Sì dell’Onu all’adesione della Palestina

Scritto da in data Maggio 11, 2024

L’Assemblea Generale ha votato a favore di una risoluzione che afferma che la Palestina è qualificata per aderire alle Nazioni Unite.

Gli Stati Uniti e una manciata di alleati sono stati gli unici paesi ad opporsi alla misura. Per ricevere lo status di membro a pieno titolo, la Palestina deve ottenere l’approvazione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU, dove finora il veto di Washington ha impedito a Ramallah di passare il voto.

Ieri l’Assemblea Generale ha votato con 143 voti favorevoli e 25  astenuti (tra cui l’Italia) e nove contrari, affinché la Palestina diventi un membro a pieno titolo.

Dato che solo il Consiglio di Sicurezza dell’ONU può garantire l’adesione, il voto di venerdì ha stabilito che la Palestina è qualificata per diventare membro e ha raccomandato che il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite faccia questo passo.

Il consiglio di sicurezza e i veti

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite è dominato dai suoi cinque membri permanenti, Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Cina e Russia. Ognuno di questi stati può porre il veto su qualsiasi risoluzione.

Il mese scorso Washington ha posto il veto ad una mozione che avrebbe concesso l’adesione alla Palestina.

Una precedente bozza della risoluzione garantiva alla Palestina “i diritti e i privilegi necessari per garantire la sua piena ed effettiva partecipazione”, compreso il diritto di voto.

Inoltre, avrebbe posto Ramallah “su un piano di parità con gli Stati membri”. Tuttavia, tale espressione è stata rimossa prima del voto a causa delle obiezioni di Stati Uniti, Russia e Cina.

La risoluzione finale approvata consente alla Palestina di parlare su tutte le questioni, il diritto di proporre punti all’ordine del giorno e di rispondere nei dibattiti, il diritto di essere eletti come funzionari nelle principali commissioni dell’assemblea e dà ai palestinesi il diritto di partecipare alle conferenze delle Nazioni Unite.

Un diplomatico americano ha detto che Washington non sosterrà l’adesione dei palestinesi finché Israele non avrà dato la sua approvazione.

Il vice ambasciatore statunitense presso le Nazioni Unite Robert Wood ha affermato che la stragrande maggioranza dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a sostegno dell’adesione dei palestinesi non modificherà la posizione di Washington.

L’ambasciatore israeliano distrugge la carta dell’ONU

In un infuocato ed imbarazzante discorso prima del voto, l’ambasciatore israeliano all’ONU Gilad Erdan ha paragonato i palestinesi a Hitler e ai nazisti, poi ha inserito una copia della Carta dell’ONU in un distruggidocumenti. “Avete aperto le Nazioni Unite al nazismo moderno. Mi fa star male. Vergognatevi”, ha detto.

Ti potrebbe interessare anche:

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su Sostienici


Opinioni dei Lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi con * sono obbligatori



Continua a leggere

[There are no radio stations in the database]