25 maggio 2023 – Notiziario Mondo

Scritto da in data Maggio 25, 2023

Ascolta il podcast

  • Australia: muore 95enne colpita col teaser dalla polizia in una casa di cura.
  • Stati Uniti: condannato a oltre 4 anni il rivoltoso di Capitol Hill che poggiò i piedi sulla scrivania della Pelosi.
  • La Cina include Hong Kong nella rete dei trapianti, migliaia di cittadini annullano le donazioni.
  • Egitto: detenuti egiziani in sciopero della fame per le condizioni carcerarie.
  • Corno d’Africa: paesi donatori promettono 2,4 miliardi in aiuti

Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets, a cura di Barbara Schiavulli

Afghanistan

I corpi di 18 migranti afghani morti in Bulgaria sono stati riportati nella capitale dell’Afghanistan , Kabul, mercoledì, ha detto un portavoce del ministero degli Esteri del governo talebano. Le autorità bulgare hanno scoperto i corpi in uno scompartimento segreto sotto un carico di legname nel retro di un camion lasciato su un’autostrada non lontano dalla capitale, Sofia, a febbraio. Hanno confermato che tutti e 18 erano morti per soffocamento. Le autorità bulgare hanno arrestato sette persone in relazione alle morti. Il direttore del servizio investigativo nazionale bulgaro ha descritto il caso come il più mortale del paese che coinvolge migranti.

I voli diretti tra l’Afghanistan e la Cina sono ripresi mercoledì mattina dopo tre anni, con Ariana Afghan Airlines che ha condotto il primo volo

Israele e Palestina

Un tribunale militare israeliano ha condannato tre soldati al carcere per aver abusato di un palestinese e aver ostacolato un’indagine sull’incidente, ha detto mercoledì l’esercito, in una rara punizione contro le forze armate. Due soldati sono stati condannati per abusi e un terzo è stato inoltre condannato per aver abusato della sua autorità e messo in pericolo la vita o la salute dell’uomo, ha detto l’esercito. I soldati, le cui identità sono state nascoste, poi “hanno nascosto i dettagli dell’incidente ai loro comandanti nel tentativo di impedire (a funzionari militari) di aprire un’indagine e hanno coordinato le loro versioni sui dettagli dell’incidente”, afferma la dichiarazione. I soldati hanno patteggiato. Il tribunale ha condannato i due militari accusati di abusi a 60 giorni di reclusione, pena sospesa e riduzione di grado. Il terzo soldato, condannato per eccesso di autorità e pericolo per la vita o la salute, è stato condannato a 40 giorni di reclusione, pena detentiva sospesa e riduzione di grado. Il quarto militare, incriminato per aggressione, maltrattamenti in circostanze aggravate, minacce e ulteriori reati, è ancora pendente.
Tra il 2017 e il 2021, l’esercito israeliano ha ricevuto 1.260 casi di presunti reati da parte di soldati israeliani contro palestinesi, inclusi 409 casi che hanno coinvolto l’uccisione di palestinesi, secondo i dati militari ottenuti dal gruppo Yesh Din e rilasciati a dicembre dopo una richiesta di libertà di informazione. L’esercito israeliano ha aperto 248 indagini penali su casi di possibile cattiva condotta in risposta a tali denunce, solo il 21,4% del totale, ha affermato Yesh Din. Solo 11 indagini durante quel periodo di cinque anni hanno prodotto incriminazioni.

Le forze di israeliane hanno bloccato tutti gli ingressi del villaggio di Al-Mugayyier, a est di Ramallah, per il 12° giorno consecutivo, ha riferito l’agenzia di stampa ufficiale palestinese WAFA. Fonti locali hanno riferito a WAFA che le forze israeliane hanno continuato a bloccare gli ingressi principali del villaggio, impedendo agli abitanti di entrare e uscire dal villaggio e costringendoli a fare lunghe deviazioni per raggiungere la loro destinazione. Il villaggio è stato oggetto di ripetute violazioni da parte di coloni ebrei illegali, tra cui assalti agli agricoltori e alle loro proprietà, attacchi alle case e sradicamento e distruzione di alberi.

Turchia

All’indomani del primo turno elettorale in Turchia, il 23 maggio il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha pronunciato un discorso in cui ha promesso che l’opposizione sarà “cancellata dalla politica”, in quella che è stata vista come una minaccia per il suo principale rivale Kemal Kilicdaroglu . “Attaccheremo le urne il 28 maggio… i leader dell’opposizione saranno cancellati dalla politica”, ha detto Erdogan a una manifestazione dei suoi sostenitori a Malatya in vista del ballottaggio previsto per domenica prossima. All’inizio del mese, il governo di Erdogan ha lanciato un giro di vite contro politici, giornalisti, avvocati e attivisti affiliati al Partito Democratico del Popolo (HDP) filo-curdo, che hanno appoggiato Kilicdaroglu.

Egitto

Un gruppo di detenuti egiziani ha lanciato uno sciopero della fame contro le loro pessime condizioni di detenzione, secondo quanto riportato dal sito di notizie  Al-Araby Al-Jadeed . Secondo il Centro per i diritti umani di El Shehab (SHR), i prigionieri della prigione di Borg el-Arab di Alessandria stanno protestando per presunte violazioni contro di loro, tra cui il divieto alle famiglie di portare loro cibo, la limitazione dell’accesso ai farmaci e la limitazione dell’accesso alla mensa. Gli scioperi della fame sono stati confermati dai parenti dei detenuti. Le famiglie hanno affermato che almeno sette prigionieri hanno tentato il suicidio a causa delle pessime condizioni di detenzione, ha aggiunto SHR. La prigione di Borg el-Arab, istituita nel 2004, si trova in un’area desertica a ovest del governatorato di Alessandria.

Algeria

Oppositore politico algerino e figura del movimento pro-democrazia Hirak, Karim Tabbou, è stato arrestato martedì sera da casa e messo sotto custodia della polizia, ha annunciato la famiglia e diversi media locali. Tabbou è stato uno dei volti più riconoscibili durante le manifestazioni di massa senza precedenti, guidate dal movimento pro-democrazia Hirak, iniziate nel febbraio 2019. I sostenitori chiedevano una profonda revisione del sistema di governo in vigore da quando il paese nordafricano ha ottenuto l’indipendenza dalla Francia nel 1962. Tabbou era stato condannato nel marzo 2020 e aveva scontato una pena detentiva di un anno per “aver minato la sicurezza nazionale”, a causa di un video sull’account Facebook del suo partito in cui criticava l’interferenza dell’esercito negli affari politici. L’anno scorso Karim Tabbou è stato rilasciato dopo aver trascorso un anno in prigione in seguito alla pubblicazione di commenti critici sui social media nel 2020 sull’implicazione dell’esercito nella politica nazionale.

Corno d’Africa

I donatori di un evento delle Nazioni Unite avvenuto ieri, hanno promesso aiuti umanitari per un totale di 2,4 miliardi di dollari per fornire supporto a quasi 32 milioni di persone in Etiopia, Kenya e Somalia. Secondo l’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari con sede a Ginevra, di fronte a cinque stagioni di piogge scarse consecutive, oltre 32 milioni di persone hanno bisogno di assistenza. L’OCHA stima l’importo necessario a 7 miliardi di dollari per l’anno. Il denaro promesso consentirebbe alle agenzie umanitarie di sostenere i flussi di aiuti di cibo, acqua, assistenza sanitaria, nutrizione e servizi di protezione, ha affermato Joyce Msuya, vicesegretaria generale delle Nazioni Unite per gli affari umanitari. Si stima che circa 43.000 persone siano morte nel 2022 in Somalia, molto probabilmente a causa della siccità, metà delle quali potrebbero essere bambini sotto i 5 anni, ha affermato l’OCHA. Milioni di persone rimangono sfollate a causa della siccità e dei conflitti.

Russia

Il direttore di un importante istituto scientifico russo è stato arrestato ad agosto in Russia con l’accusa di tradimento con altri due esperti di tecnologia missilistica ipersonica con l’accusa di aver svelato segreti alla Cina: lo rivela un’esclusiva Reuters citando sul suo sito due persone a conoscenza del caso. Alexander Shiplyuk, capo del Khristianovich Institute of Theoretical and Applied Mechanics della Siberia, è sospettato di aver consegnato materiale riservato a una conferenza in Cina nel 2017. Il 56enne si dichiara innocente e insiste che le informazioni non erano classificate ed erano liberamente disponibili online.

Russia e Ucraina

  • Mosca ha detto che le sue forze hanno ucciso 70 membri dei gruppi russi anti-Cremlino che hanno tentato di attaccare la regione russa di Belgorod dall’Ucraina.
  • Ilya Ponomarev, un rappresentante della Legione Libertà di Russia accusato di essere parte dei raid di Belgorod, ha detto ad Al Jazeera che i suoi combattenti hanno ricevuto un certo sostegno dalle forze armate ucraine.

Il servizio di intelligence ucraino afferma che sta tentando di uccidere il presidente russo Vladimir Putin. Un alto funzionario ha ammesso di aver complottato attivamente per l’assassinio del leader russo dopo un recente attacco di droni al Cremlino. “Putin sta notando che ci stiamo avvicinando sempre di più a lui”, ha detto a  Welt  in un’intervista Vadym Skibitsky, vice capo della direzione principale dell’intelligence ucraina. Ha aggiunto, Putin è il numero uno nella lista delle uccisioni “perché coordina e decide cosa succede”. Il funzionario dell’intelligence ucraina  ha affermato che  la sua agenzia non è riuscita a uccidere Putin perché “rimane rintanato”.

  • Circa 20.000 combattenti del gruppo Wagner sono stati uccisi nella battaglia per la città ucraina orientale di Bakhmut, secondo Yevgeny Prigozhin, il fondatore della forza mercenaria russa.
  • Il ministero della Difesa del Regno Unito ha affermato che l’esercito russo ha “lottato per imporre la disciplina nei suoi ranghi durante le sue operazioni in Ucraina, ma è molto probabile che i suoi problemi siano peggiorati a seguito della mobilitazione forzata dei riservisti dall’ottobre 2022”.
  • La Russia ha dichiarato di aver fatto decollare un caccia Su-27 per “prevenire violazioni del confine di stato” da parte di due bombardieri strategici dell’aeronautica degli Stati Uniti che sorvolavano il Mar Baltico.
  • L’unità di intelligence del ministero della Difesa ucraino ha affermato che le truppe russe stanno ancora utilizzando tre unità della centrale nucleare di Zaporizhzhia come base militare.
  • Gli Stati Uniti si sono detti “profondamente preoccupati” per un incontro tra un alto funzionario delle Nazioni Unite per i bambini e il difensore civico russo per i diritti dei bambini, ricercato dalla Corte penale internazionale.
  • Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha esortato i paesi africani ad abbandonare la loro posizione di neutralità nei confronti dell’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia.
  • Il primo ministro russo Mikhail Mishustin ha affermato che la “pressione sensazionale” da parte dell’Occidente sta portando i legami Russia-Cina a un “massimo senza precedenti” mentre i funzionari dei due paesi hanno firmato una serie di accordi sulla cooperazione commerciale e sportiva.
  • Il ministro della Difesa britannico Ben Wallace ha effettuato una visita a sorpresa a Kiev per incontrare il suo omologo ucraino Oleksii Reznikov.
  • L’Ucraina non potrà aderire alla NATO finché la guerra sarà in corso, secondo Jens Stoltenberg , leader della più grande alleanza militare del mondo.

Stati Uniti

Un uomo dell’Arkansas che appoggiò i piedi su una scrivania nell’ufficio dell’allora presidente della Camera Nancy Pelosi durante la rivolta del Campidoglio degli Stati Uniti, è stato condannato a più di quattro anni di prigione. Richard ”Bigo” Barnett è diventato uno dei volti della rivolta del 6 gennaio da parte dei sostenitori dell’allora presidente Donald Trump. “Tutte le persone che seguono ‘Bigo’ devono sapere che le azioni del 6 gennaio non possono essere ripetute senza gravi ripercussioni”, ha detto il giudice Cooper, alludendo all’attenzione dei media e dei social media che hanno seguito Barnett dopo la rivolta.
La condanna a 54 mesi per Barnett, un vigile del fuoco in pensione di Gravette, Arkansas, arriva dopo che è stato condannato al processo per otto capi d’accusa, comprese le accuse di reato di disordini civili e ostruzione di un procedimento ufficiale, in questo caso il 6 gennaio 2021, sessione del Congresso per certificare la vittoria di Joe Biden su Trump nelle elezioni presidenziali del 2020. Le foto di Barnett seduto a una scrivania nell’ufficio di Pelosi lo hanno reso una delle figure più memorabili della rivolta. Barnett, 63 anni, ha testimoniato che “stava seguendo la corrente” e si è messo in posa dopo che i fotografi di cronaca gli hanno detto di “comportarsi in modo naturale”. Ha detto al giudice che unirsi alla rivolta è stato “un enigma della sua vita”. Più di 1.000 persone sono state accusate di crimini federali legati alla rivolta del Campidoglio. Poco più di 500 di loro sono stati condannati. Più della metà ha ricevuto pene detentive che vanno da una settimana a oltre 14 anni.

Un adolescente è morto mentre stava eseguendo un’acrobazia su un ponte a Los Angeles (LA), apparentemente per i social media. Secondo la polizia, il 17enne è morto mentre tentava di salire sul ponte. Non è stata rivelata la sua identità. Commentando l’incidente durante una riunione della commissione di polizia di Los Angeles, il capo della polizia Michel Moore ha detto che l’adolescente è scivolato ed è caduto mentre si arrampicava su uno degli archi, per postare, a quanto pare, una diretta sui social media.

La regina del rock’n’roll Tina Turner è morta. Aveva 83 anni. I media internazionali hanno riferito che Turner è morta nella sua casa vicino a Zurigo, in Svizzera, dopo aver combattuto una lunga malattia. Era diventata cittadina svizzera nel 2013. Turner ha iniziato la sua carriera negli anni ’50. La sua fama è salita alle stelle negli anni ’80 quando è tornata come artista solista con il suo album multiplatino “Private Dancer”. In quel decennio, ha vinto sei Grammy Awards e ha visto una serie di canzoni nella Top 40, tra cui “The Best”, “Private Dancer”, “Typical Male” e “Better Be Good to Me”. Turner ha avuto vari altri successi, come “What’s Love Got to Do with It”, “I Don’t Wanna Lose You” e “Goldeneye”, che è stato utilizzato nel film di James Bond del 1995 con Pierce Brosnan.

Bolivia

La Chiesa cattolica boliviana ha ammesso ieri di essere stata “sorda” alla sofferenza delle vittime dei preti pedofili nel pieno di un nuovo scandalo per i presunti abusi su decine di bambini. La Bolivia è rimasta scioccata dalle rivelazioni emerse da quando sono state trovate confessioni di abusi nel diario personale di un prete spagnolo morto di cancro in Bolivia nel 2009 dopo decenni di servizio. Nel diario, che teneva su un portatile, il sacerdote gesuita Alfonso Pedrajas scriveva di aver fatto “danno a tante persone… troppe”, con il numero 85 e un punto interrogativo. Ha anche scritto che il clero anziano era a conoscenza dei suoi crimini e aveva taciuto. Pedrajas era arrivato in Bolivia nel 1971 e ha lavorato come insegnante in varie parti del paese. La maggior parte dei presunti abusi sono stati commessi nel collegio Juan XXIII per bambini poveri delle zone rurali a Cochabamba, nel centro del Paese.

Cina

Mentre la Cina e Hong Kong esplorano attivamente la creazione di un meccanismo permanente di cooperazione per il trapianto di organi, quasi 6.000 cittadini di Hong Kong hanno annullato le donazioni di organi da dicembre 2022 ad aprile 2023, molto più di prima. Nel dicembre dello scorso anno, il Segretario alla Sanità, Lo Chung-mau, ha espresso la sua speranza di integrare gli ospedali di Hong Kong nel “Sistema cinese di risposta al trapianto di organi (COTRS)” della Cina continentale in un’intervista al media del partito Xinhua News Agency. I cittadini che annullano le registrazioni per la donazione di organi derivano da una mancanza di fiducia e sospetto nei confronti di Pechino. La fonte del trapianto di organi in Cina è sempre stata controversa e sono stati lanciati appelli internazionali per boicottare l’esportazione degli organi da parte del PCC. Anche la comunità medica e i gruppi di pazienti di Hong Kong esprimono sfiducia e preoccupazione riguardo a questo problema.

Australia

Una bisnonna di 95 anni è morta ieri, una settimana dopo essere stata colpita con il taser da un agente di polizia australiano all’interno della sua casa di cura, ha detto la polizia. Clare Nowland era in condizioni critiche in ospedale da quando è stata colpita da una pistola elettrica stordente il 17 maggio in uno scontro che ha scioccato gli australiani. Nowland aveva 24 nipoti e 31 pronipoti ed è morta con loro accanto. Ore prima, un poliziotto di 33 anni è stato accusato di aver causato incautamente gravi lesioni personali. Il poliziotto, che è stato sospeso senza stipendio, dovrà affrontare il processo il 5 luglio. Gli agenti erano stati chiamati alla casa di cura Yallambee Lodge nel New South Wales meridionale dal personale che aveva detto loro che una donna era “armata di coltello”. La polizia afferma di aver esortato Nowland a far cadere un coltello da bistecca seghettato prima che si muovesse verso di loro “a passo lento” con il deambulatore, spingendo un agente a spararle contro il suo taser. L’incidente ha portato alla richiesta di un’inchiesta parlamentare nel Nuovo Galles del Sud e al rilascio del video dello scontro con la bodycam della polizia.

Ascolta/leggi anche:

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su Sostienici


Continua a leggere

[There are no radio stations in the database]