7 giugno 2024 – Notiziario Mondo

Scritto da in data Giugno 7, 2024

Ascolta il podcast

  • Gaza: Msf, l’ospedale di al Aqsa è una nave che affonda. La Spagna si unisce al processo della CPI contro Israele. La Palestina raggiunge il terzo turno delle qualificazioni ai mondiali.
  • Hong Kong: tre arresti per aver insultato l’inno alle qualificazioni dei mondiali.
  • Sudan: centinaia di morti, escalation della guerra.
  • La Somalia nel Consiglio dell’Onu dopo più di 50 anni.

Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets a cura di Barbara Schiavulli

Israele e Palestina

■ GAZA: “Nel pronto soccorso dell’ospedale di Al Aqsa, sostenuto da Medici Senza Frontiere (MSF), la situazione è ancora peggiore di quella di ieri. Nella zona rossa, dove vengono visitati i pazienti più critici, ci sono scene di devastazione – spiega  Karin Huster, responsabile medica di MSF a Gaza – I pazienti sono sul pavimento, c’è sangue ovunque, non ci sono letti, i cadaveri non vengono portati all’obitorio perché è sovraccarico.

Bisogna trovare il modo per farsi strada per portare i pazienti dentro l’ospedale e curarli in mezzo ai morti.

 È un caos assoluto, l’ospedale di Al Aqsa è una nave che affonda. In sala operatoria, i pazienti feriti nei bombardamenti della scorsa notte giacciono a terra su barelle, in attesa di un posto in sala operatoria.

In sala d’emergenza non c’è capacità per fare il triage e sfortunatamente arrivano diversi casi che – data la capacità dell’ospedale e della situazione a Gaza in generale – moriranno.

 Ma è incredibilmente difficile per gli infermieri e i medici del pronto soccorso non dare nemmeno un briciolo di speranza. E così provano a portare i pazienti in sala operatoria, ma poi sfortunatamente bisogna dare la brutta notizia della morte alle famiglie.

 A Gaza non ci sono altri ospedali funzionanti e i pazienti non possono essere trasferiti in altre strutture per ricevere le cure. E così, ferito dopo ferito, i pazienti che arrivano ad Al-Aqsa in condizioni critiche, restano ad Al-Aqsa e muoiono ad Al-Aqsa. 

Eppure, come dicono i nostri colleghi, non ci arrendiamo. Ma non so per quanto tempo potremo resistere”.

Secondo il ministero, dall’inizio della guerra, quasi 5.000 pazienti sono stati trasferiti fuori Gaza per cure mediche, ma nessuno da quando Israele ha preso il controllo del valico di Rafah all’inizio di maggio.

Il sindaco di Nuseirat, Iyad al-Maghari, è tra le cinque persone uccise in un raid israeliano nel centro di Gaza.

Secondo il Ministero della Sanità di Gaza, controllato da Hamas, dall’inizio della guerra almeno 36.654 palestinesi sono stati uccisi e 83.309 feriti.

■ ISRAELE: squadre di vigili del fuoco stanno tentando di domare un incendio scoppiato nella foresta di Baram, nel nord di Israele. Il Jewish National Fund ha affermato che l’incendio è scoppiato mercoledì pomeriggio, molto probabilmente a seguito di un attacco proveniente dal Libano.

L’IDF ha annunciato la morte di due soldati.

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu parlerà al Congresso americano il prossimo 24 luglio.

■ Cisgiordania: secondo i media palestinesi, le forze israeliane hanno circondato una casa a Jenin e si sono scontrate con individui armati.

Una fonte della sicurezza ha detto che le forze sono in città per arrestare una persona ricercata. La Mezzaluna Rossa palestinese ha riferito che due persone sono state uccise e tre ferite da colpi di arma da fuoco durante lo scambio.

L’Autorità Palestinese ha dichiarato che, a causa della sua situazione finanziaria, pagherà solo la metà degli stipendi mensili dei propri dipendenti domenica, prima della festività dell’Eid al-Adha.

La Palestina ha scritto la storia conquistando per la prima volta un posto nel terzo turno delle qualificazioni alla Coppa del Mondo FIFA dopo lo 0-0 contro il Libano a Doha.

I giocatori palestinesi hanno sempre faticato a rimanere concentrati sul campo, soprattutto dopo l’inizio della guerra genocida di Israele nell’enclave sotto assedio e il deterioramento della situazione nella Cisgiordania occupata.

In vista della Coppa delle Nazioni d’Asia dello scorso gennaio, l’attaccante palestinese Mahmoud Wadi ha ricevuto la notizia che Israele aveva ucciso suo cugino a Gaza.

Anche altri giocatori hanno perso i propri cari nell’enclave bloccata.

Mentre molti giocatori hanno dovuto affrontare la perdita dei propri cari, altri non hanno potuto unirsi alla propria nazionale perché non potevano spostarsi da un luogo all’altro.

■ OSTAGGI/CESSATE-FUOCO: Gli Stati Uniti e altri 16 paesi hanno chiesto a Israele e Hamas di ” fare tutti i compromessi finali necessari … per chiudere questo accordo.

I parenti degli ostaggi israeliani detenuti a Gaza e decine di attivisti hanno protestato giovedì mattina davanti alla casa del presidente della Knesset Amir Ohana a Tel Aviv.

■ ISRAELE-LIBANO: L’IDF ha completato i preparativi per un attacco contro Hezbollah , ha detto il capo del Comando Nord, Magg. Gen. Ori Gordin, aggiungendo che “la nostra missione è chiara: cambiare la realtà della sicurezza, così possiamo restituirvi [ civili evacuati] nelle vostre case il più presto possibile, in modo sicuro e protetto.”

■ L’AIA: La Spagna si unirà al caso del Sudafrica davanti alla Corte internazionale di giustizia che accusa Israele di genocidio a Gaza, ha detto il ministro degli Esteri Jose Manuel Albares. La Spagna segue l’Irlanda, che ha anche annunciato che sarebbe intervenuta nel caso.

L’ex presidente della Corte Suprema israeliana Aharon Barak ha rassegnato le dimissioni dall’incarico di giudice della Corte Internazionale di Giustizia , adducendo ragioni personali e familiari .

Sudan

Le prove di nuove orribili atrocità in due regioni del Sudan hanno suscitato un crescente allarme internazionale per una guerra che ha costretto più di nove milioni di persone a fuggire dalle proprie case.

Si stima che circa 100-150 persone, tra cui decine di bambini, siano state uccise in un massacro questa settimana in un villaggio nello stato di Gezira, nel Sudan centrale.

Le immagini video sui social media mostravano decine di corpi avvolti in sudari bianchi in attesa di sepoltura nel villaggio di Wad Al-Noura.

“Anche per gli standard tragici del conflitto sudanese, le immagini che emergono da Wad Al-Noura sono strazianti”, ha affermato giovedì Clementine Nkweta-Salami, coordinatrice umanitaria delle Nazioni Unite in Sudan.

 Ci sono state segnalazioni credibili di spari pesanti e armi esplosive nel villaggio, ha detto.

Un rapporto separato, basato su immagini satellitari, ha identificato più di 200 nuove tombe da marzo in cinque cimiteri di El Fasher, la più grande città del Nord Darfur.

Il rapporto, redatto dall’Humanitarian Research Lab della Yale School of Public Health, ha anche trovato prove di un numero crescente di quartieri distrutti da attacchi incendiari nella città, contro la minoranza etnica Zaghawa.

In entrambe le regioni, gli attacchi vengono attribuiti alle forze paramilitari di supporto rapido (RSF), che combattono contro l’esercito sudanese dall’inizio della guerra nell’aprile 2023.

A Gezira, le RSF hanno attaccato decine di villaggi nelle ultime settimane, dopo aver catturato la capitale Wad Madani lo scorso dicembre. In Darfur, le RSF stanno avanzando verso El Fasher questo mese, cercando di catturare l’ultima grande città della regione che non controlla già.

Sudan: perché militari e paramilitari si scontrano

Somalia

Giovedì l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha eletto la Somalia membro dei 15 membri del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per un mandato di due anni a partire dal 2025.

La piccola nazione del Corno d’Africa è stata tra i cinque paesi che hanno ricevuto i voti vincenti, insieme a Danimarca, Grecia, Pakistan e Panama.

“È allo stesso tempo simbolico e forte status diplomatico per la Somalia apparire tra i membri del Consiglio di Sicurezza e questo aiuterà la Somalia ad avere un migliore accesso per i paesi membri”, ha detto l’analista somalo Abdiqafar Abdi Wardhere, che vive in Virginia.

Per la prima volta in più di 50 anni, ha detto, la Somalia potrà votare sulle decisioni riguardanti i conflitti mondiali.

“Il Consiglio di Sicurezza è l’unico organismo delle Nazioni Unite che può prendere decisioni giuridicamente vincolanti come l’imposizione di sanzioni e l’autorizzazione all’uso della forza. Pertanto, la Somalia otterrebbe un voto che determinerà le questioni e le risoluzioni mondiali”, ha detto Wardhere.

Grecia

Altri agenti si uniranno alle operazioni di ricerca del presentatore televisivo britannico Michael Mosley, scomparso mentre era in vacanza sull’isola greca di Symi.

Conosciuto per aver reso popolare la dieta 5:2, è stato visto l’ultima volta mercoledì dopo essersi allontanato per una passeggiata nel centro dell’isola.

La polizia greca ha detto che il  Mosley ha lasciato sua moglie Clare sulla spiaggia prima di partire per una passeggiata nel centro dell’isola mercoledì.

Il suo telefono è stato trovato nel luogo in cui alloggiava con la moglie, che ne ha denunciato la scomparsa, ha detto a BBC News un portavoce della polizia.

Norvegia

Un gruppo minerario norvegese ha annunciato di aver trovato il “più grande giacimento” di terre rare d’Europa nel sud-est del Paese.

Secondo Rare Earths Norway (Ren), il giacimento di Fensfeltet contiene 8,8 milioni di tonnellate di ossidi totali di terre rare (Treo), essenziali per la transizione verso la tecnologia verde, molto più del giacimento di Kiruna, in Svezia, dove è stimata una quantità tra 1 e 2 milioni di tonnellate.

Russia e Ucraina

A Kiev e in 12 regioni sono state introdotte interruzioni di corrente di emergenza a causa del superamento dei limiti di consumo, rende noto l’azienda elettrica ucraina Ukrenergo su Telegram.

Oggi e dalla prossima settima ci saranno interruzioni di corrente per tutta la giornata, in tutto il Paese, in seguito ai danni provocati dai bombardamenti russi.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha rivolto un appassionato appello alla difesa della libertà e della democrazia unendosi ai leader europei tra cui il presidente francese Emmanuel Macron, il cancelliere tedesco Olaf Scholz e il primo ministro britannico Rishi Sunak per celebrare l’80° anniversario dello sbarco in Normandia.

Biden ha affermato che è “semplicemente impensabile” arrendersi all’aggressione russa e ha promesso di non fermarsi a sostenere l’Ucraina.

Alle cerimonie in Normandia, da dove decine di migliaia di soldati alleati iniziarono un’offensiva nel 1944 per sconfiggere la Germania nazista, ha partecipato anche il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy.

Ha anche tracciato parallelismi con la situazione odierna in Europa e con l’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia.

“Allora gli alleati difendevano la libertà dell’Europa, e gli ucraini lo fanno anche adesso. L’unità prevalse allora, e la vera unità può prevalere oggi”, ha scritto sulla piattaforma di social media X.

Canada

La Royal Canadian Mounted Police (RCMP) del Canada ha annunciato di aver sgominato un importante giro internazionale di traffico di esseri umani.

Avviene a seguito di un’indagine iniziata nel 2022 dopo che la task force regionale della Cornovaglia aveva scoperto un gruppo di trafficanti di esseri umani che contrabbandava immigrati dal Canada agli Stati Uniti.

L’RCMP sostiene che tra luglio 2022 e giugno 2023, il gruppo ha introdotto clandestinamente centinaia di migranti attraverso il confine scarsamente pattugliato lungo il fiume San Lorenzo verso gli Stati Uniti e che pericolosi attraversamenti notturni hanno portato alla morte di alcuni migranti.

Il contrabbando frontaliero in questa regione è diventato sempre più popolare. Dal 2022 al 2023 6.925 potenziali migranti provenienti da 79 paesi sono stati arrestati dagli agenti della polizia di frontiera statunitense nel settore di Swanton, che comprende le province canadesi dell’Ontario e del Quebec, con un aumento del 550% su base annua.

Stati Uniti

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato che non grazierà suo figlio Hunter se verrà condannato nel processo federale sulle armi.

Joe Biden lo ha detto alla ABC News dalla Normandia, Francia, dove stava commemorando l’80° anniversario del D-Day.

In un’intervista gli è stato chiesto se avrebbe accettato l’esito del processo. Secondo la ABC, ha detto: “Sì”.

Ha detto “sì” anche quando gli è stato chiesto se escludeva la grazia.

I pubblici ministeri federali affermano che il figlio del presidente era in preda a una forte dipendenza da crack quando ha comprato una pistola.

È stato accusato di tre reati: aver mentito a un venditore di armi con licenza federale, aver fatto false affermazioni sulla domanda affermando che non era un consumatore di droga e aver detenuto illegalmente l’arma per 11 giorni.

Hunter Biden, che si è dichiarato non colpevole, afferma che il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti si sta piegando alle pressioni politiche dei repubblicani e che è stato ingiustamente preso di mira.

La donna che si ritiene abbia ispirato lo stalker della serie di successo Baby Reindeer di Netflix ha fatto causa alla piattaforma di streaming per 170 milioni di dollari (133 milioni di sterline).

Pare che la serie  sia basato sulle esperienze di vita reale dello scrittore Richard Gadd, che interpreta se stesso mentre affronta la stalker Martha Scott.

Fiona Harvey, 58 anni, afferma di essere stata l’ispirazione per Martha , che inizia a perseguitare Gadd dopo che lui le ha servito una tazza di tè gratuita nel pub dove lavora.

Nella causa, la signora Harvey ha accusato Netflix di diffondere “bugie brutali”, incluso il fatto che lei è una “stalker condannata due volte a cinque anni di prigione”.

Cuba

La controversa Legge sulla comunicazione sociale di Cuba, che ignora la stampa non ufficiale e consente la pubblicità per la prima volta dal trionfo della Rivoluzione comunista (1959), è stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale del Paese caraibico oltre un anno dopo la sua approvazione parlamentare.

La normativa è la prima di questo tipo sull’isola in 70 anni e combina l’allineamento politico dei media autorizzati, la regolamentazione degli ‘influencer’ digitali e una certa apertura a pubblicità e sponsorizzazioni.

Il testo è stato duramente criticato da varie ong e media esterni all’orbita dello Stato, i quali sostengono che censuri contenuti contrari alla narrativa ufficiale e lasci alla deriva i giornali digitali indipendenti.

Le norme vietano, tra le altre cose, la diffusione di informazioni che potrebbero “destabilizzare lo Stato socialista” sia nei media che nel “cyberspazio”.

El Salvador

Il Congresso di El Salvador, dominato dal partito al potere Nuevas Ideas (Nuove Idee), ha approvato giovedì 6 giugno la ventisettesima proroga dello stato di emergenza, la prima durante il secondo mandato di Nayib Bukele, che ha inaugurato sabato scorso.

Questa nuova proroga arriva nonostante il discorso inaugurale di Bukele affermi di aver curato il “cancro” delle bande criminali e che El Salvador è il paese “più sicuro” dell’America Latina, nonostante le critiche sull’accuratezza delle sue cifre.

Questo stato di emergenza è stata la misura più popolare del primo mandato di Bukele (2019-2024) e ne ha assicurato l’immediata rielezione, nonostante il divieto costituzionale.

In più di due anni ci sono stati oltre 80.000 arresti di presunti membri di bande e individui legati a questi gruppi.

Tuttavia, le organizzazioni umanitarie hanno ricevuto oltre 6.000 segnalazioni di violazioni dei diritti umani, principalmente per detenzioni arbitrarie e torture, e segnalano circa 240 morti di detenuti in custodia statale.

Enti come Amnesty International avvertono che nelle comunità povere la violenza delle bande è stata sostituita dalla violenza dello Stato.

La misura, diventata la principale e l’unica contro le bande in El Salvador, è stata approvata dopo l’omicidio di oltre 80 persone da parte delle bande in un fine settimana di marzo 2022, che secondo le indagini del media locale El Faro, è avvenuto a causa della rottura del patto tra il Governo e le bande criminali.

Guatemala

Un avvocato guatemalteco che lavorava a stretto contatto con organizzazioni che rappresentano i lavoratori agricoli e i gruppi indigeni è stato ucciso in un’apparente imboscata, hanno detto giovedì organizzazioni per i diritti umani.

José Domingo era con due membri del Comitato Unificato dei Lavoratori Agricoli quando mercoledì sono stati colpiti da un gruppo di uomini a sud della capitale, ha detto Daniel Pascual, uno dei leader di questa organizzazione.

Domingo stava aiutando a legalizzare un titolo fondiario nella zona, ha detto Pascual.

Le questioni relative alla proprietà della terra sono spesso controverse nelle zone rurali del Guatemala, dove le popolazioni indigene e i contadini lottano per ottenere il diritto alla terra su cui vivono e spesso devono affrontare sfratti illegali.

Argentina

La Federazione sindacale marittima e fluviale (Fesimaf) dell’Argentina ha proclamato, a partire da oggi, uno sciopero dei rimorchiatori che paralizza le attività nei porti del Paese.

La protesta arriva dopo due mesi di trattative per gli aggiornamenti salariali, che non hanno trovato risultati.

India

Almeno nove escursionisti indiani sono morti sull’Himalaya dopo essere rimasti intrappolati durante una bufera di neve, hanno detto le autorità giovedì (6 giugno), mentre le squadre di soccorso hanno trasportato in aereo i loro corpi e cinque sopravvissuti in salvo.

Il gruppo di alpinisti dello stato meridionale del Karnataka è stato colpito da forti nevicate sulle remote montagne dello stato di Uttarakhand, nel nord dell’India, ha detto Krishna Byre Gowda, un alto ministro del Karnataka.

Malesia

Su una spiaggia appartata della Malesia, un gruppo di volontari ha recuperato con cura le uova di tartaruga marina appena deposte nella sabbia e le ha spostate in un luogo ombreggiato e più fresco, in risposta ai timori dei ricercatori che il clima più caldo stia portando a un minor numero di piccoli maschi.

La temperatura delle uova di tartaruga in via di sviluppo è ciò che determina il sesso. Gli osservatori del Santuario delle tartarughe di Chagar Hutang, sull’isola di Redang, ritengono che si stia già vedendo un minor numero di maschi nati a causa dei cambiamenti climatici – con la situazione peggiorata quest’anno dai prolungati periodi caldi e secchi causati dal fenomeno meteorologico El Niño.

Corea del Sud

Primo sciopero in assoluto per i lavoratori del colosso tecnologico Samsung Electronics in Corea del Sud.

L’astensione dal lavoro è prevista oggi.

Samsung Electronics è uno dei maggiori produttori di smartphone al mondo e anche una delle poche aziende a livello globale a produrre chip di memoria di fascia alta utilizzati per l’intelligenza artificiale generativa, compreso hardware AI top di gamma di leader del settore come Nvidia.

La direzione dell’azienda, il più grande produttore mondiale di chip di memoria, è impegnata in trattative con il sindacato sui salari da gennaio, ma le due parti non sono riuscite a ridurre le loro differenze.

Hong Kong

Tre persone, due uomini e una donna sono state arrestate allo stadio di Hong Kong per aver voltato le spalle ed essere rimaste sedute mentre veniva suonato l’inno nazionale cinese prima della partita di qualificazione casalinga della Coppa del Mondo di Hong Kong contro l’Iran.

I tifosi di calcio di Hong Kong sono soliti fischiare l’inno nazionale in segno di malcontento politico, ma il governo nel 2020 ha vietato la pratica come parte di una più ampia repressione a seguito delle enormi proteste democratiche in città.

I tre arrestati hanno un’età compresa tra 18 e 31 anni. Se condannati, rischiano fino a tre anni di carcere e una multa di 8.600 dollari.

Hong Kong è una regione amministrativa speciale della Cina, ma compete a proprio nome in molti sport internazionali, compreso il calcio.

Foto di copertina: Medici Senza Frontiere

Ti potrebbe interessare anche:

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su Sostienici


Opinioni dei Lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi con * sono obbligatori



[There are no radio stations in the database]