9 aprile 2020 – Notiziario

Scritto da in data Aprile 9, 2020

  • Yemen: i sauditi annunciato un cessate al fuoco per due settimane.
  • Siria: l’aviazione dietro ad attacchi chimici.
  • Google: vieta zoom ai suoi dipendenti. Afghanistan: rilasciati 100 talebani.
  • Bangladesh: un anno dalla sparizione dell’attivista per i diritti indigeni.
  • Regno Unito: si dichiara colpevole di omicidio colposo, l’autista del camion dove morirono 39 vietnamiti.
  • Coronavirus: Afghanistan: nel richiamo alla preghiera, inserito il messaggio “Stai casa”. A Gaza non ci sono più kit test. Il figlio di una vittima di coronavirus denuncia il presidente della Bielorussia che prescrive hockey, vodka e saune per sconfiggere il virus. Venezuela: aiuti dalle Nazioni Unite

Questo e molto altro nel webnotiziario di Radio Bullets, a cura di Barbara Schiavulli. Musiche di Walter Sguazzin

Foto di copertina: Adli Wahid/Unsplash

L’Organizzazione mondiale della Sanità ha avvertito l’Europa di non allentare ancora le restrizioni, timori per l’Africa, ci sono oltre 10 mila casi e 500 morti, Zimbabwe e Sudan del Sud, i paesi considerati più vulnerabili. Chiede agli Stati Uniti che hanno minacciato di tagliare i fondi, “di non politicizzare il virus per vincere”. Nel mondo oltre 80 mila morti, solo in Europa 60 mila

Yemen

L’Arabia Saudita ha annunciato ieri un cessate al fuoco di due settimane dopo che le Nazioni Unite, il 23 marzo scorso avevano chiesto di porre fine alla violenza nel pieno della pandemia di coronavirus. La proposta fermerà tutte le ostilità aeree, terrestri e navali e potrebbe spianare la strada a ulteriori colloqui con i ribelli Houthi per porre fine alla guerra di quasi cinque anni che ha provocato una crisi umanitaria per milioni di persone e ha causato la morte di oltre 100.000. La richiesta delle Nazioni Unite arriva mentre l’ Arabia Saudita è alle prese con 2.932 casi di coronavirus e 41 morti. Lo Yemen è uno dei pochi paesi che non ha segnalato casi di COVID-19, ma i funzionari temono che il paese potrebbe essere in grave pericolo se fosse colpito da un focolaio di virus.

Iran: superati i 4 mila morti, 67 mila casi positivi, quasi 30 mila pazienti guariti.

Siria

I piloti dell’aeronautica militare hanno lanciato bombe contenenti cloro e gas nervino sarin su un villaggio nella regione occidentale di Hama, nel marzo 2017, ha rivelato con un rapporto una nuova squadra investigativa. L’Unità Speciale investigativa è stata istituita da membri dell’Organizzazione per il divieto delle armi chimiche (OPCW) nel 2018 per identificare gli autori di attacchi illegali. Fino ad ora l’OPCW era stata autorizzata solo a dire se si fossero verificati attacchi chimici, non chi li avesse perpetrati. I funzionari del governo siriano Bashar al-Assad e il suo alleato militare, la Russia hanno ripetutamente negato l’uso di armi chimiche e hanno accusato gli insorti di inscenare attacchi per implicare le forze siriane. Il team di indagine e identificazione dell’OPCW (IIT), la cui formazione è stata osteggiata da Mosca e Damasco, ha affermato che più di 100 persone sono state colpite dagli attacchi, effettuati il ​​24, 25 e 30 marzo 2017 nella città di Ltamenah. La 50a brigata siriana della 22a divisione aerea dell’Aeronautica siriana ha lanciato bombe aeree M4000 contenenti sarin sulla città e un cilindro contenente cloro in un ospedale, secondo un riassunto del rapporto. Le incursioni sono state condotte dalle basi aeree di Sharat e Hama.

Israele e Palestina

Mentre si festeggia una pasqua ebraica a distanza, in Israele salgono 9404 casi.

La Striscia di Gaza non ha più kit di test del coronavirus, hanno detto oggi funzionari della sanità palestinese, nel timore di un disastro se la malattia si diffondesse nell’enclave bloccata e densamente popolata.”I test presso il nostro laboratorio centrale si sono interrotti, dopo che i kit di test del coronavirus sono completamente esauriti”, ha detto il portavoce del ministero della Sanità Ashraf al-Qidra. Gaza ha riportato 13 casi di infezione da coronavirus, tutti in strutture di quarantena. I funzionari esprimono preoccupazione per il fatto che una carenza di attrezzature critiche e forniture mediche potrebbe innescare una rapida diffusione tra i due milioni di persone dell’enclave.

Sudafrica

Un meme che circola sui social media contiene un’immagine di una donna che punta il presidente Ramaphosa dicendo: “hai detto il 16 aprile” facendo riferimento alla fine del blocco nazionale. Ramaphosa, ridendo, risponde: “Non ho parlato di quale anno”. Niente di nuovo, tutti i politici sono stati presi in giro durante questa pandemia, senonché durante una video conferenza a Rand Water, il presidente Ramaphosa ha dato vita al meme quando ha detto: “Alcune persone stanno dicendo che il blocco finirà il 16 aprile, ma non ho detto in che anno”, e l’intera video conferenza è scoppiata a ridere. Sicuramente il presidente ha fatto la battuta in riferimento al meme che aveva visto. Poi seriamente ha detto ai giornalisti che il governo deve ancora decidere se il blocco di 21 giorni terminerà giovedì prossimo.

https://twitter.com/QaanitahHunter/status/1247857287319949313

Somalia

Il pionere della musica somala Ahmed Ismail Hussein è deceduto a Londra, dopo essere risultato positivo al coronavirus. “Oggi la comunità somala in tutto il mondo ha perso un eroe, uno dei padri fondatori della moderna musica somala. Sono assolutamente devastata ”, ha twittato la ricercatrice inglese Haana Ali. Ali, direttrice dell’organizzazione artistica di Kayd, ha affermato che Hussein, noto anche come Hudeydi, si era trasferito a Londra all’inizio degli anni ’90 durante la guerra civile somala e la sua casa era un centro culturale per tutti gli artisti e i giovani. Nato nel 1928, Hudeydi trascorse l’infanzia e l’adolescenza nella città di Aden, in Yemen. In seguito è tornato in Somaliland, dove, secondo Ali, “ha cambiato per sempre il volto della musica somala”.

Europa

Il presidente del Consiglio europeo della ricerca (CER), Mauro Ferrari, si è inaspettatamente dimesso dopo che la sua proposta di istituire un programma scientifico su larga scala per combattere il coronavirus (Covid-19) è stata respinta dall’Unione europea. “Sono estremamente deluso dalla risposta europea a Covid-19”, ha dichiarato Ferrari in una nota al Financial Times , sottolineando la completa assenza di coordinamento delle politiche sanitarie e la ricorrente opposizione a iniziative di sostegno finanziario coese, tra gli altri .

Regno Unito

Si è dichiarato colpevole di omicidio colposo per la morte di 39 vietnamiti trovati in fondo al container che trasportava in Inghilterra.

Bulgaria

Salgono a 581 i contagi, 23 i decessi e dalla mezzanotte di ieri sono stati chiusi i confini con i paesi non europei, ovvero Turchia, Macedonia del Nord e Serbia. Resteranno chiusi fino al 17 aprile.

Bielorussia

Il presidente Lukashenko ha consigliato alle persone di continuare ad uscire, prendere aria fresca, lavarsi le mani con la vodka, di berne dai 40 ai 50 grammi per avvelenare il virus, di fare saune e giocare ad Hockey. Non è stata introdotta nessuna misura di quarantena, né ha chiuso i confini. Gli eventi sportivi continuano e gli incontri pubblici non sono stati vietati. Questa politica a portato Aleksandr Macwieju, un bielorusso che vive in francia, a fare causa al governo bielorusso dopo la morte della madre di 68 anni, a causa di Covid-19 in un ospedale di Vitebsk. Secondo il portale di notizie Belsat.eu, Macwieju ha presentato una denuncia penale contro il presidente Alexander Lukashenko per “non aver intrapreso le azioni necessarie per proteggere la popolazione dall’epidemia virale mentre svolgeva le funzioni del presidente della Bielorussia”. Non è chiaro fino a che punto la causa di Macwieju contro Lukashenko possa arrivare, soprattutto in un paese in cui Lukashenko è presidente dal 1994.

Afghanistan

Almeno sette civili  sono stati uccisi quando i talebani hanno attaccato le forze di sicurezza nella provincia settentrionale di Balk. Gli insorti avevano rapito i civili martedì pomeriggio nel distretto di Sholgara e successivamente li hanno uccisi, secondo Sayed Arif Iqbali, il capo della polizia locale. Questo aumento di violenza arriva nel momento in cui i talebani si sono ritirati dai colloqui intrafgani, anche se il governo ieri ha annunciato di aver rilasciato 100 prigionieri talebani. “Stiamo facendo la nostra parte nell’accordo. Il processo di pace dovrebbe andare avanti”, ha detto Javid Faisal, portavoce dell’Ufficio del Consiglio di sicurezza nazionale.

Ma restiamo in Afghanistan perché una recente fatwa, o editto islamico diffuso dai capi religiosi del paese ha chiesto alle moschee di cambiare la chiamata alla preghiera. Ore nel messaggio del muezzin invece di invitarli a correre a pregare, o correre verso la salvezza, dice di pregare a casa.

Bangladesh

Un anno fa, nel pomeriggio del 9 aprile 2019, Michael Chakma, un attivista per i diritti indigeni che aveva fatto una campagna contro abusi militari nei Chittagong Hill Tracts del Bangladesh , ha lasciato la sua casa a Narayanganj dicendo che sarebbe tornato verso le 22:00. Non è mai tornato. Gli attivisti e la famiglia di Michael credono che sia scomparso con la forza. Tuttavia, il governo della prima ministra Sheikh Hasina Wazed non ha solo ignorato gli appelli della famiglia di Michael Chakma, ma ha anche ignorato le richieste della High Court , della National Human Rights Commission e del Comitato delle Nazioni Unite contro la tortura . Il 21 maggio, in risposta a una petizione scritta della sorella di Michael, l’Alta Corte ha ordinato al Ministero degli Interni di presentare un rapporto entro cinque settimane. Non ci sono state risposte tranne che per l’ispettore generale di polizia che afferma che “non sono riusciti a trovare nessuno di nome Michael Chakma in nessuna prigione in Bangladesh”.

Stati Uniti

Per un errore procedurale sono cadute le accuse, tra cui stupro e tratta di esseri umani, per Naason Joaquin Garcià, della Chiesa, ma che definiremmo setta, la Luz del Mundo, un’organizzazione internazionale. Garcia era stato arrestato l’anno scorso. I giudici della Corte di Appello hanno stabilito che il caso debba essere archiviato per un ritardo dell’udienza dopo la presentazione di nuove accuse.

Bernie Sanders ha fermato la sua corsa verso la Casa Bianca, via libera alla nomination di Joe Biden che sfiderà Trump il 3 novembre.

E’ deceduta Linda Tripp, 70 anni, una figura chiave dello scandalo sessuale che ha quasi rovinato l’amministrazione di Bill Clinton per la sua relazione con l’ex stagista della Casa Bianca Monica Lewinsky, che portò all’impeachment del presidente degli Stati Uniti nel 1998. La Tripp aveva denunciato il comportamento scorretto del presidente con una tirocinante. La Tripp aveva lavorato come segretaria alla Casa Bianca durante l’amministrazione del presidente George Bush ed era rimasta in carica per i primi due anni della presidenza di Clinton, nel 1993 e nel 1994. Accusata di voler far cadere il presidente Clinton, in seguito ha detto a una giuria di essere stata, invece, turbata dal comportamento del presidente nei confronti delle donne.

Google ha vietato l’uso del servizio di videoconferenza Zoom sui computer dei suoi dipendenti, citando preoccupazioni relative alle vulnerabilità della sicurezza. La scorsa settimana Reuters ha riferito  che sia SpaceX che la NASA avevano vietato l’uso di Zoom a causa di problemi di privacy. La decisione di Google è arrivata lo stesso giorno in cui il Ministero degli Esteri federale tedesco ha vietato ai dipendenti di utilizzare Zoom su dispositivi governativi.

Il corpo del pronipote di Robert Kenneyd è stato recuperato dalla Chesepeake Bay in Maryland, due giorni dopo che era scomparso con la madre in canoa. I resti del bimbo di 8 anni sono stati trovati ad alcuni km dal corpo della madre, trovata invece lunedì.

Venezuela

90 tonnellate di aiuti umanitari dalle Nazioni Unite, dall’Oms e dalla Russia. Gli aiuti comprendono forniture sanitarie per il controllo delle risorse idriche, oltre a 28.000 dispositivi di protezione individuale per operatori sanitari, concentratori di ossigeno, letti pediatrici e kit igienici. Dalla Russia, la nazione latinoamericana ha ricevuto 20.000 kit per testare COVID-19. Il delegato delle Nazioni Unite in Venezuela, Herve Ludovic de Lys, ha affermato che si tratta della prima spedizione umanitaria da parte dell’organizzazione internazionale nel paese sudamericano, ringraziando le autorità del paese per il coordinamento e il lavoro congiunti. “Gli aiuti umanitari saranno distribuiti a 14 ospedali e 50 cliniche ambulatoriali”.

Colombia

Una folla di persone ha violato l’ordine stare a casa per partecipare al funerale di un noto leader di una gang che è stato arrestato per estorsione a dicembre, ed è morto per un attacco cardiaco domenica durante il trasferimento in una nuova prigione. I video postati sui social media mostrano oltre 200 persone che sfilano in una strada nel sobborgo di Bello a Medellin con la bara del leader della gang Edgar Pérez mentre gli uomini in motocicletta suonano il clacson. La Colombia sta lottando per imporre il lockdown di un mese, nei quartieri ricchi di Bogotà e Bedellin, si possono ancora vedere persone che corrono ignorando il blocco cominciato il 24 marzo scorso. Nei quartieri  operai, i venditori ambulanti sono invece, ancora per strada.

Pacifico

Mentre Vanuato e Figi emergono dalla distruzione lasciata dal ciclone tropicale Harold, Tonga si prepara alle raffiche da 285 km all’ora.

Thailandia

Gli stranieri riceveranno l’estensione del visto in automatico fino al 30 aprile e potrebbe essere prorogata questa scadenza ogni mese. Questo impedirà lunghe code nei centri di immigrazioni, evitando la diffusione del virus. La Thailandia ha chiuso i suoi confini e vietato l’ingresso agli stranieri, fatta eccezione per i diplomatici e chi ha un permesso di lavoro.

Cina

Tra treno e aereo, 65 mila persone nel primo giorno di rimozione del lockdown sono in partenza da Wuhan

Potrebbe anche interessarti:

E se credete in un giornalismo indipendente, serio e che racconta dai posti, potete sostenerci andando su Sostienici


[There are no radio stations in the database]