6 giugno 2024 – Notiziario Mondo

Scritto da in data Giugno 6, 2024

Ascolta il podcast

  • Mentre si cerca la tregua a Gaza, aumenta la tensione in Libano.
  • Onu: il mondo viaggia sull’autostrada verso l’inferno climatico.
  • Unicef: un bambino su 4 affronta una grave povertà alimentare.
  • Sudan: per i combattimenti ad Al Fasher, a rischio la chiusura degli ospedali
  • Giappone: Tokyo lancerà una dating app per aumentare il tasso di natalità.
  • Nuovo ceppo di aviaria, un morto in Messico.

Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets a cura di Barbara Schiavulli

Israele e Palestina

■ GAZA: L’Aeronautica militare israeliana ha attaccato nella notte una scuola dell’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi (Unrwa), nell’area di Nuseirat, nel centro della striscia.

L’Idf ha detto di aver attaccato un complesso di Hamas. Sono almeno 39 i morti e decine i feriti.

L’ospedale Al Aqsa dove sono stati portati i feriti, ha segnalato un guasto al generatore elettrico nelle prime ore della notte, che ha rischiato di complicare il trattamento dei pazienti.

Prima del bombardamento, secondo Medici Senza Frontiere (MSF), l’ospedale aveva ricevuto almeno 70 morti e più di 300 feriti da martedì, soprattutto donne e bambini, in seguito agli attacchi israeliani nel centro di Gaza.

L’IDF ha aperto un’indagine dopo che le immagini sui social media sono diventate virali e mostravano i suoi soldati davanti a libri bruciati durante le operazioni nella Striscia di Gaza. Il fact cheching di France 24 dimostra che l’immagine è vera, non generata con l’intelligenza artificiale, trovate il servizio sul nostro sito sulla pagina di RB.

Secondo il Ministero della Sanità di Gaza, controllato da Hamas, dall’inizio della guerra almeno 36.586 palestinesi sono stati uccisi e 83.074 feriti

■ OSTAGGI/CESSATE-FUOCO: Secondo Reuters, Hamas affronterà “seriamente e positivamente” qualsiasi accordo di cessate il fuoco basato sulla cessazione totale della guerra, sul completo ritiro israeliano da Gaza e sullo scambio di ostaggi e prigionieri palestinesi, ha affermato il leader politico di Hamas Ismail Haniyeh.

Il ministro della Difesa Yoav Gallant ha affermato che ” tutti i negoziati con Hamas saranno condotti sotto il fuoco “.

Il partito di estrema destra Otzma Yehudit del ministro per la Sicurezza nazionale Itamar Ben-Gvir ha dichiarato che non si impegnerà a votare con il governo alla Knesset finché il primo ministro Netanyahu ” non smetterà di nascondere al ministro la bozza di accordo con Hamas “.

■ STATO PALESTINESE: I colloqui tra Hamas e il partito Fatah del presidente dell’Autorità Palestinese Mahmoud Abbas si terranno in Cina a metà giugno, hanno detto a Reuters funzionari di entrambe le parti.

Fanno seguito a due recenti cicli di colloqui di riconciliazione, uno in Cina e uno in Russia.

■ ISRAELE: Il giornalista di Haaretz Nir Hasson è stato attaccato da giovani ebrei di estrema destra che partecipavano alla Flag Parade di Gerusalemme.

Diversi aggressori hanno buttato a terra Hasson e lo hanno preso a calci prima che intervenissero gli agenti della polizia di frontiera.

Alcune ore prima dell’inizio ufficiale della parata, centinaia di giovani si sono riversati nel quartiere musulmano della Città Vecchia , cantando “Morte agli arabi” e attaccando violentemente palestinesi, giornalisti e attivisti pacifisti . Alcuni hanno anche vandalizzato negozi palestinesi.

Il governo israeliano voterà per autorizzare l’IDF ad aumentare il numero dei riservisti in servizio attivo a 350.000 entro la fine di agosto.

L’IDF sta creando un’unità riservista dedicata alla lotta al terrorismo nelle comunità di confine di Gaza, il cui obiettivo sarà quello di fornire una ” risposta rapida e disponibile ” agli atti di terrorismo nell’area.

La Corte distrettuale di Tel Aviv ha abbreviato la durata dell’ordine del governo di chiudere le trasmissioni di Al Jazeera in Israele .

L’ordinanza scadrà domenica , dieci giorni prima della data originariamente richiesta dal ministro delle Comunicazioni Shlomo Karhi.

■ LIBANO: Undici persone sono rimaste ferite, una in modo grave, quando un drone Hezbollah ha colpito la città di Hurfeish, nel nord di Israele.

Mentre l’amministrazione Biden rinnovava la sua pressione per un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha minacciato un’azione militare più dura contro Hezbollah in Libano.

“Chi pensa di poterci fare del male e che noi risponderemo stando con le mani in mano sta commettendo un grosso errore”, ha detto, secondo il governo israeliano. “Siamo preparati per un’azione molto intensa nel nord”.

Sullo sfondo delle crescenti tensioni al confine tra Israele e Libano, il direttore della CIA, William J. Burns, ha incontrato mercoledì i massimi funzionari del Qatar e dell’Egitto nell’ultimo tentativo di mediare un accordo per porre fine ai combattimenti a Gaza e liberare gli ostaggi catturati.

Burns ha incontrato a Doha, in Qatar, il primo ministro del Qatar, Mohammed bin Abdulrahman Al Thani, e il capo dei servizi segreti egiziani, Abbas Kamel, secondo un funzionario informato sulla questione, che ha parlato a condizione di anonimato per discutere dell’ incontro a porte chiuse.

Durante una visita nel nord di Israele, il capo dell’IDF Herzl Halevi ha detto che l’IDF è pronta a passare all’offensiva in Libano e che il paese si sta avvicinando “al punto in cui dovrà essere presa una decisione ” sulla questione.

Human Rights Watch ha accusato Israele di aver utilizzato proiettili incendiari al fosforo bianco su edifici residenziali in almeno cinque città e villaggi nel sud del Libano, danneggiando i civili e violando il diritto internazionale.

Un uomo armato ha aperto il fuoco contro l’ambasciata americana a Beirut. I soldati libanesi hanno risposto al fuoco e hanno arrestato un cittadino siriano che è stato ferito e trasportato in ospedale. Cinque altre persone sono state arrestate in relazione all’attacco, tre dei quali sono familiari dell’attentatore.

■ USA-ISRAELE: secondo un’indagine dell’organizzazione Fake Reporter , il governo israeliano è dietro una campagna di influenza su larga scala rivolta principalmente ai legislatori neri e ai giovani progressisti negli Stati Uniti e in Canada.

L’operazione, la cui esistenza è stata segnalata per la prima volta da Haaretz nel marzo, è stata lanciata dopo l’inizio della guerra e ha utilizzato siti Web e social media falsi per promuovere contenuti filo-israeliani, anti-palestinesi e anti-musulmani, nonché disinformazione sull’antisemitismo su Internet.

■ IRAN: il capo delle Guardie rivoluzionarie iraniane Hossein Salami ha avvertito che Israele pagherà un prezzo per la morte di un consigliere militare iraniano nell’attacco di domenica alla città siriana di Aleppo.

Bambini e fame

Più di un bambino su quattro sotto i 5 anni nel mondo vive in “grave povertà alimentare”, ovvero oltre 180 milioni di bambini rischiano serie conseguenze a causa della mancanza di una dieta nutriente e diversificata: è quanto emerge da un rapporto dell’Unicef.

I “bambini che consumano solo due gruppi di alimenti al giorno, ad esempio riso e un po’ di latte, hanno il 50% in più di probabilità di soffrire di forme gravi di malnutrizione”, avverte la responsabile del Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia, Catherine Russell.

“È scioccante al giorno d’oggi in cui sappiamo cosa deve essere fatto.”

L’UNICEF raccomanda che i bambini mangino quotidianamente alimenti appartenenti a cinque degli otto gruppi principali: latte materno; cereali, radici, tuberi e platani; legumi, noci e semi; latticini; carne, pollame e pesce; uova; frutta e verdura ricche di vitamina A; e altra frutta e verdura.

Ma 440 milioni di bambini sotto i cinque anni che vivono in circa 100 paesi a basso e medio reddito vivono in povertà alimentare, il che significa che non hanno accesso a cinque gruppi alimentari ogni giorno.

Di questi, 181 milioni vivono in condizioni di grave povertà alimentare e si nutrono al massimo di due gruppi alimentari.

Se ci spostiamo a Gaza, la situazione già grave, diventa catastrofica per i bambini, nove bambini su 10 a Gaza non possono assumere nutrienti provenienti da gruppi alimentari sufficienti a garantire la loro crescita e il loro sviluppo sani.

Turchia

Non si placa la repressione contro i curdi in Turchia, Mehmet Siddik Akis, sindaco eletto con il partito filocurdo Dem ad Hakkari, nel sud est della Turchia, è stato condannato a 19 anni e 6 mesi di reclusione per terrorismo.

Lo riporta Cumhuriyet, facendo sapere che Akis, di 53 anni ed eletto sindaco nelle amministrative del 31 marzo, è stato ritenuto colpevole di essere “membro di un’organizzazione terroristica armata” e di avere fatto propaganda terroristica da un tribunale di Hakkari, la città dove è stato eletto, che si trova vicino al confine con l’Iraq e non lontano dalla frontiera siriana.

Akis è stato arrestato due giorni fa mentre domenica era stato sostituito con un amministratore nominato dal ministero dell’Interno.

La decisione era stata subito contestata dalla popolazione locale e il ministero dell’Interno aveva vietato dimostrazioni pubbliche a sostegno di Akis.

Politici del Dem hanno tenuto comunque sit-in in alcune città del sud est della Turchia mentre, ieri, una protesta in parlamento da parte dei deputati del partito filocurdo si è trasformata in una rissa che ha coinvolto politici del partito di governo Akp del presidente Recep Tayyip Erdogan.

Sudan

Medici Senza Frontiere (MSF) ha detto che il conflitto a El Fasher, la capitale dello Stato del Nord Darfur, ha provocato 1.280 vittime, tra morti e feriti in meno di un mese.

Hanno espresso grave preoccupazione per la potenziale chiusura dell’unico ospedale funzionante, che è stato bombardato tre volte in una settimana.

Si prevede che il numero effettivo delle vittime sia superiore a quello riportato, poiché i civili incontrano enormi difficoltà ad accedere all’ospedale meridionale, l’unico operativo a El Fasher. Inoltre, alcuni residenti seppelliscono i morti senza autopsia.

MSF ha dichiarato in un comunicato stampa ricevuto dal Sudan Tribune: “Dall’inizio dei combattimenti, il 10 maggio, abbiamo ricevuto 1.280 vittime presso il South Hospital supportato da MSF – 203 sono morti a causa delle ferite riportate”.

Hanno sottolineato che gli intensi combattimenti a El Fasher, con i continui bombardamenti di case, mercati e ospedali, significano che non esiste un posto sicuro per i civili.

Decine di migliaia di persone sono fuggite da El Fasher, che ospita 2,8 milioni di civili, tra cui 800.000 sfollati.

Alcuni di coloro che sono in fuga sono stati sottoposti a pulizia etnica da parte delle Forze di Supporto Rapido (RSF), che hanno imposto uno stretto assedio alla storica capitale della regione del Darfur.

L’organizzazione ha sottolineato che il South Hospital è stato bombardato tre volte in una settimana, provocando feriti e morti e mettendo costantemente a rischio la vita degli operatori sanitari.

Hanno riferito che il South Hospital è l’unica struttura in grado di rispondere a eventi di massa, e che esiste il rischio molto concreto che possa diventare non operativo a causa di ulteriori danni o bombardamenti diretti.

La RSF, che sta combattendo l’esercito e i movimenti armati alleati a El Fasher per il controllo della città, è accusata di aver bombardato deliberatamente l’ospedale meridionale, le case civili, i rifugi e i campi profughi.

Repubblica Ceca

Almeno quattro persone sono morte e altre 23 sono ferite nello scontro tra un treno passeggeri e un treno merci mercoledì sera nella Repubblica Ceca, ha riferito la televisione ceca.

L’incidente è avvenuto intorno alle 23:00 ora locale (21:00 GMT) nella città ceca nordorientale di Pardubice, quando un treno passeggeri in viaggio dalla capitale ceca Praga alla città slovacca orientale di Kosice si è scontrato frontalmente con un treno merci.

Secondo i soccorritori locali, sul treno passeggeri viaggiavano più di 300 persone.

Entrambi i macchinisti sono sopravvissuti all’incidente e la collisione potrebbe essere avvenuta “a causa di un errore” del macchinista.

Unione europea e clima

Secondo nuovi dati di Copernicus, il servizio di monitoraggio climatico dell’Unione Europea, il pianeta ha appena segnato un nuovo traguardo “scioccante”, subendo 12 mesi consecutivi di caldo senza precedenti.

Ogni singolo mese da giugno 2023 a maggio 2024 è stato il mese più caldo mai registrato a livello mondiale, hanno mostrato i dati di Copernicus.

La serie di caldo che dura da 12 mesi è stata “scioccante ma non sorprendente” considerati i cambiamenti climatici causati dall’uomo, ha affermato Carlo Buontempo, direttore di Copernicus, che ha messo in guardia dal peggio in arrivo.

A meno che non venga ridotto l’inquinamento da combustibili fossili, che provoca il riscaldamento del pianeta, “questa serie di mesi più caldi sarà ricordata come relativamente fredda”, ha affermato.

Copernicus ha pubblicato i suoi dati lo stesso giorno in cui il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha tenuto un appassionato discorso a New York sul cambiamento climatico, accusando le aziende di combustibili fossili di essere i “padrini del caos climatico” e, per la prima volta, invitando esplicitamente tutti i paesi a vietare la pubblicità dei propri prodotti legati ai combustibili fossili.

Guterres ha esortato i leader mondiali a prendere rapidamente il controllo della spirale della crisi climatica per evitare di affrontare pericolosi punti di svolta.

“Stiamo giocando alla roulette russa con il nostro pianeta”, ha detto ieri. “Abbiamo bisogno di una rampa di uscita dall’autostrada verso l’inferno climatico.”

Con l’aumento delle temperature, gli impegni climatici globali sono “appesi a un filo”, ha avvertito.

La temperatura media globale negli ultimi 12 mesi è stata di 1,63 gradi superiore a questi livelli preindustriali.

Con l’accordo di Parigi del 2015, i paesi avevano concordato di limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi rispetto ai livelli preindustriali.

Sebbene questo obiettivo si riferisca al riscaldamento nell’arco di decenni, piuttosto che di un singolo mese o anno, gli scienziati affermano che questa violazione è un segnale allarmante.

Decine di persone sono morte in India nelle ultime settimane a causa della temperatura che si è spinta verso i 50 gradi Celsius le temperature brutali nel sud-est asiatico hanno causato morti, chiusura di scuole e raccolti seccati; e quando il caldo è aumentato in Messico, le scimmie urlatrici sono letteralmente cadute morte dagli alberi.

Russia e Ucraina

Ieri il presidente russo Vladimir Putin ha lanciato quella che sembra essere una velata minaccia contro gli alleati dell’Ucraina, suggerendo che la Russia potrebbe fornire armi a lungo raggio ai propri alleati per colpire obiettivi occidentali.

In una rara conferenza stampa con giornalisti internazionali a San Pietroburgo, Putin ha affermato che se gli alleati della NATO possono fornire armi all’Ucraina per la guerra, può fare lo stesso con il suo arsenale e distribuirlo ad altri paesi desiderosi di attaccare l’Occidente.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha visitato il Qatar e ha ringraziato l’emiro Sheikh Tamim bin Hamad Al Thani per il ruolo del Qatar nel riportare a casa i bambini ucraini deportati con la forza in Russia e nel sostenere la “sovranità e l’integrità territoriale” dell’Ucraina.

Si prevede che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden incontrerà Zelenskyj quando si uniranno ai leader occidentali in Normandia giovedì per celebrare l’80° anniversario dello sbarco in Normandia.

Il presidente francese Emmanuel Macron ha confermato che parteciperà al vertice di pace per l’Ucraina del 15 e 16 giugno che si svolgerà in Svizzera.

Andriy Sybiha, il primo viceministro degli Esteri ucraino, ha visitato la Cina e ha esortato il paese a inviare una delegazione al vertice di pace.

Pechino ha dichiarato la scorsa settimana che non avrebbe partecipato all’evento e non ha fatto menzione della richiesta nella sua dichiarazione sulla visita di Sybiha.

Un tribunale di Mosca ha condannato la blogger russa Anna Bazhutova a cinque anni e mezzo di prigione per aver diffuso informazioni “false” dopo aver trasmesso in live streaming le testimonianze di  atrocità russe durante l’occupazione di Bucha , a nord-ovest di Kiev.

Yuri Malev, un uomo russo-americano, è stato incarcerato per tre anni e mezzo per aver deriso un nastro patriottico associato all’esercito russo, ha detto il tribunale di San Pietroburgo. Malev è stato arrestato a dicembre per due post sui social media condivisi nel giugno 2022 e nel maggio 2023.

L’attivista dell’opposizione russa Ilya Yashin, stretto alleato del defunto leader dell’opposizione Alexey Navalny e incarcerato per aver criticato la guerra in Ucraina, ha perso un appello in tribunale contro essere stato designato come “agente straniero”, hanno riferito i notiziari russi.

Il quarantenne è stato incarcerato nel dicembre 2022 per otto anni e mezzo con l’accusa di aver diffuso “false informazioni” sull’esercito russo.

La Corte Suprema russa ha respinto il ricorso del sociologo e attivista Boris Kagarlitsky contro la sua condanna a cinque anni di carcere per “giustificazione del terrorismo”, ha riferito l’agenzia di stampa statale TASS.

Kagarlitsky, 65 anni, è un dissidente politico di lunga data e si è espresso più volte contro la guerra in Ucraina sul suo canale YouTube e in una rivista da lui curata.

Messico

Una persona in Messico è morta dopo aver contratto un ceppo di influenza aviaria che non era stato rilevato prima negli esseri umani, ha detto l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Il virus è stato rilevato in un 59enne ricoverato in ospedale a Città del Messico. La persona è morta una settimana dopo aver sviluppato febbre, mancanza di respiro e diarrea.

Si tratta del primo caso confermato in laboratorio di una persona che contrae una forma di influenza aviaria nota come H5N2, ha affermato l’OMS in una nota, sollevando interrogativi sul ceppo.

L’attuale epidemia di influenza aviaria nelle vacche da latte statunitensi è causata da un ceppo diverso: l’H5N1.

Il paziente, che viveva nel Messico centrale, non aveva una storia di esposizione a pollame o altri animali e aveva condizioni mediche di base.

 Il governo messicano non sa dove il paziente sia stato esposto al virus, anche se il ceppo dell’influenza aviaria è stato segnalato nel pollame dello stato messicano in cui viveva la persona.

Corea del Sud

Un gruppo di attivisti sudcoreani ha dichiarato oggi di aver fatto volare grandi palloncini che trasportavano volantini di propaganda verso la Corea del Nord, sebbene il Nord abbia minacciato di inviare altri palloncini con letame e spazzatura oltre confine in risposta a tali campagne.

I lanci stanno intensificando le animosità, con la Corea del Sud che ha sospeso un accordo di allentamento della tensione con la Corea del Nord e si prepara a riprendere le attività militari in prima linea.

La Corea del Nord aveva interrotto i voli di palloncini che trasportavano la spazzatura, ma ha minacciato di riprenderli se gli attivisti sudcoreani avessero inviato nuovamente volantini.

Il gruppo civile sudcoreano, guidato dal disertore nordcoreano Park Sang-hak, ha affermato di aver fatto volare oggi 10 palloncini legati a 200.000 volantini anti-Pyongyang, chiavette USB con canzoni K-pop e drammi sudcoreani e banconote americane da un dollaro da una città di confine.

Il lancio dei palloncini di Park hanno causato furiose proteste da parte della Corea del Nord, che è estremamente diffidente nei confronti di qualsiasi tentativo esterno di indebolire il governo di Kim Jong Un.

I media statali del Nord hanno precedentemente definito Park “feccia umana senza eguali al mondo”.

Giappone

Il proprietario di X e amministratore delegato di SpaceX, Elon Musk, che da tempo esorta le persone ad avere più figli e lui stesso è padre di 11 figli, ha elogiato la recente mossa dell’amministrazione di Tokyo in Giappone per affrontare il calo dei tassi di natalità del paese.

Rispondendo a un tweet, in cui si menzionava il governo della capitale giapponese che lanciava la propria app di appuntamenti nel tentativo di aumentare i tassi di natalità, Musk si è detto “contento” che la questione sia stata riconosciuta.

Elon Musk aveva ribadito il suo appello durante un evento politico in Italia lo scorso anno, quando ha affermato che avere più figli è l’unico modo per invertire il calo della popolazione che minaccia molte economie avanzate del mondo.

Tokyo lancerà la propria app di appuntamenti già quest’estate per promuovere i tassi di natalità nazionali, secondo l’AFP.

Gli utenti dovranno presentare la documentazione comprovante che sono legalmente single e firmare una lettera in cui dichiarano che sono disposti a sposarsi. Mentre è normale che i cittadini dichiarino il proprio reddito sulle app di appuntamenti giapponesi, Tokyo richiederà un certificato fiscale per dimostrare lo stipendio annuale.

Sebbene le app di appuntamenti avviate dal governo siano rare, secondo quanto riferito l’amministrazione di Tokyo ha stanziato 200 milioni di yen nel budget 2023 e 300 milioni di yen nel budget fiscale 2024 per promuovere i matrimoni tramite app e altri progetti.

La decisione arriva dopo che i tassi di natalità del Giappone sono scesi per l’ottavo anno consecutivo a un nuovo minimo storico nel 2023, secondo i dati governativi pubblicati a febbraio.

Il numero delle nascite è sceso del 5,1% rispetto all’anno precedente a 758.631, mentre il numero dei matrimoni è sceso del 5,9% a 489.281 – segnando la prima volta in 90 anni che il numero è sceso sotto i 500.000.

Nel 2023, il Giappone ha registrato più del doppio dei decessi rispetto ai neonati, ha riferito The Independent. Le nascite fuori dal matrimonio sono rare nel Paese asiatico.

Ascolta/Leggi anche:

I giganti fragili

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su Sostienici


Opinioni dei Lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi con * sono obbligatori



[There are no radio stations in the database]