13 maggio 2024 – Notiziario Mondo

Scritto da in data Maggio 13, 2024

Ascolta il podcast

  • Per gli USA, Israele ha violato la legge con armi americani ma non taglieranno gli aiuti militari.
  • India: le elezioni entrano nella quarta fase.
  • Il Kuwait forma un nuovo governo.
  • Spagna: i socialisti vincono le elezioni regionali in catalogna.
  • Afghanistan: centinaia di morti per le inondazioni.

Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets a cura di Barbara Schiavulli

Israele e Palestina

■ ISRAELE-USA: Il Segretario di Stato Antony Blinken ha presentato al Congresso il rapporto tanto atteso in cui si afferma che Israele ha probabilmente utilizzato le armi statunitensi in modi “incoerenti” con il diritto internazionale, ma afferma che non c’è modo di dimostrarlo.

I risultati non avranno alcun impatto sul flusso degli aiuti militari statunitensi.

Il rapporto, pubblicato pochi giorni dopo, soddisfa un nuovo memorandum sulla sicurezza nazionale che richiede garanzie da parte dei paesi che ricevono aiuti militari statunitensi che le armi non verranno utilizzate per violare il diritto statunitense o internazionale.

Gli Stati Uniti dovrebbero interrompere gli aiuti se tali assicurazioni non vengono ritenute credibili e se il Paese blocca le spedizioni di aiuti umanitari.

Nonostante la montagna di prove che Israele ha commesso crimini di guerra a Gaza e le continue restrizioni sugli aiuti, il rapporto del Dipartimento di Stato ritiene le assicurazioni israeliane “credibili e affidabili in modo da consentire che la fornitura di articoli per la difesa… continui”.

Il rapporto afferma inoltre di aver ricevuto garanzie credibili da Ucraina, Nigeria, Colombia, Iraq, Kenya e Somalia.

Per quanto riguarda le restrizioni sugli aiuti, il rapporto afferma che Israele “non ha collaborato pienamente” nei primi mesi del suo attacco a Gaza, ma sostiene che c’è stato un “aumento sostanziale” nei suoi sforzi per gli aiuti umanitari più recentemente.

Ma solo pochi giorni prima che il rapporto fosse pubblicato, Israele ha catturato il valico di frontiera di Rafah, il canale più vitale per la consegna degli aiuti, e rimane chiuso .

Il rapporto afferma che è “ragionevole valutare” che le armi fornite dagli Stati Uniti “sono state utilizzate dalle forze di sicurezza israeliane dal 7 ottobre in casi incompatibili con i suoi obblighi [di diritto umanitario internazionale] o con le migliori pratiche consolidate per mitigare i danni civili”.

Ma sostiene che gli Stati Uniti non dispongono di “informazioni complete” sulla questione.

Blinken ha riaffermato il rapporto in un’intervista domenica . “Quando si tratta dell’uso delle armi, delle preoccupazioni sugli incidenti in cui, data la totalità dei danni arrecati a bambini, donne, uomini, era ragionevole valutare che, in alcuni casi, Israele ha agito in modi non coerenti con il diritto internazionale umanitario”, ha affermato.

Le organizzazioni per i diritti umani hanno raccolto prove di specifici attacchi israeliani che hanno colpito edifici residenziali che non potevano essere considerati obiettivi militari e hanno massacrato un gran numero di civili.

Nel mese di novembre, la rivista +972 ha pubblicato un articolo in cui rivelava che Israele stava intenzionalmente prendendo di mira edifici residenziali e altre infrastrutture civili, che definisce “obiettivi energetici”.

Gli Stati Uniti hanno fatto volare droni di sorveglianza su Gaza e probabilmente hanno molte più prove dei crimini di guerra israeliani di quelle pubblicamente disponibili, ma Blinken ha affermato che lo stile di combattimento di Hamas “rende molto difficile determinare, soprattutto nel mezzo della guerra, esattamente cosa è successo, e di trarre eventuali conclusioni finali da qualsiasi incidente.

Blinken ha ripetuto l’avvertimento del presidente Biden secondo cui gli Stati Uniti avrebbero smesso di armare Israele con bombe pesanti se avesse effettuato un’operazione su larga scala a Rafah.

Ma l’attacco di Israele a Rafah continua ad intensificarsi e, finora, non c’è stata alcuna azione da parte degli Stati Uniti. L’esercito israeliano ha anche affermato di avere munizioni sufficienti per le operazioni previste nella città.

L’IDF ha detto che il capo del CENTCOM, generale Michael Kurilla, ha visitato Israele nel fine settimana e ha incontrato il capo di stato maggiore dell’IDF Herzl Halevi.

Il senatore americano Chris Coons, il principale alleato del presidente Biden al Senato, ha dichiarato alla ABC News che “l’eredità del primo ministro Netanyahu è l’enorme fallimento strategico e difensivo del 7 ottobre “.

Il premier israeliano, Benyamin Netanyahu, “con i suoi metodi genocidi ha raggiunto un livello tale da fare ingelosire Hitler”: lo ha dichiarato il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, in un’intervista al quotidiano greco “Kathimerini” ripresa dalla stampa turca.

■ OSTAGGI/CESSATE-FUOCO: Nonostante gli ampi divari con Hamas sulle possibili condizioni di cessate il fuoco, i funzionari israeliani hanno sottolineato durante il fine settimana che i negoziati per un accordo sulla liberazione degli ostaggi non sono stati interrotti .

■ GAZA: L’ IDF ha annunciato l’ inizio di un’operazione militare a Jabalya, a Gaza , affermando che le informazioni hanno dimostrato che Hamas sta cercando di riabilitare la sua presenza nel campo profughi, mesi dopo che l’IDF aveva dichiarato che l’organizzazione non aveva più capacità militari nell’area.

I 150.000 residenti della città hanno ricevuto ordine dall’IDF di evacuare a Gaza City.

“A Rafah e in tutta Gaza è catastrofe”

L’Egitto ha annunciato che si unirà alla petizione del Sudafrica contro Israele presso la Corte internazionale di giustizia dell’Aia in risposta all’offensiva israeliana a Rafah e a causa del “deliberato attacco contro i civili” da parte di Israele.

Il ministro degli Esteri britannico David Cameron ha affermato che sarebbe ” estremamente pericoloso ” per Israele impegnarsi in una grande offensiva militare a Rafah.

Ha aggiunto che non pensava che “sarebbe stata una strada saggia” per il Regno Unito fermare le consegne di armi a Israele come hanno fatto gli Stati Uniti in modo limitato.

Secondo il Ministero della Sanità di Gaza, controllato da Hamas, dall’inizio della guerra almeno 35.034 palestinesi sono stati uccisi e 78.755 feriti.

Tra i vari morti, due medici sono stati uccisi da un raid aereo israeliano sulla città di Deir al-Balah, nell’area centrale dei territori palestinesi.

“I corpi del dottor Muhammad Nimr Qazaat e di suo figlio, il dottore Youssef, sono stati recuperati e sono stati portati all’ospedale Al-Aqsa Martyrs” .

 ■ Cisgiordania: una casa vuota nel villaggio palestinese di Duma, in Cisgiordania, è stata incendiata nella notte di domenica da ignoti che hanno inciso sui muri la frase “cartellino del prezzo”, usata dai coloni estremisti, così come i riferimenti a 30 giorni dall’omicidio del quattordicenne israeliano Binyamin Ahimeir, che viveva in un insediamento vicino.

Il Ministero della Sanità palestinese a Ramallah ha detto che un palestinese è stato ucciso a colpi di arma da fuoco durante un raid dell’IDF nel campo profughi di Balata vicino a Nablus nella notte di domenica.

Secondo la Mezzaluna Rossa palestinese, un altro palestinese è stato ferito e trasportato in ospedale.

■ ISRAELE: tre persone sono rimaste leggermente ferite dopo che un razzo lanciato da Gaza ha colpito direttamente una casa nella città meridionale di Ashkelon.

Trenta manifestanti, tra cui quattro familiari di ostaggi tenuti da Hamas a Gaza, sono stati arrestati durante una protesta che chiedeva un accordo sugli ostaggi e elezioni anticipate a Tel Aviv sabato sera.

Il Ministero delle Comunicazioni israeliano ha inviato agenti alla manifestazione di Tel Aviv per assicurarsi che Al Jazeera , che è stata bandita in Israele, non la stesse coprendo.

Durante la protesta, gli agenti di polizia hanno arrestato e poi rilasciato una squadra del quotidiano londinese Al-Arabi Al-Jadid.

Testimoni oculari hanno affermato di essere stati interrogati perché gli agenti pensavano che stessero trasmettendo per Al Jazeera.

■ LIBANO: Hezbollah prevede di ritirare gradualmente la maggior parte dei suoi combattenti dal confine con Israele – ad eccezione delle unità di ricognizione e di intelligence, ha riferito il quotidiano libanese Addiyar, citando una fonte di Hezbollah secondo cui l’organizzazione ha deciso di fare maggiore affidamento sui droni d’attacco che saranno lanciati dalle aree vicino al confine israeliano.

■ HOUTHI: il CENTCOM ha affermato che un drone Houthi lanciato sul Golfo di Aden è stato intercettato, senza causare vittime o danni.

Yemen

Un’ora di pesanti combattimenti nel governatorato di Marib, a sud della città di Marib, ha provocato la morte di almeno 10 combattenti e il ferimento di altri 9 , mentre i combattenti filo-governativi sostenuti dall’Arabia Saudita si sono scontrati con il movimento sciita Houthi.

Marib è preziosa per via del petrolio e del gas, e perché fornisce una via verso Shabwa, ricca di petrolio, un’area che, si ipotizza, gli Houthi vorrebbero conquistare . Se dovessero riuscirci, lo Yemen del Sud si dividerebbe in due.

Con l’intervento militare saudita nel 2015, le forze filogovernative hanno preso la città meridionale di Aden e hanno cercato di invadere Marib verso la capitale Sanaa. Da allora Marib è stata contestata più o meno costantemente.

Kuwait

Il Kuwait ha formato un nuovo gabinetto guidato dallo sceicco Ahmad Abdullah Al-Sabah, secondo un decreto reale emesso domenica.

Emad al al-Atiqi, Anwar Ali al-Mudhaf e Abdullah Ali al-Yahya hanno mantenuto i loro incarichi rispettivamente di ministro del Petrolio, delle Finanze e degli Esteri, secondo il decreto dell’emiro del Kuwait Sheikh Mishal Al-Ahmad Al-Jaber Al-Sabah.

Sheikh Ahmad è il nipote dell’emiro ed è stato nominato primo ministro in aprile.

“Il Primo Ministro e i ministri devono attuare questo decreto”, ha affermato Sheikh Mishal nel decreto.

Il nuovo governo arriva poco dopo che l’emiro ha sciolto il parlamento a tempo indeterminato venerdì, dopo un lungo periodo di litigi tra il governo e il parlamento eletto.

L’emiro ha anche sospeso alcuni articoli della Costituzione, tra cui quelli che stabiliscono che un nuovo parlamento deve essere eletto entro due mesi dallo scioglimento e che le leggi devono essere approvate dal parlamento e dall’emiro.

I poteri dell’Assemblea nazionale sarebbero assunti dall’emiro e dal gabinetto del paese, ha riferito allora la TV di stato.

I cambiamenti danno all’emiro Al-Sabah il pieno controllo sulla nuova legislazione.

Nigeria

 Oltre 100 persone sono state rapite da uomini armati durante i raid di venerdì notte in tre villaggi nel nord-ovest della Nigeria, hanno riferito sabato un capo distretto e alcuni residenti, nell’ultimo rapimento di abitanti di un villaggio in una regione colpita da una diffusa insicurezza.

I rapimenti sono diventati endemici nel nord-ovest della Nigeria poiché bande itineranti di uomini armati rapiscono persone da villaggi, autostrade e scuole e chiedono un riscatto ai loro parenti.

Sudan

Un attacco aereo condotto dalle Forza Armate Sudanesi (SAF) ha colpito un’area a 50 metri dall’ospedale pediatrico di Babiker Nahar, sostenuto da Medici Senza Frontiere (MSF), a El Fasher, nel Nord Darfur.

L’attacco, avvenuto la sera di sabato 11 maggio, ha causato il crollo del tetto dell’unità di terapia intensiva, provocando la morte di 2 bambini in cura e di almeno un loro accompagnatore.

 Questo ospedale era uno dei pochi specializzati in cure pediatriche ad essere riuscito a rimanere operativo dall’inizio della guerra.

Riceveva pazienti da tutta la regione del Darfur perché molte altre strutture sono state costrette a chiudere. Adesso, un altro ospedale è stato messo fuori uso.

 “Dei 115 bambini in cura, ora non c’è più nessuno” dichiara Michel-Olivier Lacharité, responsabile per le urgenze di MSF.

Era uno dei pochissimi ospedali pediatrici rimasti in tutta la regione del Darfur. Ricevevamo richieste da tutta la regione a causa della mancanza di altre strutture. Ora abbiamo un altro ospedale in meno, proprio mentre stavamo cercando di aumentare la nostra risposta alla catastrofica crisi di malnutrizione”.

I bambini ricoverati ricevevano cure per patologie come malaria, polmonite, diarrea e malnutrizione.

Tunisia

Un centinaio di sostenitori del Fronte di Salvezza Nazionale, principale coalizione di opposizione tunisina a trazione islamista, ha chiesto una data certa per lo svolgimento delle elezioni presidenziali, in occasione di una manifestazione nel centro della capitale, terminata davanti al Teatro municipale.

Lo riporta l’agenzia Tap, aggiungendo che il leader del Fronte, Ahmed Nejib Chebbi, nel suo discorso ha affermato che le elezioni presidenziali di quest’anno dovranno svolgersi in un quadro di libertà e democrazia e soddisfare criteri di trasparenza ed equità.

Macedonia

La presidente eletta macedone, la conservatrice Gordana Siljanovska Davkova, prima donna capo di stato nel Paese ex jugoslavo, ha prestato ieri giuramento solenne nel corso di una cerimonia in parlamento a Skopje.

Leggendo la formula di giuramento ha usato tuttavia il termine ‘Macedonia’ e non ‘Repubblica della Macedonia del Nord’, quello nuovo inserito in costituzione dopo l’accordo degli anni scorsi che pose fine a una disputa quasi trentennale con la Grecia.

Spagna

I socialisti del primo ministro spagnolo Pedro Sánchez hanno vinto le elezioni regionali della Catalogna mentre i partiti indipendentisti hanno perso terreno.

Il Partito Socialista Catalano (PSC), sotto l’ex ministro della Sanità spagnolo Salvador Illa, ha ottenuto notevoli progressi risultando il chiaro vincitore.

Con il 99% dei voti scrutinati si è assicurata 42 seggi.

Il sostegno all’indipendenza è sceso al 42%, dal 49% del 2017, afferma l’istituto di statistica del governo catalano.

Nella campagna che ha preceduto queste elezioni, la questione delle relazioni della Catalogna con il resto della Spagna è stata messa in secondo piano da altre sfide, come la siccità della regione e la crisi abitativa.

Lituania

Il presidente lituano Gitanas Nauseda e il suo primo ministro Ingrida Simonyte si affronteranno nel secondo turno delle elezioni presidenziali del 26 maggio, un voto organizzato in un contesto di “minaccia russa”.

Funzionari elettorali hanno annunciato che dopo lo spoglio di quasi tutti i voti espressi ieri per il primo turno, Nauseda risulta nettamente in testa con il 46% davanti alla Simonyte che ha ricevuto il 16%.

Il paese baltico di 2,8 milioni di abitanti, ex repubblica sovietica che confina con l’exclave russa altamente militarizzata di Kaliningrad, teme di diventare il prossimo obiettivo di Mosca se la Russia dovesse vincere la guerra contro l’Ucraina.

Russia

In una mossa a sorpresa Putin sostituisce Sergei Shoigu come ministro della Difesa, ha scelto un economista civile nel tentativo di preparare la Russia alla guerra economica e cercando di utilizzare meglio il bilancio della difesa e sfruttare una maggiore innovazione per vincere in Ucraina.

Russia e Ucraina

Le forze russe che hanno attaccato la regione nord-orientale di Kharkiv in Ucraina erano impegnate in combattimenti alla periferia della città di confine di Vovchansk, hanno detto domenica le truppe di Kiev, mentre il presidente Volodymyr Zelenskiy ha descritto pesanti combattimenti lì e nell’est.

Le truppe di Mosca sono entrate venerdì nella regione di Kharkiv, aprendo un fronte nordorientale nella guerra che dura da 27 mesi e che è stata a lungo combattuta nel sud e nell’est. Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina, si trova a 30 km (18 miglia) dal confine russo.

I soldati di ritorno da una missione di combattimento nella zona hanno detto che i combattimenti hanno raggiunto i confini di Vovchansk, una città a circa 4 km dal confine e 45 km dalla città di Kharkiv, descrivendo di aver aiutato alcune truppe a fuggire dall’accerchiamento russo.

Canada

Migliaia di persone sono fuggite ieri dalle loro case nel Canada occidentale poiché centinaia di incendi scoppiati prima del solito, fanno presagire una stagione degli incendi difficile.

Stati Uniti

Un uomo, Rick Slavman, 62 anni con una malattia renale allo stadio terminale che all’inizio di quest’anno è diventato il primo essere umano a ricevere un nuovo rene da un maiale geneticamente modificato, è morto, ha detto il Massachusetts General Hospital di Boston.

Brasile

Meno di due settimane dopo che le inondazioni hanno devastato lo stato brasiliano meridionale del Rio Grande do Sul, provocando almeno 143 morti, lo stato era di nuovo in allerta domenica con il rischio che l’acqua salisse ancora una volta a livelli record.

Sotto la pioggia intensa da venerdì, quattro fiumi a circa 100 chilometri a ovest della capitale Porto Alegre stanno registrando livelli in aumento, secondo i dati del governo.

Il lago Guaiba, alla periferia di Porto Alegre, sta già straripando in diversi punti e sta aumentando.

Afghanistan

Le inondazioni improvvise dovute alle forti piogge stagionali in Afghanistan hanno ucciso più di 300 persone e distrutto oltre 1.000 case, ha detto sabato l’agenzia alimentare delle Nazioni Unite.

Secondo l’International Rescue Committee, anche le infrastrutture, comprese strade e linee elettriche, sono state distrutte. Il Programma alimentare mondiale ha dichiarato che sta distribuendo aiuti ai sopravvissuti, soprattutto nella provincia settentrionale di Baghlan, colpita venerdì dal diluvio.

India

L’India ha votato lunedì nella quarta fase di un’elezione generale durata sette settimane, mentre la retorica elettorale è diventata più stridente riguardo alle disparità economiche e alle divisioni religiose.

La nazione più popolosa del mondo ha iniziato a votare il 19 aprile in un’elezione in sette fasi in cui quasi un miliardo di persone hanno diritto di voto, con il conteggio delle schede previsto per il 4 giugno.

Il primo ministro Narendra Modi è alla ricerca del terzo mandato consecutivo in una votazione che contrappone il suo partito nazionalista indù Bharatiya Janata Party (BJP) a un’alleanza di oltre due dozzine di partiti di opposizione, compreso il principale rivale, il Congresso.

“Faccio appello a tutti affinché votino per un governo decisivo”, ha detto Amit Shah, potente aiutante di Modi e ministro degli Interni del Paese, all’inizio delle votazioni.

Lunedì si terranno le votazioni per 96 seggi in 10 stati e territori, con 177 milioni di persone aventi diritto a votare. Un gran numero di seggi si trovano negli stati meridionali e orientali di Telangana, Andhra Pradesh e Odisha, dove il BJP non è forte come in altre parti del paese.

L’affluenza alle urne è monitorata da vicino poiché i numeri leggermente più bassi nelle prime tre fasi hanno sollevato preoccupazioni sul disinteresse degli elettori per un’elezione senza una questione forte e centrale. Si osserva anche l’impatto del caldo sulle votazioni, con massime in molte parti del paese intorno ai 40 gradi Celsius (104° F) o superiori.

La minore affluenza alle urne ha sollevato dubbi sulla possibilità che il BJP e i suoi alleati possano vincere la valanga di voti prevista dai sondaggi d’opinione.

Gli analisti affermano che la minore affluenza alle urne ha spinto Modi a cambiare rotta della sua campagna dopo la prima fase, spostando l’attenzione dalla sua situazione economica all’accusa al Congresso di pianificare l’estensione dei benefici sociali alle minoranze musulmane a scapito dei gruppi tribali svantaggiati e delle caste indù.

Thailandia

Le autorità tailandesi hanno intercettato circa una tonnellata di cristalli di metanfetamina in uno dei più grandi sequestri di droga illegale mai realizzati nel regno.

Il bottino, con un valore stimato di oltre 25 milioni di dollari sul mercato internazionale, è stato trovato quando gli agenti hanno fermato un camioncino nella provincia centrale di Nakhon Nayok il 10 maggio.

Il capo ad interim della polizia nazionale Kittharath Punpetch ha detto che la polizia, l’esercito e i funzionari locali hanno monitorato diverse bande di contrabbandieri e sono venuti a conoscenza di un piano per spostare una grande quantità di droga, comunemente conosciuta con il nome della strada “Ice”.

Indonesia

Il bilancio delle vittime delle inondazioni e delle colate di lava fredda sull’isola indonesiana occidentale di Sumatra è salito a 41 morti e 17 dispersi, ha detto un funzionario dell’agenzia locale per la gestione dei disastri.

Piogge torrenziali sono cadute per diverse ore sabato sera nei distretti di Agam e Tanah Datar, nella parte ovest di Sumatra, provocando inondazioni improvvise colate da Monte Marapi, un vulcano dell’isola.

Ti potrebbe interessare anche:

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su Sostienici


Opinioni dei Lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi con * sono obbligatori



[There are no radio stations in the database]