10 marzo 2023 – Notiziario Mondo

Scritto da in data Marzo 10, 2023

Ascolta il notiziario

  • Haiti: MSF lascia temporaneamente un ospedale, troppo pericoloso lavorare.
  • Cina: Xi Jinping eletto presidente per un terzo mandato.
  • Afghanistan: Attentato suicida, ucciso il governatore talebano della provincia di Balk.
  • Guantanamo: ingegnere saudita rilasciato dopo 21 anni.
  • USA: Biden chiede al Congresso di approvare un budget militare da 886 miliardi di dollari.

Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets, a cura di Barbara Schiavulli
Foto: MSF

Afghanistan

Il governatore talebano della provincia afghana di Balkh è stato ucciso giovedì nel suo ufficio in un attacco suicida che è stato poi rivendicato dallo Stato islamico. L’uccisione di Mohammad Dawood Muzammil , il governatore provinciale, ha segnato uno degli attacchi di più alto livello da quando i talebani sono tornati al potere nel 2021 . Anche una seconda persona è morta nell’attacco, ha detto la polizia. Un combattente dell’IS ha aspettato il governatore nel suo ufficio e “si è precipitato verso di lui, facendo esplodere la sua cintura esplosiva”, ha detto il gruppo jihadista in una dichiarazione alla sua agenzia di stampa Amaq , come tradotto dal SITE Intelligence Group.
Muzammil aveva incontrato appena un giorno prima alti funzionari governativi in ​​visita da Kabul. L’esplosione è avvenuta pochi istanti dopo che il governatore è arrivato nel suo ufficio, ha detto Khairuddin, che è rimasto ferito nell’incidente. Le autorità hanno dispiegato misure di sicurezza extra presso il governatorato, hanno vietato ai giornalisti di scattare foto, ha riferito un corrispondente dell’AFP vicino al luogo dell’esplosione. Muzammil è stato inizialmente nominato governatore della provincia orientale di Nangarhar, dove ha guidato la lotta contro i jihadisti IS, prima di essere trasferito a Balkh lo scorso anno. L’IS è emersa come la più grande sfida alla sicurezza per il governo talebano dallo scorso anno, effettuando attacchi contro civili afgani, stranieri e interessi stranieri.

Israele e Palestina

La sparatoria avvenuta a Tel Aviv è un attacco terroristico, ha detto la polizia israeliana. Tre israeliani sono stati feriti, di cui uno in gravi condizioni. L’attentatore, identificato come un palestinese di 22 anni membro di Hamas, che inizialmente era riuscito a dileguarsi, è stato poi intercettato dagli agenti e ucciso, ha confermato la polizia. L’attentato è avvenuto all’incrocio fra la via Dizengoff e la via Ben Gurion.

Oggi il premier israeliano Benjamin Netanyahu incontrerà Giorgia Meloni in Italia. Ieri manifestanti in Israele si sono riuniti fuori dall’aeroporto principale del paese per interrompere un viaggio all’estero del primo ministro Benjamin Netanyahu come parte di una “giornata di resistenza” contro una controversa revisione giudiziaria. I media israeliani hanno riferito che giovedì mattina il primo ministro e sua moglie Sara hanno utilizzato un elicottero per evitare i disagi. Il segretario alla Difesa americano Lloyd Austin ha interrotto un viaggio in Israele a causa delle proteste. Avrebbe dovuto incontrare la sua controparte israeliana a Tel Aviv, ma l’incontro si è svolto vicino all’aeroporto.

Tunisia

La Guardia costiera tunisina ha recuperato 14 vittime del naufragio di un’imbarcazione avvenuto al largo di Louata, nel governatorato di Sfax. Lo ha reso noto il portavoce della Guardia nazionale su Facebook precisando che l’operazione di soccorso ha consentito di salvare 54 persone, tutte originarie di vari Paesi dell’Africa sub sahariana, che si trovavano a bordo della barca affondata.

Somalia

Tredici persone del gruppo terroristico al-Shabaab e dell’ISIS/Daesh sono state fucilate mercoledì nello stato semiautonomo del Puntland, nel nord-est della Somalia.

Rep. Ceca

L’ex generale Petr Pavel, eletto lo scorso gennaio dal voto popolare, è diventato il nuovo presidente della Repubblica Ceca, prestando ieri giuramento nella cerimonia d’insediamento nel Castello di Praga. Pavel è il quarto presidente ceco dalla caduta comunismo nel 1989 e dalla divisione della Cecoslovacchia nel 1992.  “Alcuni dicono che siamo troppo piccoli per far sentire la nostra voce nel mondo. O troppo deboli per far cambiare idea ai nostri partner più forti. Vorrei che potessimo attraversare quell’ombra insieme”, ha detto nel suo discorso. Sessantuno anni, ex capo di Stato maggiore dell’esercito ceco (2012-2015) ed ex presidente del Consiglio militare della Nato (2015-2018), Pavel ha vinto al secondo turno delle elezioni presidenziali dirette su Andrej Babis, ex premier e leader del movimento populista Ano. Nel suo programma figura il pieno appoggio all’Ucraina contro l’aggressione russa, e la riunificazione della società civile ceca, che la politica ha profondamente diviso nell’ultimo ventennio.

Germania

Gli spari che hanno provocato ieri sera la morte di almeno sette persone e il ferimento di 8 ad Amburgo sono avvenuti durante una celebrazione dei testimoni di Geova, nel quartiere di Alsterdorf, scrive Bild. Secondo gli agenti, l’attentatore potrebbe essere tra i morti.

Georgia

La presidente georgiana, Salomè Zurabishvili, ha accolto con favore la decisione del Parlamento di revocare la contestata legge sugli ‘agenti stranieri’ salutandola come una vittoria del popolo.

Russia e Ucraina

Il primo blitz missilistico della Russia sulle città ucraine da settimane è stato accolto con sfida e disgusto per aver preso di mira i civili, mentre le forze ucraine che difendevano la città orientale di Bakhmut hanno continuato a contrastare i tentativi russi di sfondare.

Lo sbarramento prima dell’alba di giovedì ha ucciso almeno nove civili e ha interrotto la fornitura di elettricità in diverse città, ma è stato sollevato il fatto che il rischio di un catastrofico crollo della centrale nucleare di Zaporizhzhia sia stato scongiurato quando l’alimentazione è stata ripristinata dopo una temporanea disconnessione dalla rete ucraina.

Canada

La polizia canadese ha arrestato otto persone con l’accusa di aver orchestrato un piano per falsificare più di mille opere che si presume siano state realizzate dal famoso artista Norval Morrisseau. Morrisseau, morto nel 2007, era un prolifico artista indigeno della prima nazione canadese Bingwi Neyaashi Anishinaabek. La polizia provinciale dell’Ontario e il servizio di polizia di Thunder Bay hanno indagato sulle accuse di creazione di opere d’arte fraudolente a suo nome dal 2020.

Stati Uniti

La Casa Bianca ha chiesto al Congresso un enorme budget militare di 886,4 miliardi di dollari per l’anno fiscale 2024, di cui 842 miliardi destinati al Pentagono. Il resto andrebbe per le spese militari di altre agenzie federali, incluso il programma di armi nucleari del Dipartimento dell’Energia. Il National Defense Authorization Act del 2024 sarà probabilmente molto più alto della richiesta della Casa Bianca poiché il Congresso ha aggiunto decine di miliardi ai precedenti due budget militari. Per il 2023, il presidente Biden ha richiesto 813 miliardi di dollari, ma il Congresso ha aggiunto 45 miliardi di dollari, portando l’NDAA finalizzato a 858 miliardi di dollari. Il Congresso potrebbe facilmente portare l’NDAA del 2024 a oltre $ 900 miliardi, avvicinandosi a $ 1 trilione. Gli NDAA non includono i fondi autorizzati per la guerra in Ucraina, che potrebbero aggiungere altri 100 miliardi di dollari se gli Stati Uniti continueranno a spendere per il conflitto allo stesso ritmo. In una dichiarazione sulla richiesta, il segretario alla Difesa Lloyd Austin ha affermato che i fondi erano necessari per affrontare la Cina, che il Pentagono ha identificato come la sua massima priorità.

Gli Stati Uniti hanno rilasciato un ingegnere dell’Arabia Saudita che è stato imprigionato per più di 20 anni nella prigione militare di Guantanamo Bay nonostante non sia mai stato accusato di sospetti crimini a seguito degli attacchi dell’11 settembre 2001 contro gli Stati Uniti. Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha dichiarato che Ghassan Al Sharbi, 48 anni, è stato restituito all’Arabia Saudita dopo che un comitato di revisione ha stabilito nel febbraio 2022 che la sua detenzione “non era più necessaria per proteggersi da una continua minaccia significativa alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti Stati”. Il Consiglio di revisione periodica del Pentagono ha stabilito nel 2022 che Al Sharbi non aveva una posizione di leadership o facilitatore in al-Qaeda ed era conforme alla detenzione. Ha anche detto che aveva “problemi di salute fisica e mentale” non specificati. Gli Stati Uniti hanno affermato che Al Sharbi era fuggito in Pakistan dopo gli attacchi dell’11 settembre e aveva ricevuto un addestramento per fabbricare bombe. È stato arrestato lì l’anno successivo, presumibilmente torturato in custodia e inviato al campo di prigionia di Guantanamo .

Haiti

 Medici senza frontiere (Msf) ha annunciato l’abbandono “temporaneo” dell’ospedale Cité Soleil nella capitale di Haiti, Port-au-Prince, a causa dell’escalation di violenze che rende la situazione attualmente “insostenibile” dal punto di vista della sicurezza. “Di fronte a rischi insostenibili per la sicurezza siamo costretti a chiudere temporaneamente l’ospedale” si legge in un comunicato dell’ong, dove si sottolinea che “dal 28 febbraio la violenza si è diffusa in tutta Port-au-Prince, lasciando sotto il fuoco incrociato coloro che sono rimasti” e “senza altra scelta che fuggire”. Nella nota si afferma che sono in corso “violenti scontri tra gruppi rivali pesantemente armati che si svolgono a pochi metri dal complesso ospedaliero” e che in tali condizioni Msf “non è più in grado di garantire la sicurezza dei pazienti o del personale”. L’ong si dichiara consapevole che la decisione “avrà un grave impatto sulla gente di Cité Soleil” e che si vede costretta a prendere la decisione suo malgrado.

Messico

Sospetti membri di un cartello della droga giovedì hanno consegnato cinque presunti scagnozzi come scuse per il rapimento di quattro americani nella città di confine di Matamoros, secondo i media e una fonte vicina alle indagini.

Due degli americani e una donna messicana sono morti dopo che uomini armati hanno aperto il fuoco sui cittadini statunitensi poco dopo il loro arrivo a Matamoros venerdì. I quattro americani erano stati trovati lunedì ai margini della città, quando due di loro erano già morti. Un documento governativo interno visto da Reuters indicava che una fazione del cartello del Golfo del Messico era probabilmente responsabile dei rapimenti e che gli uomini armati potevano aver creduto che gli americani stessero invadendo il territorio della banda. I giornali e i social media messicani hanno pubblicato le foto di una lettera attribuita a una diversa fazione del cartello in cui si scusava per gli eventi a Matamoros e affermava di consegnare cinque uomini coinvolti nei rapimenti.

Colombia

Fino a 300.000 persone in Colombia stanno soffrendo per la carenza di cibo e medicine dopo che minatori d’oro illegali hanno bloccato le strade per protestare contro la distruzione dei loro macchinari da parte delle autorità, hanno detto giovedì i ministri. Minatori d’oro su piccola, media e grande scala in 12 comuni in gran parte rurali nelle province di Antioquia e Cordoba hanno protestato per la distruzione all’inizio di questo mese di nove cosiddetti “draghi” – macchine galleggianti che aspirano limo e fango dai fiumi in cerca di oro alluvionale. Le macchine stavano causando “un disastro molto sensibile per l’ambiente e mettendo in pericolo la vita degli abitanti e dei futuri abitanti della zona, nonché la sostenibilità ambientale della regione”, ha detto il ministro dell’Interno Alfonso Prada in un discorso televisivo. I blocchi stradali causati dai minatori che protestano stanno colpendo la vita delle persone in tutta Antioquia e Cordoba, ha detto Prada, aggiungendo che stanno portando a carenze di cibo e forniture mediche, come le bombole di ossigeno.

Perù

Giovedì, l’ex presidente peruviano Pedro Castillo, estromesso di recente dal suo ruolo, ha ricevuto tre anni di detenzione preventiva per aver truccato contratti di lavori pubblici mentre era in carica. Castillo sta già scontando 18 mesi separati di custodia cautelare per presunta inscenazione di una ribellione quando ha tentato senza successo di sciogliere il Congresso a dicembre. Castillo, ex insegnante e leader sindacale, è stato eletto nel 2021 quando ha condotto una campagna con una piattaforma di sinistra radicale. È stato rapidamente coinvolto in scandali di corruzione e ha affrontato diverse indagini penali mentre era in carica. Aveva anche un rapporto difficile con il congresso controllato dall’opposizione.

Cina

Venerdì il parlamento cinese ha approvato all’unanimità un terzo mandato quinquennale senza precedenti per il presidente Xi Jinping. Xi, 69 anni, è stato rieletto dal Congresso del Partito Comunista Cinese (PCC) al potere una volta ogni cinque anni come suo leader nell’ottobre dello scorso anno, diventando il primo leader cinese dopo il fondatore del partito Mao Zedong a continuare al potere oltre i due mandati quinquennali, riporta Pti.

Giappone

In Giappone tre giovani che si vantavano in video, diventati virali, di contaminare e sporcare il sushi e il sashimi in vendita in una catena di fast-food per puro sfregio, sono stati arrestati nella soddisfazione generale di un Paese i cui media avevano già definito i tre ragazzi “sushi-terroristi”.

Ti potrebbe interessare anche:

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su sostienici


Continua a leggere

[There are no radio stations in the database]