Incidente mortale in Texas: operaio aeroportuale risucchiato nel motore di un aereo

Scritto da in data Giugno 26, 2023

In uno strano incidente, un operaio aeroportuale in Texas è morto dopo essere stato risucchiato nel motore di un aereo passeggeri. La morte del lavoratore è avvenuta intorno alle 22:25 (ora locale) mentre un volo Delta Air Lines appena arrivato a San Antonio, in Texas, da Los Angeles stava rullando verso un gate di arrivo con un motore acceso.

Il dipendente, di cui non è stato diffuso il nome, è stato ingerito in un motore all’aeroporto internazionale di San Antonio, in Texas, venerdì scorso, ha detto il National Transportation Safety Board (NTSB).

L’NTSB ha dichiarato di essere in contatto con la compagnia aerea con sede ad Atlanta, che è «nel processo di raccolta di informazioni».
Delta Air Lines ha dichiarato di avere il «cuore spezzato» per l’incidente e la perdita di un membro della sua famiglia aeronautica.
«I nostri cuori e il nostro pieno sostegno sono per la sua famiglia, i suoi amici e i suoi cari in questo momento difficile», ha affermato. Il lavoratore aeroportuale era impiegato da Unifi Aviation, una società che diverse compagnie aeree hanno sotto contratto per assistere nelle operazioni di assistenza a terra.

«Dalla nostra indagine iniziale − ha detto la società − questo incidente non era correlato ai processi operativi, alle procedure di sicurezza e alle politiche di Unifi. Per rispetto del defunto, non condivideremo ulteriori informazioni», ha aggiunto. I vigili del fuoco e gli agenti di polizia di San Antonio sono stati i primi a rispondere al decesso del dipendente nella tarda serata di venerdì. L’NTSB si è unito alle indagini e potrebbe rilasciare un rapporto preliminare con maggiori dettagli nei prossimi giorni.

Un incidente simile si è verificato alla fine dell’anno scorso in Alabama, quando un operaio aeroportuale era  stato trascinato contro il motore di un aereo.

Ascolta/leggi anche:

E se credi in un giornalismo indipendente, serio e che racconta il mondo recandosi sul posto, puoi darci una mano cliccando su Sostienici

Tagged as

Continua a leggere

[There are no radio stations in the database]