Una rosa, è una rosa, è una rosa, anzi 135

Scritto da in data Dicembre 23, 2020

A cura di Loretta Bondì e Silvia Vaccaro

Questa è una puntata atipica di Onda Lunga delle Funambole Radio Attive. Ma c’è un fil rouge consueto che la lega a molte delle nostre altre conversazioni, ovvero un’illustrazione di immaginazione, resilienza, senso di comunità.

Oggi Onda Lunga va quindi a passeggio con Ecaterina Schelling in un particolare punto di Roma. E ha 135 buone ragioni per farlo.

Sulla rampa che porta a Piazza del Popolo, proprio dietro alla Fontana del Nettuno, la vista che ci si apre davanti è mozzafiato. Ma per anni e anni se si abbassava lo sguardo a terra c’era solo una mini discarica: cartacce, rifiuti di ogni genere, erba incolta tra le belle panchine. Un altro dei tanti angoli meravigliosi della Capitale abbandonati al degrado.

Non più: invece dell’incuria deprimente, oggi ci rallegra un bellissimo roseto composto appunto da 135 esemplari diversi.

È nato per iniziativa di Ecaterina Schilling, moldava di origine e romana per elezione.

Ecaterina non è una floricoltrice. Ha lavorato per l’Organizzazione internazionale per le migrazioni − il programma canadese per l’integrazione dei migranti − e altre organizzazioni nel campo della migrazione e della lotta alla tratta di esseri umani. Recentemente è stata nominata dal Segretario generale dell’Onu al consiglio di amministrazione del Fondo dell’Onu contro la schiavitù.

Ci spiega come è nata l’idea del roseto, chi ha donato i fiori e chi se ne prende cura. Anche se è difficile immaginare il Tridente come una quartiere di Roma, Ecaterina ci racconta come sia riuscita a mobilitare energie di vicinato per creare il roseto e mantenerlo, e come ha coinvolto persone senza fissa dimora nell’impresa. Concludiamo con alcune riflessioni sul futuro di questa bella e olezzante iniziativa.

Cogliamo − è il caso di dirlo − infine l’occasione per inviare a tutte e a tutti auguri di buone feste, naturalmente… in forma di rosa!

In copertina: The_Roses_of_Heliogabalus – Wikipedia

 


[There are no radio stations in the database]