Diritti: Le Test(at)e Dure Insistono

Scritto da in data Marzo 17, 2021

A cura di Loretta Bondì.

Oggi torniamo a parlare di donne e informazione e, soprattutto, di una bella novità in questo campo. Una novità, la testata online DonneXdiritti, con cui noi Radio Attive condividiamo un punto di partenza, vale a dire l’esigenza di dare conto di realtà che ci riguardano da vicino ma che troppo spesso rimangono in un cono d’ombra, e sono del tutto ignorate o fraintese e mal rappresentate dai media tradizionali e dai social. Sono esperienze che fanno leva sulla rete, sui saperi e il vissuto delle donne e li convogliano.

A Luisa Betti, direttrice della testata, e Lucrezia Cairo, media manager, chiediamo di parlarci della gestazione dell’idea e del suo sviluppo. Ci descrivono chi partecipa a questo progetto, quale è il target di riferimento e come il prodotto sia anche orientato a coinvolgere le generazioni più giovani.

La parte internazionale di DonneXdiritti offre, per il momento, traduzioni di materiale che viene da oltreconfine, ma nelle prospettive delle redattrici, una volta consolidata la base nazionale, ci si adopererà per una collaborazione più diretta con le esperienze prodotte all’estero.

Luisa e Lucrezia ci mostrano la veste dei contenuti della loro testata che è, appunto, pensata per essere diretta, d’immediata fruizione e user friendly, ovvero di facile navigazione.

Ci soffermiamo, inoltre, su una breve analisi di uno dei temi su cui ci misuriamo ogni giorno: il sessismo, unitamente agli stereotipi e alle discriminazioni a esso collegati che, nonostante decenni di lotte, continua ad avere spazio anche nei cosiddetti media di qualità.

Infine, Lucrezia ci parla degli strumenti multimediali di cui la testata si è dotata per rivolgersi al pubblico giovane e coinvolgerlo in una lettura/visione/ascolto di articoli che vanno ben oltre i frammenti d’informazione convogliati dai social.

Ti potrebbe interessare anche:

E se credete in un giornalismo indipendente, serio e che racconta recandosi sul posto, potete darci una mano cliccando su Sostienici


Continua a leggere

[There are no radio stations in the database]