14 giugno 2024 – Notiziario Mondo

Scritto da in data Giugno 14, 2024

Ascolta il podcast

  • Gaza: 330 mila tonnellate di rifiuti non raccolti, gli effetti possono essere catastrofici.
  • Afghanistan: 1001 giorni senza scuola per le ragazze.
  • Sudan: Onu chiede la fine dell’assedio nel capoluogo del Darfur
  • Canada: nel 2030 niente più orsi polari

Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets a cura di Barbara Schiavulli

Israele, Palestina e Libano

■ LIBANO: Hezbollah ha lanciato sbarramenti senza sosta nel nord di Israele, tra cui oltre 40 razzi e almeno 5 droni esplosivi.

Due ventenni sono rimasti leggermente feriti in una raffica sparata sulle alture di Golan e sono stati segnalati 15 incendi.

Una fonte collegata a Hezbollah ha detto ad Al Jazeera che questo è stato l’attacco più esteso del gruppo contro Israele dall’8 ottobre .

Un portavoce del governo israeliano ha affermato che Hezbollah, il suo protettore iraniano e il governo di Beirut hanno “la piena responsabilità ” della spirale di violenza lungo il confine israelo-libanese, aggiungendo che “sia attraverso sforzi diplomatici, sia in altro modo, Israele ripristinerà la sicurezza nel nostro confine settentrionale”.

Un alto funzionario dell’amministrazione Biden ha dichiarato: “Siamo molto preoccupati per l’escalation sulla linea blu tra Israele e Libano nelle ultime due settimane” e l’ha descritta come una “grande escalation”.

I riservisti dell’IDF sono stati filmati mentre lanciavano una palla di fuoco con un trabucco verso il Libano, con l’intento di bruciare alberi e piante utilizzate da Hezbollah per nascondere le infrastrutture e l’attività delle truppe lungo il confine di Israele.

■ OSTAGGI/CESSATA DEL FUOCO: Il presidente Biden ha detto giovedì che non si aspetta che un accordo di cessate il fuoco a Gaza venga raggiunto tanto presto visto che il massacro e la fame dei palestinesi da parte di Israele continuano.

Riguardo ai vari cambiamenti che Hamas chiede di fare, si chiede un elenco di 100 palestinesi con condanne a lungo termine da rilasciare dal carcere israeliano, la revoca del blocco israeliano su Gaza, la libera circolazione delle persone e delle merci all’interno di Gaza e tre “interconne fasi continue” del cessate il fuoco .

Una fonte israeliana coinvolta nei negoziati per un cessate il fuoco ha detto ad Haaretz che, nonostante le richieste di Hamas, interpretate in Israele come un rifiuto della proposta, ” i colloqui continueranno attraverso mediatori del Qatar e dell’Egitto , in coordinamento con gli Stati Uniti, al fine di per vedere se è possibile raggiungere un accordo”,

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha invitato i membri del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, in particolare gli Stati Uniti, a fare pressione su Israele affinché stabilisca un cessate il fuoco a Gaza dopo che il Consiglio ha appoggiato una risoluzione elaborata dagli Stati Uniti a sostegno di una proposta di tregua all’inizio di questa settimana.

■ GAZA: Secondo il capo dell’OMS, a 1.600 bambini di Gaza sotto i 5 anni è stata diagnosticata e curata la malnutrizione acuta grave, e a 8.000 è stata diagnosticata la malnutrizione acuta.

L’IDF ha affermato che le operazioni a Rafah e nel centro di Gaza sono in corso .

Secondo il Ministero della Sanità di Gaza, controllato da Hamas, dall’inizio della guerra almeno 37.232 palestinesi sono stati uccisi e 85.037 feriti.

L’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi (UNRWA) ha avvertito dei rischi “catastrofici” per l’ambiente e la salute nella Striscia di Gaza a causa dell’accumulo di rifiuti nelle aree popolate della martoriata enclave.

“A partire dal 9 giugno, oltre 330.000 tonnellate di rifiuti si sono accumulate all’interno o in prossimità di aree popolate di tutta Gaza, ponendo rischi catastrofici per l’ambiente e la salute”, ha affermato l’UNRWA in una nota.

“I bambini frugano quotidianamente nella spazzatura.”

“L’accesso umanitario senza ostacoli e il cessate il fuoco ora sono cruciali per ripristinare condizioni di vita umane”, ha aggiunto.

Circa 50 palestinesi detenuti  da Gaza sono stati rilasciati da Israele, ha riferito l’agenzia di stampa turca Anadolu . Gli uomini rilasciati mostrano segni visibili di tortura.

Diversi uomini appaiono esausti, scarni e più magri del solito nelle fotografie.

Fonti palestinesi hanno detto che circa 33 degli uomini liberati sono stati portati all’ospedale Kamal Adwan , nel nord di Gaza, per cure mediche “a causa delle cattive condizioni di salute”.

 Vi invito a vedere il video straziante messo nella pagina del notiziario di Radio Bullets

■ CISGIORDIANA: forze militari israeliane hanno avuto uno scontro a fuoco con militanti palestinesi in un villaggio vicino alla città di Jenin, in un’operazione destinata a scoprire ordigni esplosivi.

L’esercito ha fatto irruzione in una casa dove, secondo l’IDF, due uomini ricercati all’interno sono stati uccisi dalle forze israeliane.

In Cisgiordania, la “linea che non è mai esistita tra l’esercito e i coloni” è ora “completamente cancellata”, ha affermato Joe Carmel, coordinatore della difesa di Breaking the Silence, una ONG israeliana anti-occupazione composta da ex soldati.

L’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA) ha registrato 1.096 attacchi di coloni contro palestinesi nel territorio tra il 7 ottobre e il 31 marzo.

Ciò rappresenta una media di sei attacchi al giorno, rispetto ai due al giorno nel 2022.

Il gruppo israeliano per i diritti umani Yesh Din, che registra anche la violenza dei coloni, ha affermato che il 2023 è stato già un anno di punta.

Ad ogni attacco, una storia simile: coloni armati, a volte indossando la tuta color cachi dell’esercito, attaccano gli abitanti dei villaggi palestinesi, bruciano le loro case e automobili e rubano il loro bestiame, a volte sotto lo sguardo passivo dei soldati.

Palestina: I partigiani della terra

Il sindaco di Jenin ha affermato che le forze israeliane che operano in città hanno danneggiato le infrastrutture idriche ed elettriche, le linee telefoniche e i sistemi fognari .

Altre fonti hanno affermato che proprietà private, compresi negozi e veicoli, sono state danneggiate durante l’operazione israeliana.

■ STATO PALESTINESE: Il Partito Laburista britannico, in vantaggio nei sondaggi prima delle elezioni del 4 luglio, si è impegnato a riconoscere uno Stato palestinese come contributo ad un rinnovato processo di pace .

Palestina: Le leonesse di Jenin

Afghanistan

“Ricorre un anniversario triste e deprimente: 1.000 giorni dall’annuncio del divieto di frequentare le scuole secondarie per le ragazze in Afghanistan. 1.000 giorni fuori dalla scuola pari a 3 miliardi di ore di lezione perse”.

Lo ha affermato ieri Catherine Russell, direttrice generale dell’Unicef.

“Per 1,5 milioni di ragazze, questa esclusione sistematica non è solo una palese violazione del loro diritto all’istruzione, ma comporta anche opportunità sempre più scarse e un deterioramento della salute mentale.

I diritti dei bambini, soprattutto delle ragazze, non possono essere ostaggio di politiche.

 Le loro vite, il futuro, le speranze e i sogni sono in bilico”, ha proseguito. L’impatto del divieto va oltre le ragazze stesse.

 Acuisce la crisi umanitaria in corso e ha serie ramificazioni per l’economia e la traiettoria di sviluppo dell’Afghanistan. L’istruzione non fornisce solo opportunità.

Protegge le ragazze da matrimoni precoci, malnutrizione e altri problemi di salute e rafforza la loro resistenza a disastri come le inondazioni, la siccità e i terremoti che spesso affliggono l’Afghanistan”, ha aggiunto.

Secondo Russell, gli operatori dell’Unicef “stanno lavorando duramente per sostenere tutti i bambini in Afghanistan.

Insieme ai partner, stiamo garantendo a 2,7 milioni di bambini l’istruzione primaria, gestendo corsi di istruzione a livello comunitario per 600.000 bambini – due terzi dei quali sono ragazze -, formando insegnanti e facendo tutto il possibile per mantenere in funzione le infrastrutture scolastiche”.

La direttrice generale dell’Unicef ha poi lanciato un appello: “nel momento in cui segniamo questo triste anniversario, esorto le autorità de facto a permettere a tutti i bambini di riprendere immediatamente a studiare.

E invito la comunità internazionale a rimanere impegnata e a sostenere queste ragazze che hanno bisogno di noi più che mai. Nessun Paese può progredire se metà della sua popolazione viene lasciata indietro”.

Afghanistan invierà una squadra di tre donne e tre uomini alle Olimpiadi di Parigi come richiesto dal Comitato Olimpico Internazionale dopo il ritorno al potere dei Talebani nell’agosto 2021, ha annunciato giovedì il CIO.

Le donne gareggeranno nell’atletica leggera e nel ciclismo, mentre i loro colleghi maschili gareggeranno nell’atletica leggera, nel nuoto e nel judo.

“Questo è il risultato del lavoro continuo che il CIO ha intrapreso negli ultimi anni, lavorando a stretto contatto con il Comitato Olimpico Nazionale dell’Afghanistan per garantire che le atlete possano partecipare ai Giochi”, ha affermato il portavoce del CIO Mark Adams.

Tuttavia, il CIO ha affermato che “nessun rappresentante del governo talebano sarà accreditato” per le Olimpiadi.

In Afghanistan alle donne da tre anni è vietato fare sport.

Iran

L’Iran ha  installato ulteriori centrifughe per l’arricchimento dell’uranio nel suo sito di Fordow e ha iniziato a installarne altre, afferma un rapporto dell’organismo di vigilanza nucleare delle Nazioni Unite in quella che i diplomatici hanno descritto come una ritorsione limitata a una risoluzione del comitato di vigilanza del nucleare.

Reuters ha riferito che i diplomatici hanno affermato che l’Iran sta rispondendo alla risoluzione del consiglio dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica contro di lui della settimana scorsa espandendo la sua capacità di arricchimento di uranio nei suoi due siti di arricchimento sotterranei a Fordow e Natanz , ma l’escalation non è così grande come molti avevano temuto.

Arabia Saudita

Con temperature soffocanti, i pellegrini musulmani alla Mecca si sono riuniti oggi in una vasta tendopoli nel deserto, aprendo ufficialmente il pellegrinaggio annuale dell’Hajj. Prima del loro viaggio, hanno fatto il giro della Kaaba a forma di cubo nella Grande Moschea, il luogo più sacro dell’Islam.

Oltre 1,5 milioni di pellegrini da tutto il mondo si sono già radunati alla Mecca e nei suoi dintorni per l’Hajj, e il numero continua a crescere man mano che si uniscono altri pellegrini provenienti dall’Arabia Saudita.

Le autorità saudite prevedono che quest’anno il numero di pellegrini supererà i 2 milioni.

Sud Africa

Il leader dell’African National Congress aveva chiesto un governo di unità nazionale dopo che il suo partito aveva perso la maggioranza assoluta nelle elezioni generali del mese scorso, ma due importanti partiti di sinistra hanno rifiutato l’accordo.

Invece, secondo il segretario generale dell’ANC Fikile Mbalula, il governo “graviterà al centro” – sostenuto dall’Alleanza Democratica (DA) di centro-destra, dal partito nazionalista zulu Inkatha Freedom Party (IFP) e da diversi partiti minori.

“Abbiamo raggiunto una svolta sull’accordo comune su cui dobbiamo lavorare insieme”, ha detto Mbalula in una conferenza stampa a Città del Capo , confermando che gli Economic Freedom Fighters (EFF) di sinistra radicale si sono rifiutati di unirsi a quello che lui ancora chiama un governo di unità.

Sudan

Giovedì il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato una risoluzione che chiede alle forze paramilitari di supporto rapido (RSF) del Sudan di fermare l’assedio  di El Fasher , una città di 1,8 milioni di abitanti nella regione del Nord Darfur, e di porre immediatamente fine alle violenze nella zona.

La risoluzione redatta dal Regno Unito è stata approvata con un voto di 14-0 e l’astensione della Russia.

Ha espresso “grave preoccupazione” per il dilagare della violenza e per le notizie credibili secondo cui le truppe di RSF stanno compiendo “violenza per motivi etnici” a El Fasher, l’ultima grande città della vasta regione occidentale del Darfur non sotto il controllo di RSF.

Nigeria

Il Centro nigeriano per il controllo e la prevenzione delle malattie (NCDC) ha affermato che un totale di 1.141 casi sospetti e 65 confermati di colera con 30 decessi sono stati segnalati da 96 aree di governo locale (LGA) in 30 Stati della Federazione.

L’NCDC, nel suo avviso sulla salute pubblica di giovedì, ha affermato che gli stati di Bayelsa, Zamfara, Abia, Cross River, Bauchi, Delta, Katsina, Imo, Nasarawa e Lagos sono stati i 10 stati che hanno contribuito per il 90% al peso del colera attualmente nel paese.

Il colera è una malattia trasmessa dagli alimenti e dall’acqua, causata dall’ingestione dell’organismo Vibrio Cholerae in acqua e alimenti contaminati.

G7

Al vertice del G7 in Italia, i paesi membri hanno concordato un piano per concedere all’Ucraina un prestito di 50 miliardi di dollari per aiutarla ad acquistare armi e iniziare a ricostruire le infrastrutture danneggiate.

Il nuovo prestito arriva in un momento cruciale della guerra, quando la Russia ha lo slancio sul campo di battaglia.

Si prevede che il prestito sarà rimborsato utilizzando gli interessi maturati su quasi 300 miliardi di dollari in beni russi congelati, che si trovano principalmente nelle banche europee.

Il presidente Biden ha anche firmato un patto di sicurezza decennale con il governo ucraino, per dimostrare l’impegno a lungo termine degli Stati Uniti nei confronti del paese.

È progettato per essere un ponte verso l’adesione dell’Ucraina alla NATO. Anche il Giappone ha firmato un accordo di sicurezza decennale con l’Ucraina, che prevedeva un impegno di 4,5 miliardi di dollari.

Separatamente, i capi della difesa della NATO si sono riuniti ieri a Bruxelles per promettere ulteriori armi a Kiev.

Si sono anche incontrati per preparare gli impegni militari a lungo termine che saranno annunciati il ​​mese prossimo in un vertice a Washington.

Un incentivo per l’Ucraina: un accordo secondo cui l’Ungheria non contribuirà allo sforzo bellico dell’alleanza militare – ma non lo bloccherà.

Il punto di vista di Biden: l’accordo sulla sicurezza è l’ultimo tentativo del presidente Biden di persuadere gli alleati che gli Stati Uniti continueranno a sostenere l’Ucraina anche se Donald Trump dovesse vincere la presidenza questo autunno.

Ma l’accordo potrebbe rivelarsi fugace: contiene una disposizione che consente a entrambe le parti di recedere dall’accordo con un preavviso di sei mesi.

Francia

La decisione del presidente Emmanuel Macron di indire elezioni anticipate ha portato all’implosione della destra, all’unità della sinistra e allo sconcerto nell’elettorato.

Russia

Il giornalista americano del Wall Street Journal, Evan Gershkovich, in carcere dal marzo del 2023 in Russia, è stato incriminato ufficialmente con l’accusa di spionaggio.

Lo ha annunciato la Procura generale federale, citata da Ria Novosti.

Il caso è stato trasferito per il processo alla Corte regionale di Sverdlovsk. L’inchiesta, ha detto la Procura, “ha accertato che Gershkovich, su istruzioni della Cia, ha raccolto informazioni segrete nella regione di Sverdlovsk sulle attività dell’industria della difesa Jsc Npk Uralvagonzavod”, il più grande produttore russo di carri armati.

Russia e Ucraina

Un cameraman della televisione russa Ntv, Valery Kozhin, è morto per le ferite riportate in un bombardamento delle forze ucraine a Gorlovka, nella regione di Donetsk.

Un giornalista dell’emittente che era con lui, Alexei Ivliev, è rimasto gravemente ferito insieme ad un militare che li accompagnava in questa parte della regione occupata dai russi.

Canada

Una nuova ricerca ha dimostrato che gli orsi polari nella baia meridionale di Hudson, in Canada, potrebbero estinguersi già intorno al 2030 a causa dell’assottigliamento del ghiaccio marino.

Stati Uniti

I repubblicani del Senato americano hanno bloccato un disegno di legge sponsorizzato dai democratici per tutelare trattamenti la fecondazione in vitro negli Stati Uniti.

Quasi tutti i senatori del Grand old party hanno votato contro l’avanzamento della misura che aveva bisogno di 60 voti e ne ha ricevuti 48.

“Votando contro la protezione della fecondazione in vitro, gli amici di Trump al Senato hanno dimostrato ancora una volta di non credere che le donne abbiano il diritto fondamentale di prendere decisioni sulla propria salute e sul proprio corpo”, ha attaccato la vicepresidente Kamala Harris.

La Corte Suprema americana mantiene il pieno accesso alla pillola abortiva mifepristone.

I saggi all’unanimità hanno respinto la sentenza in appello che avrebbe vietato la vendita per corrispondenza del mifepristone.

 La decisione della Corte Suprema è una vittoria per le associazione pro-scelta in quanto respinge il tentativo di gruppi anti-aborto e di medici, ritenuti non legittimati a contestare il processo di approvazione del mifepristone da parte della Food and Drug Administration.

Haiti

Mettendo fine a mesi di incertezza e di difficoltà istituzionali, Haiti dispone ufficialmente di un nuovo governo, guidato dal premier Garry Conille, che si è insediato ieri in una cerimonia a Port au Prince.

Nicaragua

Tre settimane dopo che la polizia del governo di Daniel Ortega gli ha imposto gli arresti domiciliari, il generale in pensione Humberto Ortega, fratello minore del presidente sandinista, è stato ricoverato d’urgenza all’ospedale militare di Managua con sintomi di infarto.

L’ex comandante dell’esercito nicaraguense è entrato in conflitto con il fratello capo dello Stato dopo aver concesso un’intervista al portale di notizie argentino Infobae.

Argentina

Il consiglio esecutivo del Fondo monetario internazionale ha approvato un versamento di quasi 800 milioni di dollari all’Argentina mentre continua un programma di drastiche riforme economiche varato dal presidente Javier Milei, che ha promesso di fermare il declino economico del Paese e di ridurre il deficit di bilancio a zero.

Brasile

Il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva ha rilanciato  la proposta di introduzione di una tassa sui super-ricchi per contribuire alla soluzione di fame e povertà nel mondo, citando papa Francesco, elogiando il presidente Joe Biden e criticando Elon Musk, nella sede dell’Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo) a Ginevra.

Il Brasile, ha dichiarato, “promuove la tassazione dei super-ricchi nel dibattito del G20.

Parliamo di 3.000 persone che possiedono 15.000 miliardi di dollari, che rappresentano la somma dei Pil di Giappone, Germania, India e Regno Unito”.

Ti potrebbe interessare anche:

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su Sostienici


[There are no radio stations in the database]