3 giugno 2024 – Notiziario Mondo

Scritto da in data Giugno 3, 2024

Ascolta il podcast

  • Israele respinge l’accordo di Biden che dice che era stato proposto da Israele.
  • Messico: secondo gli exit poll, Sheimbaum sarà la prima donna presidente
  • Islanda: Halla Tomashottir la nuova presidente.
  • Sri Lanka, nella morsa della pioggia incessante, oggi scuole chiuse.

Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets a cura di Barbara Schiavulli

Israele e Palestina

■ OSTAGGI/CESSATE-FUOCO: Due giorni dopo che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha presentato quella che ha definito una proposta israeliana per porre fine alla guerra contro Hamas, è chiaro che il primo ministro Benjamin Netanyahu non ha abbracciato gli aspetti chiave dell’accordo.

Mentre la guerra a Gaza si avvicina al suo ottavo mese, l’impasse tra Israele e Hamas sullo scambio di ostaggi con prigionieri rimane invariato: Israele sospenderà i combattimenti ma non smetterà fino a che le strutture governative e militari di Hamas rimarranno intatte, mentre Hamas libererà gli ostaggi solo se sarà garantito un cessate il fuoco permanente.

Biden ha presentato venerdì un piano in tre fasi che, secondo lui, è appunto di Israele: una tregua di sei settimane che prevede scambi di ostaggi-prigionieri e maggiori aiuti, seguita da un cessate il fuoco permanente e dalla rimozione delle forze israeliane da Gaza, e un piano in tre fasi con infine, un’imponente ricostruzione.

Hamas ha affermato di accogliere con favore qualsiasi proposta “basata su un cessate il fuoco permanente” così come su “un ritiro totale dalla Striscia di Gaza”.

Funzionari israeliani affermano che il piano che hanno concordato non include un cessate il fuoco permanente, e Netanyahu ha rilasciato due dichiarazioni durante il fine settimana contraddicendo Biden.

Sabato funzionari della Casa Bianca hanno detto ai giornalisti che i commenti di Netanyahu erano legati alla politica interna e facevano parte di uno sforzo per placare il suo fianco di destra che minaccia di lasciare il governo se si firmerà un accordo.

Sempre sabato,  il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato di aver accettato l’invito dei leader del Congresso a intervenire in una sessione congiunta del Congresso a Washington.

Netanyahu ha scritto su X di essere “entusiasta” di avere l’opportunità di parlare alla Camera e al Senato e ha detto che avrebbe presentato la “verità” sull’attacco israeliano a Gaza.

■ GAZA: Durante una visita al Comando Sud di Israele, il ministro della Difesa Yoav Gallant ha detto che Israele sta “ preparando un organo di governo alternativo ” per sostituire Hamas dopo la guerra, aggiungendo che il piano è quello di “isolare le regioni , eliminare i membri di Hamas e inserire altre forze che consentiranno un governo diverso che sfidi Hamas”.

In un incontro con le delegazioni degli Stati Uniti e di Israele al Cairo, l’Egitto ha mantenuto la sua posizione secondo cui Israele deve ritirarsi dal lato palestinese del valico di Rafah per poter funzionare di nuovo, ha riferito la TV egiziana al Qahera News.

Il ministero degli Esteri del Qatar ha condannato il tentativo di Israele di designare l’UNRWA come “organizzazione terroristica” dopo che la settimana scorsa la Knesset ha approvato una mozione preliminare che approvava la mossa.

L’agenzia di stampa palestinese Wafa afferma che sei tra donne e bambini sono rimasti uccisi e altre 15 persone ferite in un bombardamento israeliano che stanotte ha colpito una casa del campo profughi di Bureij, nel centro della Striscia di Gaza.

Nelle ultime 36 ore sono almeno 60 le persone uccise nella Striscia.

Secondo il Ministero della Sanità di Gaza, controllato da Hamas, dall’inizio della guerra almeno 36.439 palestinesi sono stati uccisi e 82.627 feriti.

Secondo un’immagine satellitare analizzata da Planet Labs e pubblicata sul Financial Times, il 40% degli edifici di Rafah sono stati danneggiati o distrutti.

Da quando l’invasione è iniziata all’inizio di maggio, Israele ha bombardato la città e ha utilizzato i carri armati in un’invasione di terra per ridurre in macerie aree della città.

■ ISRAELE: Decine di migliaia di israeliani hanno protestato contro il governo e a sostegno della proposta di rilascio degli ostaggi presentata dal presidente degli Stati Uniti Biden in diverse località del paese , tra cui Tel Aviv, Gerusalemme, Haifa, Cesarea e Be’er Sheva.

■ LIBANO: Le forze israeliane hanno intensificato drammaticamente gli attacchi aerei contro il Libano meridionale durante il fine settimana, sostenendo di aver colpito 40 “obiettivi militari” nelle ultime 72 ore.

Sabato i bombardamenti hanno colpito i villaggi lungo il confine meridionale. Israele ha attaccato il villaggio di Siddikine, situato vicino alla città di Tiro, e ha ferito circa 16 bambini di età compresa tra 4 e 14 anni.

Domenica, le forze israeliane hanno attaccato una casa nel villaggio meridionale di Houla, uccidendo due fratelli che lavoravano come pastori.

Israele ha presentato l’escalation di attacchi di domenica come risposta all’abbattimento di uno dei suoi droni il giorno prima.

SIRIA: Almeno 12 combattenti filo-regime sono stati uccisi stanotte in un attacco israeliano che ha colpito una fabbrica della città siriana nordoccidentale di Hayyan, vicino ad Aleppo: lo afferma l’Osservatorio siriano per i diritti umani, ong con sede nel Regno Unito.

STATI UNITI: Più di 3.000 persone si sono messe in fila sulla Fifth Avenue dietro un grande striscione con la scritta “Bring Them Home Now” prima dell’annuale Israel Parade a New York City , il gruppo più numeroso che abbia mai marciato nella parata annuale, secondo gli organizzatori.

■ HOUTHI: il CENTCOM ha affermato che i militari americani hanno distrutto un drone e due missili balistici antinave lanciati dagli Houthi sostenuti dall’Iran nel Mar Rosso meridionale.

■ MALDIVE: Il presidente delle Maldive, Mohamed Muizzu, ha annunciato che ai titolari di passaporto israeliano sarà vietato l’ingresso e che il governo istituirà una campagna di raccolta fondi per i palestinesi in collaborazione con l’UNRWA.

Le Maldive, una piccola repubblica islamica composta da oltre 1.000 isolotti corallini strategicamente posizionati, sono famose per le sue appartate spiagge di sabbia bianca, le poco profonde lagune turchesi e le fughe in stile Robinson Crusoe.

I dati ufficiali hanno mostrato che il numero di israeliani che hanno visitato le Maldive è sceso a 528 nei primi quattro mesi di quest’anno, in calo dell’88% rispetto al corrispondente periodo dell’anno scorso.

In risposta al divieto, un portavoce del Ministero degli Affari Esteri israeliano ha esortato i cittadini a evitare i viaggi alle Maldive.

Iran

L’ex presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad si è candidato per le elezioni presidenziali, dopo che un incidente in elicottero ha ucciso il presidente Raisi.

Tuttavia Ahmadinejad potrebbe essere escluso dalla corsa: il Consiglio dei Guardiani vaglierà i candidati e pubblicherà una lista di quelli qualificati l’11 giugno.

Quando Ahmadinejad era in carica ha sfidato apertamente il consiglio e per questo il suo tentativo di candidarsi nel 2021 fu bloccato.

Somalia

Il comando americano per l’Africa ha annunciato di aver lanciato venerdì un attacco aereo nel nord-est della Somalia in cui sarebbero stati uccisi tre membri dell’Isis.

AFRICOM ha affermato che la sua “valutazione iniziale” ha rilevato che tre militanti dell’Isis sono stati uccisi e nessun civile è stato ferito.

Tuttavia, il comando è noto per sottostimare le vittime civili e le operazioni militari statunitensi in Somalia sono avvolte nel segreto.

Sud Africa

L’African National Congress ha perso il suo monopolio politico in Sud Africa per la prima volta da quando, 30 anni fa, sconfisse l’ultimo regime guidato dai bianchi.

L’ANC ha ricevuto solo circa il 40% dei voti, un forte calo rispetto al quasi 58% ottenuto dal partito nelle elezioni del 2019 e ben lungi dall’ottenere la maggioranza assoluta.

Il partito, che ha raggiunto il successo internazionale grazie a Nelson Mandela, avrà ora due settimane per mettere insieme un governo con uno o più partiti rivali.

Senza la maggioranza assoluta, l’ANC non potrà più scegliere personalmente il presidente del paese, e il presidente Cyril Ramaphosa potrebbe non avere un secondo mandato.

Una domanda importante è se l’ANC abbraccerà o eviterà Jacob Zuma, il suo ex leader, che si è dimesso da presidente nel 2018 a causa delle accuse di corruzione.

Contesto: la criminalità dilagante, la carenza di elettricità e acqua e uno dei tassi di disoccupazione più alti al mondo hanno portato all’esasperazione nei confronti dell’ANC, soprattutto tra i giovani sudafricani .

Serbia

Il Partito del progresso serbo (Sns, conservatore), guidato dal premier Milos Vucevic e che fa capo al presidente Aleksandar Vucic, ha largamente vinto le elezioni amministrative svoltesi  a Belgrado e in altri 66 Comuni.

Germania

È allarme acqua alta nel sud della Germania, dove da ieri la pioggia ininterrotta sta provocando gravi incidenti e fortissimi danni, con la rottura di più dighe.

E c’è già una vittima: un vigile del fuoco è morto a Pfaffenhofen ad der Ilm, nell’alta Baviera, mentre era in servizio per i soccorsi.

La tensione nel Land di Monaco è altissima, e diversi comuni hanno già decretato lo stato di emergenza a causa di calamità naturale.

Un agente di polizia di 29 anni è morto ieri dopo essere stato accoltellato ripetutamente durante un attacco avvenuto durante una manifestazione anti-islamica in Germania.

Un uomo armato di coltello ha aggredito e ferito diverse persone venerdì nella piazza del mercato della città di Berlino.

Mannheim, nel sud-ovest della Germania. Cinque persone che partecipavano a una manifestazione organizzata da Pax Europa, un gruppo che si batte contro l’Islam radicale, sono rimaste ferite nell’attacco.

Islanda

Sarà Halla Tomasdottir la nuova presidente dell’Islanda.

L’imprenditrice, 55 anni, si è aggiudicata la corsa tutta al femminile per la carica, ribaltando i pronostici della vigilia.

Si tratta della seconda volta nella storia della terra del ghiaccio e del fuoco che una donna ricopre il ruolo di capo di Stato, dopo Vigdis Finnbogadottir, in carica dal 1980 al 1996.

 In Islanda la figura del presidente ricopre una posizione prevalentemente cerimoniale, agendo come garante della costituzione e dell’unità nazionale. Ha tuttavia il potere di veto legislativo e di indire referendum.

Fondatrice di Audur Capital, una società di investimento fondata nel 2007 per promuovere i valori femminili nel settore finanziario, Tomasdottir non ha esperienze pregresse in politica.

Amministratrice delegata di The B Team, un’organizzazione no-profit fondata dal miliardario britannico Richard Branson per promuovere nelle pratiche commerciali che rispettano i valori umanitari e il clima, durante la sua campagna ha espresso l’intenzione di rendere l’Islanda un modello per soluzioni sostenibili ed ecologiche e ha sostenuto l’uguaglianza per tutti e un contratto sociale basato sulla giustizia, pace e inclusione.

Russia e Ucraina

Le forze russe stanno avanzando su tutti i fronti in Ucraina e solo quest’anno hanno conquistato 880 chilometri quadrati di territorio, ha detto il ministro della Difesa russo Andrei Belousov.

Se confermato, la Russia avrebbe ottenuto più guadagni negli ultimi cinque mesi che nell’intero 2023, quando la linea del fronte è rimasta sostanzialmente statica nonostante la controffensiva ucraina in estate .

Il New York Times ha rintracciato come una rete di funzionari russi abbia trasferito permanentemente 46 bambini dall’Ucraina alla Russia , dove molti sono in adozione.

Stati Uniti

Sally Buzbee, direttrice esecutiva del Washington Post dal 2021, si è dimessa: lo ha annunciato ieri sera lo stesso quotidiano statunitense, citando il suo editore e ceo William Lewis.

Prima donna a dirigere la redazione del Wp, la Buzbee sarà sostituita da Matt Murray, ex caporedattore del Wall Street Journal.

Donald Trump ha dichiarato ieri che accetterà la reclusione domiciliare o il carcere dopo la sua storica condanna per accuse penali da parte di una giuria di New York la scorsa settimana, ma che sarà difficile per il pubblico accettarlo.

La condanna di Trump è prevista per l’11 luglio, quattro giorni prima che i repubblicani si riuniscano per scegliere formalmente il loro candidato presidenziale che affronterà il presidente democratico Joe Biden nelle elezioni di novembre.

Messico

La favorita Claudia Sheinbaum è destinata a diventare la prima donna presidente del Messico con una vittoria storica, suggeriscono gli exit poll.

I sondaggisti avevano previsto che l’ex sindaca di Città del Messico, 61 anni, avrebbe ottenuto il 56% dei voti nelle elezioni di domenica, battendo in modo convincente la sua principale rivale, l’imprenditrice Xóchitl Gálvez.

Il partito Morena di Sheinbaum ha già ottenuto la vittoria, ma Gálvez ha invitato i suoi sostenitori ad attendere i risultati ufficiali, che dovrebbero essere annunciati oggi.

Gli elettori hanno anche eletto tutti i membri del Congresso messicano e i governatori di otto stati, nonché il capo del governo di Città del Messico, in una campagna segnata da violenti attacchi.

Il governo ha affermato che più di 20 candidati locali sono stati uccisi in tutto il Messico, anche se indagini private stimano il totale a 37.

Due persone sono state uccise ieri in due attacchi ai seggi elettorali nello stato di Puebla, hanno detto funzionari.

Sheinbaum, scienziata che ha diretto Città del Messico nel 2018-23, ha il sostegno del presidente uscente, Andrés Manuel López Obrador.

López Obrador, al potere dal 2018, non poteva candidarsi nuovamente per la carica più alta, poiché secondo la costituzione del Messico, i presidenti sono limitati a un unico mandato di sei anni.

Sebbene molte delle promesse fatte dal presidente López Obrador al momento del suo insediamento siano rimaste disattese, i suoi sforzi per ridurre la povertà e aiutare gli anziani messicani sono stati apprezzati dai beneficiari di questi programmi sociali.

I timori per la sicurezza hanno dominato le preoccupazioni di molti elettori alle urne e Sheinbaum avrà il compito di contrastare la criminalità organizzata.

Durante il mandato del presidente uscente Andres Manuel Lopez Obrador sono state uccise più persone che durante qualsiasi altra amministrazione nella storia moderna del Messico, anche se il tasso di omicidi è diminuito durante il suo mandato.

“Non avrei mai immaginato che un giorno avrei votato per una donna”, ha detto domenica Edelmira Montiel, 87 anni, sostenitrice di Sheinbaum nel più piccolo stato del Messico, Tlaxcala.

«Prima non si poteva nemmeno votare, e quando si poteva, era per votare per la persona per cui tuo marito ti diceva di votare. Grazie a Dio questo è cambiato e posso viverlo”, ha aggiunto Montiel.

Ecuador

 Le forze armate dell’Ecuador hanno sequestrato un semi-sommergibile dei narcos, con una capacità di trasporto fino a otto tonnellate di droga.

L’imbarcazione, lunga più di 20 metri, in grado di trasportare, oltre alla droga, fino a quattro membri di equipaggio, è stata trovata nell’area di San Lorenzo, sulla costa nord dell’Ecuador, vicino al confine con la Colombia, in una specie di cantiere navale nascosto in una palude di mangrovie, con accesso diretto all’oceano Pacifico.

I militari stimano di aver inferto un danno da svariati milioni di dollari alle economie criminali.

Argentina

Un uomo d’affari argentino, Ricardo Adolfo La Regina che, utilizzando una ruspa, ha sterminato più di cento pinguini di Magellano e raso al suolo 292 nidi schiacciando uova e pulcini, potrebbe essere condannato a quattro anni di carcere nel primo caso di ecocidio dell’America Latina.

Lo scempio, avvenuto tra il 10 agosto e il 4 dicembre 2021, in un ranch che confina con l’area naturale protetta di Punta Tombo, nel cuore della Patagonia.

L’area fa parte della riserva della Biosfera Patagonia Azul, designata dall’Unesco nel 2015, poiché le coste vicino a Punta Tombo ospitano la più grande colonia di pinguini di Magellano al mondo, e rappresentano la casa di quasi il 40% della sua popolazione globale.

Brasile

Più di 3 milioni di persone (secondo i dati degli organizzatori) hanno partecipato alla 28ma edizione della Parata dell’orgoglio Lgbt+ di San Paolo, sull’avenida Paulista, riappropriandosi dei colori della bandiera brasiliana, negli ultimi anni associati ai sostenitori dell’ex presidente conservatore Jair Bolsonaro.

India

Il primo ministro Narendra Modi dovrebbe vincere un terzo mandato dopo l’annuncio dei risultati delle elezioni generali di domani.

Ma il più grande esercizio democratico della storia, elezioni indiane, ha portato con sé un’ondata di falsi post sui social media e messaggi istantanei, che vanno dai video manipolati alle immagini non correlate con false didascalie.

Raqib Hameed Naik, dell’India Hate Lab con sede negli Stati Uniti , ha affermato di aver “assistito a una portata di disinformazione senza precedenti” durante le elezioni .

Con sette fasi di votazione estese nell’arco di sei settimane, i fact checker dell’AFP hanno effettuato 40 debunking legati alle elezioni attraverso il divario politico dell’India.

Sri Lanka

Le forti piogge monsoniche nello Sri Lanka hanno ucciso almeno 15 persone e ne hanno colpite oltre 19.000, l’elettricità è stata interrotta in diverse aree e le scuole sono state dichiarate chiuse per oggi in previsione di ulteriori piogge e inondazioni.

Corea del Nord

La Corea del Nord ha dichiarato ieri sera che sospenderà temporaneamente l’invio di palloncini pieni di spazzatura alla Corea del Sud. Ne ha lanciati almeno 1000.

Il vice ministro della Difesa nordcoreano Kim Kang-il ha affermato che il Nord ha permesso ai sudcoreani di “sperimentare quanto sia spiacevole” ripulire la carta straccia che era stata sparsa nel Nord qualche giorno prima.

Ha descritto i lanci di palloncini sporchi del Nord come “contromisure” contro i volantini anti-regime inviati dalla Corea del Sud da disertori e gruppi per i diritti umani.

Kim ha detto che la Corea del Nord riprenderà a lanciare tali palloncini attraverso il confine intercoreano se i volantini anti-Nord riappariranno a Pyongyang.

 Funzionari sudcoreani hanno detto che potrebbero rispondere diffondendo musica K-pop attraverso il confine intercoreano.

Giappone

Un forte terremoto di magnitudo 5,9 ha scosso il 3 giugno l’area del Giappone centrale che era stata colpita da una scossa devastante a gennaio, ha detto l’Agenzia meteorologica giapponese (JMA), ma non c’era pericolo di tsunami.

Tre case sono crollate ma non ci sono notizie di morti o feriti.

Potrebbe interessarti anche:

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su Sostienici


Opinioni dei Lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi con * sono obbligatori



[There are no radio stations in the database]