18 aprile 2024 – Notiziario Mondo

Scritto da in data Aprile 18, 2024

Ascolta il podcast

Sta

  • Gaza: Il rappresentante palestinese all’ONU chiede pressioni su Israele affinché smetta di danneggiare l’UNRWA e affamare la popolazione
  • Stati Uniti: Il presidente Biden chiede di triplicare i dazi sui metalli cinesi
  • Svezia: Il parlamento approva una legge per facilitare il cambio di genere per i più giovani
  • Regno Unito: La Camera dei Lord respinge il disegno di legge sulle deportazioni dei migranti in Ruanda

Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets, a cura di Ambra Visentin

Libano

Cresce la tensione in Libano per gli sviluppi in Medio Oriente. Sentiamo in collegamento Elena Pasquini da Beirut.

Gaza

Il rappresentante del presidente palestinese presso le Nazioni Unite ha esortato ieri la comunità internazionale a sostenere l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi, o UNRWA, e a fare pressione su Israele per smettere di affamare la popolazione di Gaza.

Ziad Abu Amr ha fatto queste osservazioni durante il suo discorso a una sessione aperta del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sull’UNRWA su richiesta di Algeria e Giordania.

Intanto il Qatar sta rivalutando il suo ruolo di mediatore tra Israele e Hamas, ha detto il primo ministro del paese.

Il Qatar ha avuto un ruolo chiave – insieme all’Egitto e all’America – nel tentativo di garantire un cessate il fuoco tra Israele e Hamas e il rilascio degli ostaggi israeliani.

Ma lo sceicco Mohammed bin Abdulrahman al-Thani ha detto che Doha è stata sfruttata ela sua azione minata da coloro che cercano di guadagnare punti politici. Ha anche detto che gli attuali colloqui di pace sono in una “fase delicata”.

I tentativi di garantire un cessate il fuoco sono stati delicati e in gran parte infruttuosi, ma i legami che il Qatar ha con tutte le parti – compresi gli stretti legami con Hamas – sono considerati cruciali per raggiungere qualsiasi svolta.

I mediatori hanno proposto una tregua di sei settimane durante la quale Hamas libererà 40 donne, bambini e ostaggi anziani o malati, un’offerta che Hamas ha pubblicamente respinto durante il fine settimana.

Il Qatar sta ora mettendo apertamente in discussione le possibilità di successo di questi colloqui e afferma che sta rivalutando il suo ruolo di mediatore.

Con i nuovi timori che la guerra a Gaza possa degenerare in un conflitto regionale più ampio con l’aumento delle tensioni tra Israele e Iran, il premier del Qatar ha messo in guardia contro l’espansione del conflitto e ha invitato la più ampia comunità internazionale ad assumersi le proprie responsabilità e fermare la guerra.

Nel frattempo, l’esercito israeliano ha dichiarato che 14 soldati israeliani sono stati feriti, sei dei quali gravemente, da missili anticarro e droni lanciati dal territorio libanese verso un villaggio nel nord di Israele.

Il gruppo armato libanese Hezbollah, sostenuto dall’Iran, ha dichiarato di aver sparato su un obiettivo militare nell’area araba di al-Aramshe come rappresaglia per i recenti attacchi israeliani che avevano ucciso comandanti di Hezbollah e altri combattenti.

Stati Uniti

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha chiesto di triplicare i dazi su alcuni tipi di acciaio e alluminio provenienti dalla Cina.

È l’ultima politica protezionistica abbracciata da Biden durante la sua campagna per la rielezione contro Donald Trump, noto per la sua dura posizione commerciale contro la Cina.

La Casa Bianca ha affermato che la proposta mirava a proteggere i posti di lavoro statunitensi dalla concorrenza “sleale”.

La Cina ha precedentemente negato le accuse di dumping di acciaio e alluminio all’estero.

Il dumping consiste nel vendere il prodotto in eccesso in un altro paese a un prezzo molto basso e spesso può decimare il mercato dell’industria locale di quel prodotto.

Parlando ieri ai membri del sindacato United Steelworkers in Pennsylvania, il presidente ha detto che i prezzi cinesi sono “immotivatamente bassi” a causa del governo che sovvenziona le aziende “che non devono preoccuparsi di realizzare un profitto”.

Decine di migliaia di posti di lavoro nel settore siderurgico sarebbero stati persi nei primi anni 2000 a causa delle importazioni cinesi.

L’ambasciata cinese negli Stati Uniti ha dichiarato di “opporsi fermamente” alle misure proposte da Biden. “Molti partner commerciali degli Stati Uniti, tra cui la Cina, sono fortemente insoddisfatti dell’uso frequente della sicurezza nazionale da parte degli Stati Uniti, del comportamento non di mercato, dell’eccesso di capacità e di altre ragioni per imporre restrizioni e politicizzare le questioni commerciali”, ha detto il portavoce dell’ambasciata Liu Pengyu in una dichiarazione rilasciata alla BBC.

Pengyu ha aggiunto che spera che gli Stati Uniti lavorino con la Cina “per fermare le azioni che violano le regole economiche e commerciali internazionali” e annullare i dazi.

Il Fondo Monetario Internazionale ha avvertito martedì che questo tipo di tensione geopolitica rischia di danneggiare la crescita economica globale e di spingere l’inflazione nella direzione sbagliata.

Svezia

Il parlamento svedese ha approvato ieri una legge che abbassa l’età richiesta per cambiare legalmente il proprio genere da 18 a 16 anni. I minori di 18 anni hanno ancora bisogno dell’approvazione di un tutore, di un medico e del National Board of Health and Welfare.

Non è più necessaria una diagnosi di disforia di genere, definita dai professionisti medici come disagio psicologico sperimentato da coloro la cui espressione di genere non corrisponde alla loro identità di genere.

La Svezia si unisce a una serie di paesi con leggi simili, tra cui Danimarca, Norvegia, Finlandia e Spagna.
Il voto in Svezia è passato 234-94 con 21 legislatori assenti, dopo un dibattito durato quasi sei ore.

I Democratici Svedesi, il partito populista con radici di estrema destra che sostiene il governo in parlamento ma non fa parte del governo, si è opposto alla legge.

Jimmie Akesson, leader dei Democratici di Svezia, ha dichiarato ai giornalisti che è “deplorevole che una proposta che chiaramente non ha il sostegno della popolazione venga votata con tanta leggerezza”.

Ma Johan Hultberg, dei Moderati del primo ministro conservatore svedese Ulf Kristersson, ha definito il risultato “gratificante”. Hultberg l’ha definita “una riforma cauta ma importante per un gruppo vulnerabile. Sono contento che sia stata completata”.

La coalizione di centro-destra di Kristersson era divisa sulla questione, con i moderati e i liberali che sostenevano in gran parte la legge mentre i piccoli cristiano-democratici erano contrari.

Peter Sidlund Ponkala, presidente della Federazione svedese per i diritti di lesbiche, gay, bisessuali, transgender, queer e intersessuali, nota con l’acronimo svedese RFSL, ha definito l’approvazione della legge “un passo nella giusta direzione” e “un riconoscimento per tutti coloro che hanno aspettato per decenni una nuova legge”.

Ucraina

Il primo ministro ucraino ha detto alla BBC che ci sarà una “terza guerra mondiale” se l’Ucraina perderà il suo conflitto con la Russia, mentre ha esortato il Congresso degli Stati Uniti ad approvare una legge sugli aiuti esteri a lungo in stallo.

Denys Shmyhal ha espresso un “cauto ottimismo” sul fatto che i legislatori statunitensi approveranno la misura fortemente contestata, che ha 61 miliardi di dollari (49 miliardi di sterline) stanziati per Kiev.
La Camera dei Rappresentanti voterà il pacchetto questo sabato. La proposta include finanziamenti per Israele e per l’Indo-Pacifico.

Parlando alla BBC a Washington DC, il primo ministro Shmyhal, in merito all’assistenza alla sicurezza degli Stati Uniti, ha commentato: “Se non proteggeremo… L’Ucraina cadrà.nCosì il sistema di sicurezza globale sarà distrutto… e tutto il mondo avrà bisogno di trovare… un nuovo sistema. Oppure, ci saranno molti conflitti, molti tipi di guerre di questo tipo, e alla fine potrebbe portare alla Terza Guerra Mondiale”.

Non è la prima volta che l’Ucraina lancia un avvertimento così allarmante sulle conseguenze di una sua potenziale sconfitta. L’anno scorso, il presidente Volodymyr Zelensky ha affermato che se la Russia avesse vinto il conflitto, avrebbe potuto invadere la Polonia, scatenando la terza guerra mondiale.

Regno Unito

La Camera dei Lord si è rifiutata di cedere ai ministri e ha rinviato alla Camera dei Comuni il piano di punta del premier Rishi Sunak per il Ruanda, avanzando due richieste.

Ieri sera hanno votato a favore di un emendamento al disegno di legge sulla sicurezza del Ruanda (asilo e immigrazione) che esenterebbe dall’espulsione gli eroi afghani che hanno sostenuto le truppe britanniche all’estero.

Hanno anche insistito su un comitato di monitoraggio per valutare se il Ruanda è sicuro prima che il governo vi mandi i richiedenti asilo. I parlamentari si sono rifiutati di fare concessioni al loro piano di deportare i richiedenti asilo nel paese dell’Africa orientale, con Downing Street che insiste sul fatto che il disegno di legge è “la strada giusta da seguire”.

Ma i membri della Camera dei Lord si sono rifiutati di fare marcia indietro, il che significa che il disegno di legge tornerà di nuovo alla Camera dei Comuni, molto probabilmente lunedì. Ci si aspetta che i parlamentari votino nuovamente contro le modifiche, costringendole a tornare ai Lord.

Ecuador

Una grave siccità ha portato a interruzioni di corrente in Ecuador, che dipende dalle fonti idroelettriche per gran parte della sua energia.

Le compagnie energetiche hanno pubblicato un programma di interruzioni di corrente che ha visto la capitale e altre grandi città rimanere senza elettricità per ore e ore

La siccità ha già portato al razionamento dell’acqua nella vicina Colombia.

La mancanza di pioggia nella regione andina è stata collegata al modello meteorologico di El Niño.

Lunedì, le compagnie elettriche dell’Ecuador hanno annunciato interruzioni di corrente della durata compresa tra le due e le cinque ore per garantire un minor consumo di elettricità.

Il ministero dell’Energia ha affermato che il sistema energetico dell’Ecuador è stato colpito da “diverse situazioni senza precedenti”, tra cui siccità, aumento delle temperature e livelli minimi dell’acqua.

La carenza di energia è stata aggravata dalla decisione della Colombia di interrompere l’esportazione di energia verso l’Ecuador per dare priorità alle proprie esigenze durante la siccità.

La scorsa settimana, il ministro dell’Energia dell’Ecuador aveva ancora escluso il razionamento dell’elettricità, ma dopo diverse interruzioni di corrente durante il fine settimana, che hanno colto di sorpresa residenti e imprese, i funzionari hanno chiesto alle compagnie energetiche di pubblicare un programma di tagli pianificati.

Il presidente ecuadoriano Daniel Noboa ha detto che la situazione è stata esacerbata da “sabotatori”, ma non ha fornito ulteriori dettagli su chi potrebbe esserci dietro il presunto sabotaggio.

Nigeria

ll ministro nigeriano dell’Agricoltura e della Sicurezza Alimentare Abubakar Kyari ha dichiarato che la Nigeria ha bisogno di circa 312.000 tonnellate di sementi per raggiungere la sicurezza alimentare, la sufficienza alimentare e la sicurezza globale quest’anno.

Kyari ha parlato ad Abuja durante un forum di alto livello delle parti interessate sullo sviluppo del sistema delle sementi, organizzato da Feed-the Future Nigeria Integrated Agriculture Activity.

Il tema dell’evento è: Migliorare lo sviluppo dei sistemi di sementi per una maggiore sicurezza alimentare: un paradigma degli interventi USAID nel nord-est della Nigeria.

Kyari ha affermato che lo sviluppo dei semi nigeriani richiede partnership e sinergia tra tutte le principali parti interessate per facilitare un modello di collaborazione basato sulla condivisione delle conoscenze, lo scambio di competenze, l’esperienza, la competitività e il vantaggio reciproco.

Ti potrebbe interessare anche:

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su Sostienici


Continua a leggere

[There are no radio stations in the database]