Vieni via con me

Pagina: 6

Gerico: la prima volta che cercai le parole giuste per dire le cose è stato qui

Gerico accoglie con colori caldi, in una terra piccola, sacra a tre religioni

Arrendersi dopo una sola tappa sembrava prematuro. Ho provato quindi a raggiungere a piedi il Monte Tabor. Risultato?

Un tentativo di cammino in Israele e Palestina, un pranzo speciale tra Akko e Iblin e qualche risposta confusa alla mia domanda: dov’è Nazareth?

I muri separano, dividono, contengono. La logica del muro è spietata e semplice: da un lato i buoni, noi e dall’altro lato i cattivi, loro

Arrivo a Beijing: l’ultima sera, in un ristorante con il menù in cinese e la voglia di non andarmene mai

Gli stupa sulle mura del tempio buddhista accolgono chiunque vi arrivi, facendo brillare e fremere l’aria circostante

Ogni cosa, lì, era libera: per la prima volta ho calpestato la steppa e fatto il bagno in un ruscello gelato

Mongolia, paese dalle lunghe distanze e distese, dove moderno e antico si confondono

Ulan Udè: una tappa di dieci ore con lo sguardo al biglietto, calcolando l’orario giusto per la partenza


[There are no radio stations in the database]