Inizia la missione Beyond

Scritto da in data Luglio 20, 2019

È tutto pronto ormai al cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan, da dove, tra poche ore, prenderà il via la Spedizione 60 alla volta della Stazione Spaziale Internazionale (ISS).
Saranno le 18:28, ora italiana (16:28 GMT), quando la navicella Soyuz MS-13 si staccherà da terra con a bordo l’equipaggio formato dall’astronauta dell’ESA (Agenzia spaziale europea) Luca Parmitano, l’astronauta della NASA (Ente nazionale per le attività spaziali e aeronautiche statunitense) Drew Morgan e il comandante Alexander Skvortsov di Roscosmos (Agenzia spaziale russa).

Una data scelta non a caso per l’inizio di questa nuova avventura nello spazio. Cinquant’anni fa, questo stesso giorno – era il 20 luglio 1969 – avveniva il primo allunaggio della storia dell’umanità. Un’eredità importante che gli astronauti della Spedizione 60.

Il volo verso la Stazione Spaziale Internazionale avrà una durata di sei ore ed effettuerà quattro orbite.
Per lo statunitense Drew Morgan sarà la prima volta nello spazio, mentre il comandante russo è il veterano del gruppo, questa per Skvortsov sarà la terza missione.
Per Luca Parmitano, invece, alla sua seconda volta nello spazio, la spedizione decreterà anche l’inizio della missione Beyond, durante la quale svolgerà una serie di esperimenti incentrati sulle nuove tecnologie, in particolare in campo robotico.
Durante la seconda parte della sua missione, Parmitano assumerà il ruolo di comandante della Stazione Spaziale Internazionale, diventando il terzo astronauta europeo e il primo italiano a ricoprire questo ruolo.

Ad accogliere i membri della Spedizione 60, all’apertura del portellone della ISS, ci sarà l’attuale equipaggio della Stazione, formato da Alexy Ochivin di Roscosmos e da Nick Hague e Christina Koch della NASA.

Italia spaziale

Ma chi è Luca Parmitano?

Classe 1976, sposato e padre di due bambine, lo si può definire siciliano di nascita ma cittadino del cosmo. E ha un curriculum di tutto rispetto.
Dopo la laurea in Scienze Politiche all’Università Federico II di Napoli, nel 2000 si diploma all’Accademia Aeronautica Italiana di Pozzuoli.
L’anno successivo porta a termine l’addestramento base con la U.S. Air Force alla Euro-Nato Joint Jet Pilot Training presso la Sheppard Air Force Base in Texas (USA) e nel 2002 si qualifica sull’A-11 presso il 101° Gruppo Unità Operativa di Conversione e, in Germania, completa il corso JCO/CAS con la USAFE a Sembach.
Dopo il diploma da Ufficiale di Guerra Elettronica alla ReSTOGE di Pratica di Mare nel 2003 completa anche, due anni dopo, il Programma di Leadership Tattica (TLP) a Florennes, in Belgio.
È infine il 2009 quando consegue un Master in Ingegneria del Volo Sperimentale presso l’Istituto Superiore dell’Aeronautica e dello Spazio (ISAE) di Tolosa, in Francia.
Lo stesso anno, il Tenente Colonnello dell’Aeronautica militare italiana, è selezionato come astronauta ESA.
Inizia così la sua avventura nello spazio.
Nel febbraio 2011 è ingegnere di volo nella prima missione di lunga durata dell’ASI (Agenzia spaziale italiana) sulla Stazione Spaziale Internazionale. Parte alla volta della ISS, per la missione Volare, il 28 maggio 2013 proprio dal cosmodromo di Baikonour. Per questa sua prima avventura spaziale resta sulla Stazione 166 giorni, conducendo oltre 20 esperimenti e prendendo parte a due EVA – le attività extra veicolari – e all’attracco di quattro navette. Torna sulla Terra l’11 novembre 2013.
Beyond è la sua seconda missione spaziale.

Missione in diretta

Per chi volesse seguire l’evento è possibile collegarsi a ESA TV che inizierà la diretta alle 17:30 (15:30 GMT). Si potrà così assistere all’intero svolgersi delle operazioni grazie ai video relativi all’arrivo dell’equipaggio e agli ultimi preparativi al cosmodromo kazako, fino all’imbarco dell’equipaggio sulla Soyuz e al decollo.
La diretta continuerà poi a mezzanotte con l’attracco della navicella alla Stazione Spaziale Internazionale e alle 02:00 del 21 luglio con l’apertura del portellone.

Per seguire la missione su Twitter: @esaspaceflight,
anche, in italiano: @ESA_Italia.
Continui aggiornamenti sulla missione si possono seguire anche dal blog ESA oppure seguendo direttamente Luca Parmitano.

In foto, i membri dell’equipaggio della Spedizione 60: Drew Morgan (NASA), Alexander Skvortsov (Roscosmos) e Luca Parmitano (ESA). Foto GCTC – Andrey Shelepin.

https://twitter.com/esa/status/1152753999982080005/photo/1

Ascolta anche:

E se credete in un giornalismo indipendente, serio e che racconta dai posti, potete sostenerci andando su Sostienici


Continua a leggere

[There are no radio stations in the database]