15 maggio 2024 – Notiziario Mondo

Scritto da in data Maggio 15, 2024

Ascolta il podcast

  • Il 15 maggio in Palestina si commemora la Nakba, la catastrofe.
  • Da Biden a Israele, un miliardo di dollari in armi, salgono le tensioni a Rafah.
  • Georgia: manifestanti in piazza dopo che è passato il decreto chiamato la “legge russa”.
  • Onu: Quasi 76 milioni di sfollati interni nel 2023.
  • La Francia sostiene le controverse modifiche al voto in Nuova Caledonia nel pieno di disordini.
  • Australia: wistleblower condannato a cinque anni.

Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets a cura di Barbara Schiavulli

I palestinesi di tutto il mondo oggi celebrano la Nakba, il 15 maggio, che significa “catastrofe” in arabo, riferendosi alla pulizia etnica della Palestina nel 1948.

Questo è anche il giorno in cui lo stato ebraico Israele venne alla luce quando scadeva il Mandato Britannico, un mandato della Società delle Nazioni progettato per il controllo britannico sulla Palestina e sulla Transgiordania, e le parti interessate sioniste ne dichiararono l’istituzione, innescando la prima guerra arabo-israeliana.

Formalmente, la giornata è stata inaugurata dal leader palestinese Yasser Arafat nel 1998, ma è stata riconosciuta come il giorno dell’inizio dell’assalto israeliano alla Terra Santa dal 1949.

 

La Nakba significa l’espulsione forzata di almeno 750.000 palestinesi dal territorio da parte delle forze sioniste.

Nel 1949, quasi 15.000 palestinesi furono uccisi in atrocità di massa, bombardamenti, saccheggi e massacri sponsorizzati.

Il neonato Israele è stato suddiviso nel 78% della Palestina storica, mentre il restante 22% è stato diviso in quelle che oggi sono la Cisgiordania occupata e la Striscia di Gaza.

Per i palestinesi di tutto il mondo, il Giorno della Nakba segna l’inizio di un sanguinoso genocidio, di sfollamenti su larga scala, dell’occupazione della Terra Santa e del rifiuto da parte di Israele del diritto di tornare nella loro terra.

Per molti, la guerra di Israele a Gaza negli ultimi sette mesi è un altro capitolo genocida.

Buongiorno e benvenuti nelle notizie che vi raccontano il mondo che ci circonda, sono Barbara Schiavulli e questi i titoli di oggi

Il 15 maggio in Palestina commemora la Nakba, la catastrofe. Da Biden a Israele, un miliardo di dollari in armi, salgono le tensioni a Rafah. Georgia: manifestanti in piazza dopo che è passato il decreto chiamato la “legge russa”. Onu: Quasi 76 milioni di sfollati interni nel 2023. La Francia sostiene le controverse modifiche al voto in Nuova Caledonia nel pieno di disordini. Australia: wistleblower condannato a cinque anni.

Israele e Palestina

■ ICJ: La Corte Internazionale di Giustizia dell’Aia terrà udienze per discutere le nuove misure di emergenza richieste dal Sud Africa per gli attacchi israeliani a Rafah, ha detto il tribunale. Il Sudafrica presenterà il suo caso giovedì e Israele risponderà venerdì .

■ ISRAELE-USA: L’amministrazione Biden ritiene che Israele abbia concentrato forze sufficienti alla periferia di Rafah per effettuare un assalto completo alla città nei prossimi giorni , ha riferito la CNN, citando due fonti senior dell’amministrazione che hanno osservato che non è chiaro se Israele ha deciso di effettuare un simile attacco.

L’amministrazione Biden ha detto ai principali legislatori che invierà più di 1 miliardo di dollari in armi e munizioni aggiuntive a Israele , hanno detto martedì tre assistenti del Congresso. Ma non è ancora noto quando le armi sarebbero state consegnate.

■ GAZA: L’IDF ha affermato che le truppe stanno operando contro squadre militanti armate nella parte orientale di Rafah e nell’area del valico di frontiera di Rafah.

I carri armati israeliani si sono spinti più in profondità a Rafah martedì mattina, secondo gli abitanti di Gaza, entrando nei quartieri di Al-Jneina, Al-Salam e Al-Brazil.

L’attività militare israeliana si è ampliata anche nel campo profughi di Jabalya, a nord di Gaza City.

Quasi 450.000 persone hanno lasciato la città di Rafah nell’arco di una settimana per sfuggire ai pesanti combattimenti, ha detto l’ONU, aggiungendo che più di mezzo milione di palestinesi sono stati sfollati negli ultimi giorni a causa dei combattimenti nel sud e nel nord di Gaza.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha chiesto un’indagine approfondita sulla morte di un membro dello staff delle Nazioni Unite dopo che un veicolo con marchio ONU su cui viaggiava è stato colpito domenica a Rafah.

Il vice portavoce di Guterres ha detto che le Nazioni Unite stavano ancora raccogliendo informazioni sull’incidente, e in seguito ha confermato che l’uomo ucciso era un membro dello staff internazionale, segnando la prima morte di questo tipo delle Nazioni Unite nella guerra di Gaza.

Secondo il Ministero della Sanità di Gaza, controllato da Hamas, dall’inizio della guerra almeno 35.173 palestinesi sono stati uccisi e 79.061 feriti.

Le Nazioni Unite hanno affermato che si ritiene che donne e bambini costituiscano almeno il 56% delle persone uccise a Gaza dall’inizio della guerra.

■ EGITTO: Il Cairo sta valutando la possibilità di ridimensionare i suoi rapporti diplomatici con Israele a causa della sua decisione di lanciare un’operazione a Rafah, hanno detto funzionari egiziani al Wall Street Journal, aggiungendo che Israele ha dato all’Egitto un preavviso di poche ore prima di iniziare ad operare a Rafah e prendere il controllo del valico di frontiera tra Gaza e l’Egitto.

■ ISRAELE: Migliaia di israeliani, compresi i ministri del governo Netanyahu , hanno partecipato martedì a una marcia che chiedeva di rioccupare Gaza .

Dopo che lunedì quasi 100 israeliani hanno bloccato e danneggiato un convoglio umanitario in viaggio verso Gaza, due camion del convoglio sono stati dati alle fiamme lunedì sera in Cisgiordania.

La polizia israeliana e l’IDF si sono scambiati accuse di colpa riguardo a chi fosse responsabile di sorvegliare il convoglio.

Il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, Jake Sullivan, ha definito l’incidente ” completamente e del tutto inaccettabile “.

Decine di manifestanti hanno bloccato due incroci nel nord di Israele, chiedendo una soluzione al conflitto nel nord che consenta loro di tornare alle proprie case.

■ OSTAGGI/CESSATA DEL FUOCO: colloqui su un accordo di rilascio degli ostaggi/cessate il fuoco hanno raggiunto una situazione di stallo a causa delle operazioni israeliane a Rafah , ha detto il primo ministro del Qatar Mohammed Al-Thani, aggiungendo che la differenza fondamentale tra le due parti riguarda la fine della guerra. “C’è un partito che vuole porre fine alla guerra e poi parlare degli ostaggi, e c’è un altro partito che vuole gli ostaggi e vuole continuare la guerra”.

Cisgiordania: dopo che lunedì sera un gruppo di israeliani di estrema destra ha appiccato il fuoco a camion di aiuti diretti a Gaza , l’IDF ha assicurato il passaggio di un camion di aiuti attraverso il valico di frontiera di Tarqumiyah vicino a Hebron in Cisgiordania.

■ LIBANO: L’IDF ha affermato che l’aeronautica ha attaccato obiettivi di Hezbollah nel sud del Libano. Uccise due persone tra cui anche un comandante sul campo.

Quattro missili anticarro e quattro razzi sono stati lanciati sul nord di Israele.

Onu e sfollati

Il numero di persone che vivono in condizioni di sfollamento interno è salito alla cifra record di 75,9 milioni lo scorso anno, secondo un nuovo rapporto sostenuto dalle Nazioni Unite martedì.

L’anno ha visto anche quasi 47 milioni di nuovi sfollati interni, evidenziando l’urgente necessità di sforzi di protezione e prevenzione, secondo l’Organizzazione internazionale delle Nazioni Unite per le migrazioni (OIM) , che ha fornito i dati per la relazione.

Il rapporto cita il conflitto e la violenza come i principali responsabili dello sfollamento, che ha sradicato circa 20,5 milioni di persone nel 2023.

Quasi il 30% di questi si è verificato in Sudan , mentre rappresenta il 17%, ovvero 3,4 milioni negli ultimi tre mesi dell’anno.

Anche i disastri naturali hanno continuato a costringere milioni di persone ad abbandonare le proprie case.

Nel 2023, disastri come il ciclone Freddy nell’Africa sudorientale, terremoti in Turchia e in SiriaCiclone Mocha nell’Oceano Indiano ha portato a 26,4 milioni di sfollati, pari al 56% del totale dei nuovi spostamenti interni.

In particolare, si è verificato un aumento degli sfollamenti indotti dai disastri nei paesi ad alto reddito, evidenziato dalla stagione degli incendi senza precedenti in Canada, che ha causato 185.000 sfollati interni.

Iran

Il regista Mohammad Rasoulof è fuggito dal paese dopo che un tribunale lo ha condannato a otto anni di prigione per i suoi film.

Algeria

Le autorità giudiziarie di Djelfa, 300 km a sud di Algeri, capitale dell’Algeria, hanno arrestato un uomo accusato di aver sequestrato per circa trent’anni un vicino di casa, trovato ieri sano e salvo, seppure in stato di grave abbandono, in una buca coperta di fieno in un allevamento di pecore.

La persona scomparsa (B.A.) è stata ritrovata e il sospetto, di 61 anni, proprietario della casa, è stato arrestato”, aggiunge la nota.

“La Procura ha ordinato un trattamento medico e psicologico per la vittima e il sospetto sarà portato davanti alla Procura non appena l’indagine sarà completata”, ha precisato il tribunale.

La nota conclude sottolineando che “l’autore di questo efferato crimine sarà perseguito con tutta la severità richiesta dalle leggi della Repubblica”.

Sui social algerini è diventato virale il video del ritrovamento dell’uomo, ritrovato in uno stato pietoso, con abiti trasandati e una lunga barba.

Secondo quanto riportato dai media locali algerini, la famiglia della vittima riteneva in precedenza che fosse stata rapita e uccisa da gruppi terroristici islamici armati attivi in Algeria negli anni ’90, quando aveva solo 16 anni.

Angola

Negli ultimi cinque anni il governo angolano ha investito più di 30 milioni di dollari in programmi di adattamento ai cambiamenti climatici per mitigare gli effetti della siccità e delle tempeste più intense, ha dichiarato lunedì il segretario di Stato per l’Ambiente, Yuri dos Santos. Provincia del Namibia.

“Lavoriamo insieme per trovare soluzioni innovative e sostenibili alle sfide che ci troviamo ad affrontare, perché i crimini ambientali non possono essere ignorati.

L’attuazione di pene detentive più severe per gli autori di questi reati è un chiaro messaggio che la distruzione dell’ambiente non sarà tollerato e che le conseguenze saranno applicate rigorosamente”, ha sottolineato.

Francia

Si chiama Mohamed Amra detto ‘la mosca’ il detenuto in fuga, liberato ieri dopo un sanguinoso assalto in Normandia al furgone che lo trasportava dall’ufficio del giudice istruttore al carcere, dove sconta una condanna a 18 mesi. Due i poliziotti morti.

 ‘La mosca’ sarebbe un noto trafficante di droga, secondo quanto si apprende, che la giustizia è riuscita a condannare soltanto per un tentato omicidio ma è sotto inchiesta per rapine e per aver ucciso un uomo vicino a Marsiglia.

Secondo Le Parisien, che cita una fonte del carcere in cui era detenuto, due giorni fa Mohamed Amra aveva tentato di segare le sbarre della sua cella ed era stato trasferito in una zona del carcere diversa per motivi disciplinari.

Germania

Un tribunale ha multato un politico di estrema destra per aver utilizzato uno slogan nazista vietato durante un discorso per la campagna elettorale del 2021.

Georgia

Con l’approvazione della controversa legge sulle “influenze straniere”, che secondo molti limiterà le libertà democratiche dei georgiani, ci sono stati scontri tra le forze dell’ordine e migliaia di cittadini che protestano da giorni fuori dalla sede del Parlamento di Tiblisi.

Alcuni manifestanti hanno sfondato le barricate d’acciaio installate intorno al perimetro della Camera dei deputati.

 La polizia in tenuta antisommosa ha reagito con i cannoni ad acqua per disperdere la folla.

Russia e Ucraina

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha annullato la visita che avrebbe effettuato a Madrid venerdì prossimo, secondo fonti della Casa del Re citate dall’agenzia spagnola Efe.

Il Palazzo della Zarzuela non ha spiegato i motivi della cancellazione della visita

L’Ucraina ha introdotto blackout di emergenza in tutte le regioni del Paese dopo che gli attacchi russi alle centrali elettriche le ha rese incapaci di rispondere al calo delle temperature.

Lo ha annunciato l’operatore energetico statale Ukrenergo.

Gli agenti di sicurezza russi hanno arrestato ieri il tenente generale Yuri Kuznetsov , un generale anziano, con l’accusa di corruzione “su larga scala”, secondo il comitato investigativo russo, un’agenzia federale di polizia.

La sua detenzione è avvenuta pochi giorni dopo che Vladimir Putin, il presidente russo, ha inaspettatamente sostituito il suo ministro della Difesa di lunga data, Sergei Shoigu.

I pubblici ministeri hanno affermato che il generale Kuznetsov ha ricevuto una tangente da “interessi commerciali” tra il 2021 e il 2023, quando lavorava alla protezione dei segreti di stato.

I pubblici ministeri hanno affermato che gli agenti di sicurezza hanno scoperto contanti equivalenti a 1 milione di dollari e oggetti di lusso durante una perquisizione nella sua casa.

Antony Blinken, il segretario di stato americano, ha fatto ieri una visita a sorpresa a Kiev per incontrare il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Si prevede che il presidente russo Vladimir Putin si recherà in Cina alla fine di questa settimana per visitare Xi Jinping, il leader cinese.

Russia

La Corte Suprema russa ha respinto l’appello dell’oppositore Kara-Murza contro la condanna a 25 anni di reclusione inflittagli per essersi schierato contro l’invasione dell’Ucraina.

Canada

E’ morta Alice Munro, la scrittrice canadese e premio Nobel, ampiamente considerata una maestra del racconto. Aveva 92 anni.

Stati Uniti

Michael Cohen, ex faccendiere di Donald Trump, è tornato ieri alla sbarra per affrontare gli avvocati dell’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan, nonché il team legale di Donald Trump, nel caso contro l’ex presidente.

Cohen ha detto ai giurati di aver ricevuto assegni mensili – la maggior parte recanti la firma dell’ex presidente – che presumibilmente facevano parte di un accordo legale di “conservazione”, ma che in realtà erano rimborsi per i soldi nascosti che aveva pagato alla porno star Stormy Daniels, che sostiene che aveva una relazione sessuale con Trump.

La testimonianza di Cohen è stata il primo e unico resoconto personale che collegava Trump ai documenti al centro del suo caso.

In una raffica di domande, gli avvocati di Trump hanno cercato di ritrarre Cohen come un opportunista.

Il principale avvocato di Trump, Todd Blanche, ha insistito su Cohen riguardo ai suoi post sui social media, ai suoi sforzi per monetizzare la sua faida con l’ex presidente, alla sua storia criminale e al suo desiderio di vedere Trump dietro le sbarre.

Il presidente Biden aumenterà drasticamente le tariffe su prodotti cinesi per un valore di circa 18 miliardi di dollari , compreso un forte aumento sui veicoli elettrici.

Colombia

In crescita nel 2023 il numero di sfollati interni in Colombia, a causa di conflitti, violenza, ma anche per disastri.

Emerge da un rapporto pubblicato dall’Internal displacement monitoring center.

Secondo lo studio, alla fine del 2023, erano circa 5,1 milioni le persone che vivevano in condizioni di sfollamento interno a causa di conflitti e violenze nel Paese sudamericano, in aumento rispetto ai 4,8 milioni del 2022 e quarta cifra più alta a livello mondiale.

Il Paese ha anche registrato il secondo numero più alto di sfollati per disastri nelle Americhe nel 2023, con 351.000 persone.

Si tratta di un aumento del 25% rispetto al 2022.

Brasile

L’amministratore delegato della compagnia petrolifera statale brasiliana Petrobras è stato licenziato, ha annunciato martedì il governo.

La decisione segue una recente disputa tra Petrobras e gli azionisti sul pagamento dei dividendi, che ha accresciuto le preoccupazioni sull’influenza del governo nel processo decisionale della società quotata in borsa.

Jean Paul Prates, ex senatore dello stato e alleato del presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva, “è stato licenziato”, ha detto martedì sera un portavoce presidenziale.

Perù

La comunità scientifica e gli attivisti per i diritti delle persone Lgbtiq+ del Perù sono insorti dopo la pubblicazione di un decreto in cui il governo classifica la diversità di genere e sessuale come una malattia.

India

È salito ad almeno 14 il bilancio delle vittime del crollo del cartellone pubblicitario a Mumbai. Forti venti hanno fatto cadere il cartello , che secondo i funzionari era stato affisso senza permesso.

Thailandia

Un’attivista politica tailandese è morta in custodia martedì (14 maggio), ha detto il dipartimento penitenziario, e un gruppo di assistenza legale ha detto che aveva intrapreso uno sciopero della fame parziale durante la sua detenzione preventiva con l’accusa di aver insultato la monarchia del paese.

Netiporn “Bung” Sanesangkhom, 28 anni, faceva parte di un piccolo gruppo anti-monarchia chiamato “Thaluwang”, un nome che si traduce in “frantumare il palazzo”, che organizzava azioni come sondaggi d’opinione che mettevano in discussione il potere della monarchia e organizzavano piccoli raduni in cerca di rilascio dei membri detenuti.

Era in carcere dal 26 gennaio di quest’anno. Inizialmente Netiporn è stato trattenuto per un mese con l’accusa di oltraggio alla corte relativa a una rissa con le guardie del tribunale nel 2023, ha detto il gruppo di assistenza legale Thai Lawyers for Human Rights.

Taiwan

Il ministero della Difesa di Taiwan ha riferito di aver rilevato 45 aerei e sei navi militari cinesi intorno all’isola nelle 24 ore alle 6 locali (mezzanotte in Italia), con un’impennata delle attività a cinque giorni dalla cerimonia di insediamento del presidente eletto William Lai.

Un totale di 26 aerei, si legge in una nota, ha attraversato la linea mediana dello Stretto di Taiwan o ha raggiunto la zona di identificazione di difesa aerea (Adiz) a nord e a sudovest, aggiornando il record del 2024 a fronte dei 20 aerei segnalati il 20 marzo.

Nuova Caledonia

La Francia ha inviato ulteriori squadroni di polizia per sedare le rivolte sull’isola della Nuova Caledonia nel Pacifico, dopo che l’arcipelago francese del Pacifico è stato scosso da una notte di rivolte contro una controversa riforma elettorale che ha fatto arrabbiare le forze indipendentiste.

Durante i disordini sono stati sparati colpi contro le forze di sicurezza, veicoli dati alle fiamme e negozi saccheggiati: la peggiore violenza di questo tipo in Nuova Caledonia dai disordini mortali degli anni ’80.

Secondo l’Alta commissione della repubblica francese della Nuova Caledonia sono state arrestate più di 130 persone.

Le riforme proposte permetterebbero ai residenti francesi che vivono in Nuova Caledonia da 10 anni di votare alle elezioni provinciali – una mossa che i leader locali temono possa diluire il voto degli indigeni Kanak pro-indipendenza.

Secondo i media francesi, l’Assemblea nazionale francese ha adottato la riforma costituzionale nella tarda serata di martedì, ora locale, ma per diventare legge dovrà ancora passare una seconda tornata.

La Nuova Caledonia, che si trova tra l’Australia e le Fiji, è uno dei numerosi territori francesi che si estendono sul globo dai Caraibi e dall’Oceano Indiano al Pacifico e che rimangono parte della Francia nell’era postcoloniale.

Anche se in tre occasioni ha rifiutato l’indipendenza nei referendum, l’indipendenza continua a mantenere il sostegno, in particolare tra gli indigeni Kanak.

Australia

Il giudice federale di Canberra, la capitale australiana, ha condannato l’informatore militare David McBride a quasi sei anni di prigione per aver divulgato materiale riservato che rivelava crimini di guerra australiani in Afghanistan.

Martedì mattina, ora locale, il giudice della Corte Suprema David Massop ha stabilito che “solo una pena detentiva è appropriata” e ha inflitto 68 mesi – 5 anni e 8 mesi.

Ex avvocato militare, McBride è stato accusato di aver rubato documenti governativi e di averli consegnati ai giornalisti dell’Australian Broadcasting Corporation, che ha rivelato omicidi insabbiati di civili disarmati da parte di soldati australiani in Afghanistan.

Un’indagine governativa durata quattro anni ha successivamente accertato 23 possibili crimini di guerra, compreso l’omicidio di 39 afghani.

La difesa di McBride si era basata sul fatto che la corte avesse accettato la sua tesi secondo cui il suo giuramento alla corona britannica gli dava il dovere, oltre all’obbedienza agli ordini militari, di informare invece l’intera nazione degli illeciti del governo.

I suoi avvocati hanno anche fatto appello ai principi di Norimberga secondo i quali i soldati hanno il dovere di infrangere il giuramento e di denunciare i crimini gravi.

Ti potrebbe interessare anche:

Tunisia, deportazioni e arresti di migranti

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su Sostienici


Opinioni dei Lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi con * sono obbligatori



[There are no radio stations in the database]