e di altri fattori, è a un livello “estremamente pericoloso” a Bangkok, ha avvertito il dipartimento ambientale della città.

Mercoledì le temperature nella distesa di cemento della capitale tailandese hanno raggiunto i 40,1 gradi Celsius.

Anche le autorità della provincia di Udon Thani, nel nord-est rurale della Thailandia, hanno avvertito di temperature torride in questi giorni.

Il ministero della Sanità ha dichiarato mercoledì sera che 30 persone erano morte a causa di un colpo di calore tra il 1° gennaio e il 17 aprile, rispetto alle 37 dell’intero 2023.

Direk Khampaen, vicedirettore generale del Dipartimento di controllo delle malattie della Thailandia, ha affermato che i funzionari stanno esortando gli anziani e coloro che soffrono di patologie preesistenti, inclusa l’obesità, a rimanere in casa e a bere acqua regolarmente.

Il servizio meteorologico statale delle Filippine ha affermato che l’indice di calore in 38 città e comuni, tra cui Manila, giovedì sarebbe nella zona di “pericolo”, con una temperatura compresa tra 42 e 51 gradi Celsius.

“Crampi da calore e colpi di calore sono probabili” in tali condizioni, ha detto il servizio, e “il colpo di calore è probabile con l’esposizione continuata”, ha detto il servizio.

Mercoledì il ministro indiano delle Strade Nitin Gadkari è svenuto durante un discorso mentre faceva campagna per la rielezione del governo del primo ministro Narendra Modi.

“Mi sono sentito a disagio a causa del caldo durante la manifestazione”, ha scritto Gadkari sulla piattaforma di social media X, aggiungendo che si era ripreso e avrebbe continuato la campagna.

L’India è nel bel pieno di una maratona elettorale scaglionata nell’arco di sei settimane, con grandi manifestazioni elettorali all’aperto organizzate in tutto il paese.

La commissione elettorale ha dichiarato questa settimana che sta esaminando l’impatto delle ondate di caldo e dell’umidità prima di ogni turno di voto in vista di “misure mitigatrici” che consentano comunque alle persone di votare.

Cina e Stati Uniti

La Cina ha esortato il segretario di Stato americano Antony Blinken ad affrontare i crescenti disaccordi o rischiare una “spirale discendente” tra le due potenze all’apertura dei colloqui a Pechino.

Blinken, in occasione della sua seconda visita nel paese rivale in meno di un anno, ha espresso la speranza di progressi, ma ha detto che esporrà le aree di differenza, che dovrebbero includere Russia, Taiwan e il commercio.

Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi, ricevendo Blinken presso la pensione statale Diaoyutai negli antichi giardini della capitale, ha affermato che le relazioni tra le due maggiori economie del mondo stanno “iniziando a stabilizzarsi” dopo che i leader Joe Biden e Xi Jinping si sono incontrati in un vertice di novembre.

Ti potrebbe interessare anche:

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su Sostienici


Opinioni dei Lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi con * sono obbligatori



[There are no radio stations in the database]