27 maggio 2024 – Notiziario Mondo

Scritto da in data Maggio 27, 2024

Ascolta il podcast

  • Gaza: continuano i bombardamenti su Rafah, domani dovrebbero riprendere i negoziati in Egitto. L’Italia promette di riprendere a finanziare l’Unwra.
  • Il Burkina Faso estende per altri cinque anni il governo militare.
  • Bangladesh: migliaia di evacuati in vista di un ciclone tropicale.
  • Sudan: decine di civili uccisi al El Fasher, l’ultima roccaforte dell’esercito nel Darfur.

Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets a cura di Barbara Schiavulli

Israele e Palestina

■ OSTAGGI/CESSATE-FUOCO: I negoziati per un accordo di cessate il fuoco/rilascio degli ostaggi tra Israele e Hamas riprenderanno domani al Cairo , ha detto alla CNN un funzionario egiziano. Un funzionario israeliano ha confermato che i colloqui riprenderanno questa settimana.

Il gabinetto di guerra israeliano si è riunito ieri sera per discutere i negoziati.

■ ISRAELE: Hamas ha lanciato una raffica di otto razzi su Tel Aviv e sul centro di Israele per la prima volta da gennaio.

L’IDF ha affermato che i razzi sono stati lanciati da Rafah in risposta all’attività dell’IDF contro un grande sito di produzione di razzi nell’area, aggiungendo che diversi di loro sono stati intercettati.

La polizia militare ha interrogato un riservista sospettato di essere il portavoce mascherato in un video virale che chiedeva l’insubordinazione di massa nell’IDF se il controllo di Gaza fosse passato a Hamas o all’Autorità Palestinese e giurava fedeltà solo al Primo Ministro Netanyahu.

 Il video è stato pubblicizzato dai media lealisti di Netanyahu e dal figlio del primo ministro, Yair.

L’IDF ha successivamente annunciato che l’uomo non presterà più servizio come soldato di riserva.

Il membro del gabinetto di guerra Benny Gantz ha presentato una proposta al segretario del gabinetto israeliano per istituire una commissione d’inchiesta sul 7 ottobre e sulla guerra di Gaza , richiedendo l’indagine di tutti gli eventi che hanno portato alla guerra, del processo decisionale politico e militare e della condotta di Israele durante la guerra stessa.

■ GAZA: Mentre continuano imperterriti i bombardamenti, circa 200 camion di aiuti , compresi quattro camion di carburante, sono arrivati a Gaza attraverso il valico di frontiera di Kerem Shalom domenica, ha detto a Reuters la Mezzaluna Rossa egiziana.

Sono i primi da 20 giorni.

Oltre 35 i morti, la maggior parte dei quali donne e bambini a seguito del bombardamento israeliano di un campo profughi nel quartiere di Tel Al Sultan a nordovest di Rafah”.

Qui migliaia di persone si stavano rifugiando dopo che molti erano fuggiti dalle zone orientali della città, dove le forze israeliane hanno iniziato un’offensiva di terra più di due settimane fa.

“Attualmente numerose persone rimangono intrappolate sotto le fiamme e nelle tende distrutte dai bombardamenti”, ha detto la Mezza Luna Rossa, aggiungendo che il luogo è stato designato da Israele come “zona umanitaria”.

Nel raid compiuto ieri sera su Rafah, nel sud di Gaza, sono stati eliminati, secondo l’IDF Yassin Rabia, comandante della leadership di Hamas in Cisgiordania, nonché Khaled Nagar, un alto funzionario dell’ala di Hamas in Cisgiordania.

Secondo il Ministero della Sanità di Gaza, controllato da Hamas, dall’inizio della guerra almeno 35.984 palestinesi sono stati uccisi e 80.643 feriti.

Hamas ha affermato che  sabato i combattenti palestinesi  delle brigate Al Qassam, hanno catturato membri delle  forze israeliane  in un’imboscata all’interno della Striscia di Gaza, affermazione negata dall’esercito israeliano.

L’Italia ha annunciato che ripristinerà i finanziamenti all’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi (UNRWA) mesi dopo aver sospeso gli aiuti all’agenzia a causa delle accuse israeliane che collegano il personale delle Nazioni Unite all’attacco mortale del 7 ottobre.

Roma si unisce a diversi donatori occidentali nel riprendere gli aiuti dopo che una revisione indipendente dell’UNRWA, guidata dall’ex ministro degli Esteri francese Catherine Colonna, ha scoperto che Israele non ha fornito alcuna prova a sostegno delle sue affermazioni.

Unwra: licenziati prima di vedere le prove

■ UE: A Bruxelles, il capo della politica estera dell’UE Josep Borrell ha incontrato Mohammad Mustafa , primo ministro dell’Autorità Palestinese, e il ministro degli Esteri norvegese Espen Barth Eide, insieme ai donatori dell’Autorità Palestinese. Borrell ha chiesto “la fine immediata delle ostilità”.

■ LIBANO: Domenica l’IDF ha rilevato 15 lanci di razzi dal Libano verso l’area di Shlomi, nel nord di Israele.

Un’altra raffica di 40 razzi è stata lanciata più tardi domenica. Non sono state segnalate vittime e le forze israeliane hanno attaccato le fonti del fuoco.

Un uomo israeliano ha riportato ferite leggere a causa dell’onda d’urto di un’esplosione.

L’IDF ha affermato che l’aeronautica militare ha colpito obiettivi di Hezbollah nel Libano meridionale dalla notte alla domenica.

Un drone israeliano ha colpito un veicolo nella città di Naqoura, nel sud del Libano, uccidendo una persona e ferendo diverse persone, riferiscono fonti libanesi.

■ SPAGNA-ISRAELE: Il ministro degli Esteri spagnolo, Jose Manuel Albares, ha condannato come ” scandaloso ed esecrabile ” un video pubblicato dal suo omologo israeliano Israel Katz in cui si suggerisce che Hamas sarebbe grato alla Spagna.

 Il video di Katz, intitolato: “Hamas: Gracias España” (“Hamas: Grazie Spagna”), mostra la bandiera spagnola, seguita da una coppia che balla al ritmo di musica flamenco.

Il filmato dei combattenti di Hamas è intervallato da filmati degli israeliani sotto attacco durante il 7 ottobre.

Burkina Faso

Il governo militare del Burkina Faso ha annunciato che estenderà il governo della giunta per altri cinque anni. Anche il governatore del paese, il capitano Ibrahim Traorè, potrà partecipare alle prossime elezioni presidenziali.

Quando prese il potere con un colpo di Stato, quasi due anni fa, il capitano Traorè si era impegnato a restaurare il governo civile entro il primo luglio di quest’anno.

Ma il Burkina Faso, si è ora unito al vicino Mali nell’estendere il governo militare.

La decisione è stata annunciata sabato, dopo una riunione di consultazione nazionale nella capitale.

Sudan

Decine di civili e soldati sono stati uccisi nell’ultimo episodio di violenza avvenuto venerdì nella città sudanese di el-Fasher, ha detto il governatore locale, poiché i combattimenti nel paese non mostrano segni di cessazione a più di un anno dall’inizio del conflitto. .

Almeno 30 civili e 17 soldati sono stati uccisi negli attacchi avvenuti nella città, ha detto sabato Minni Minnawi. “Ciò dimostra che l’obiettivo di coloro che attaccano el-Fasher è sterminare la città”.

La guerra in Sudan è scoppiata a metà aprile dello scorso anno, quando una faida latente tra i leader delle Forze armate sudanesi (SAF) e delle Forze paramilitari di supporto rapido (RSF) è esplosa in violenza.

I combattimenti hanno ucciso migliaia di persone, provocato quasi 9 milioni di sfollati e provocato una carestia incombente e una grave crisi umanitaria.

Mentre la guerra era iniziata nella capitale Khartoum, si è estesa al Darfur e ha scatenato la violenza etnica, riemergendo vecchie rivalità risalenti a una guerra brutale nei primi anni 2000.

El-Fasher è l’ultimo domino ancora a cadere in Darfur poiché la RSF ha preso il controllo di quasi tutte le principali città dello stato sudanese occidentale.

I costanti guadagni della RSF sul terreno hanno spinto gli ex leader ribelli del Darfur Minnawi e Jibril Ibrahim a rompere mesi di neutralità e dichiarare nel novembre dello scorso anno la loro intenzione di unirsi alla guerra a fianco delle SAF.

La RSF è nata da ciò che i gruppi ribelli chiamano “Janjaweed”, una forza araba che ha ucciso migliaia di non arabi in Darfur durante la guerra nella regione, iniziata nel 2003 e conclusa con un accordo di pace nel 2020.

Lituania

Il presidente uscente della Lituania Gitanas Nauseda, 60 anni, è stato rieletto al termine del secondo turno delle elezioni presidenziali, secondo i risultati ufficiali parziali, e la sua rivale ha ammesso la sconfitta.

Ha ottenuto circa tre quarti dei voti, seguito dalla prima ministra Ingrida Simonyte, 49 anni, del partito di centrodestra al potere, Homeland Union.

Nauseda è un ex banchiere di centrodestra che si è affermato come statista filoeuropeo e convinto difensore dell’Ucraina durante il suo primo mandato.

Il presidente lituano è a capo della difesa e della politica estera e partecipa ai vertici dell’Unione europea e della Nato, ma deve consultare il governo e il Parlamento per nominare gli alti funzionari.

Queste elezioni sono le ottave da quando la Lituania ha riconquistato la propria indipendenza.

Francia

Tre persone sono rimaste ferite, non gravemente, nella metropolitana di Lione dopo che un uomo li ha aggrediti con un coltello.

L’aggressore è stato fermato.

Germania

Emmanuel Macron ha cominciato la prima visita di Stato in Germania di un presidente francese in 24 anni, per rafforzare i legami tra i due paesi e per sottolineare l’importanza di difendere la democrazia contro il nazionalismo nelle prossime elezioni europee.

“Le relazioni franco-tedesche sono indispensabili e importanti per l’Europa”, ha affermato domenica Macron all’inizio della sua visita di Stato di tre giorni in Germania.

Ha respinto l’idea che il rapporto, spesso descritto come il motore dell’Europa, abbia cominciato a vacillare.

Stati Uniti

Almeno 14 morti per le tempeste in Texas, Arkansas, Ohlahoma e Kentaky.

El Salvador

Le autorità di El Salvador riferiscono che fino ad ora, a maggio, sono stati 15 i giorni senza omicidi, che sommati a quelli dei mesi precedenti di quest’anno, fanno un totale di 103 giornate con zero morti violente nel 2024.

Ecuador

La polizia ecuadoriana ha reso noto di aver sequestrato quasi 25 milioni di dosi di cocaina e 131.600 dosi di eroina in due operazioni condotte nella zona costiera.

Erano all’interno di scatole di banane destinate alla Russia. Nell’operazione denominata Poseidon XVII, condotta nel porto di Guayaquil, le forze dell’ordine hanno sequestrato 2.492 chili di cocaina.

Il quantitativo sequestrato, ha fatto sapere la polizia, corrisponde a 24.920.060 dosi.
Nell’operazione sono state arrestate tre persone.

 La polizia ha anche riferito di aver sequestrato, sempre a Guayaquil, 131.600 dosi di eroina, a bordo di un taxi.

Pakistan

Almeno 10 membri di una comunità minoritaria cristiana sono stati salvati sabato dopo che una folla musulmana ha attaccato il loro insediamento con l’accusa di blasfemia nel Pakistan orientale, hanno detto la polizia e un leader della comunità.

Almeno una casa e una piccola fabbrica di scarpe sono state date alle fiamme dai manifestanti che si erano radunati dopo che i vicini avevano affermato che il libro sacro musulmano, il Corano, era stato profanato da un membro della minoranza della comunità, secondo un portavoce della polizia e Akmal Bhatti, un capo cristiano.

Circa 25 manifestanti sono stati arrestati. Un gruppo per i diritti cristiani – Minority Rights March – ha detto che un uomo di 70 anni accusato di blasfemia è stato picchiato e trascinato dalla folla.

India

Sei neonati sono morti in un incendio che ha devastato un ospedale pediatrico a Nuova Delhi.

Il proprietario dell’ospedale pediatrico è fuggito, ha detto la polizia di Delhi.

“Le cause dell’incidente sono oggetto di indagine e chiunque sia responsabile di questa negligenza non sarà risparmiato”, ha detto il primo ministro di Delhi Arvind Kejriwal in un post sulla piattaforma di social media X.

E ancora incendi, 27 morti, alcuni bruciati in modo irriconoscibile in un parco dei divertimenti nella città di Rajkot nell’india occidentale.

Bangladesh

Le autorità del Bangladesh hanno evacuato centinaia di migliaia di persone per metterle in salvo mentre un ciclone tropicale nel Golfo del Bengala si è abbattuto sulla costa meridionale.

Milioni di persone sono rimaste senza elettricità dopo la caduta dei pali della luce e alcuni alberi sradicati da raffiche di vento.

Il ciclone chiamato Remal, sta sferzando la costa ad una velocità di 135 km orari.

800 mila residenti costieri sono stati trasferiti in rifugi, ha detto un sottosegretario del Bangladesh, mentre Remal che i meteorologi hanno classificato come una grave tempesta, si stava dirigendo verso la costa.

Myanmar

L’escalation di violenza nello Stato di Rakhine, in Myanmar, dilaniato dal conflitto, ha costretto alla fuga altre 45.000 persone della minoranza Rohingya , hanno avvertito le Nazioni Unite, tra accuse di decapitazioni, uccisioni e incendi di proprietà.

Gli scontri hanno scosso lo Stato di Rakhine da quando i ribelli dell’Arakan Army (AA) hanno attaccato le forze del governo militare al potere a novembre, ponendo fine a un cessate il fuoco che durava in gran parte dal colpo di stato militare del 2021.

I combattimenti hanno preso in mezzo il gruppo di minoranza musulmana, da tempo considerati outsider dalla maggioranza dei residenti buddisti, sia dal lato del governo che da quello dei ribelli.

Cina

Su invito del presidente cinese Xi Jinping, il re del Bahrein Hamad bin Isa Al Khalifa, i presidenti dell’Egitto Abdel Fattah al-Sisi, della Tunisia Kais Saied e degli Emirati arabi uniti (Eau) Sheikh Mohamed bin Zayed Al Nahyan “effettueranno visite di stato in Cina e parteciperanno alla cerimonia di apertura della decima Conferenza ministeriale del Forum di cooperazione tra Cina e Stati arabi”.

L’evento è in programma da domani 28 maggio fino al primo giugno.

Papua Nuova Guinea

Circa 670 persone sono morte dopo che una massiccia frana ha raso al suolo un villaggio in Papua Nuova Guinea.

“Ci sono circa 150 case sepolte, e si stima che 670 persone siano morte”, ha detto Serhan Aktoprak, un funzionario dell’agenzia Onu per l’immigrazione con sede a Port Moresby.

L’Australia si sta preparando ad inviare oggi aerei e altre attrezzature per aiutare sul luogo di una frana mortale in Papua Nuova Guinea, mentre le piogge notturne nell’entroterra montuoso della nazione del Pacifico meridionale, hanno sollevato il timore che le tonnellate di macerie che hanno seppellito centinaia di abitanti dei villaggi potrebbe diventare pericolosamente instabile.

Nuova Caledonia

Sarà revocato oggi alle 20 (ora in Italia) lo stato di emergenza in Nuova Caledonia, dove nelle ultime settimane si sono verificati vari disordini.

Lo ha comunicato la presidenza francese, aggiungendo che 480 gendarmi saranno inviati nel territorio del Pacifico come rinforzi.

Ti potrebbe interessare anche:

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su Sostienici


Opinioni dei Lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi con * sono obbligatori



[There are no radio stations in the database]