Il cuore delle donne

Scritto da in data Marzo 11, 2021

A cura di Paola Emilia Cicerone

 

Le malattie cardiovascolari sono anche per le donne la prima causa di morte, però se ne parla poco. Un dossier sul tema realizzato dall’Associazione americana dei cardiologi fa il punto sul tema, indagando sulle caratteristiche che rendono diverso il cuore delle donne.

Le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte per le donne, eppure una cardiologia al femminile stenta a decollare. A fare il punto è un numero del Journal of the American Heart Association, che offre una quantità di spunti interessanti, oltre che un esempio di come si può rimediare a quel vuoto di ricerca di cui abbiamo parlato nella puntata precedente (per chi vuol approfondire, qui il dossier originale).

L’iniziativa si chiama “Go Red for Women, un progetto che ha coinvolto diverse università americane con studi declinati al femminile, dal quale è emerso, tra l’altro, che la mancanza di sonno per le donne rappresenta un fattore di rischio più preoccupante che per gli uomini.

La parte centrale del dossier è dedicata a una ricerca basata sui dati di uno studio osservazionale su 80.000 donne, da cui emergono differenze di genere in merito al rapporto tra infarto e stress e anche al peso di diversi tipi di stress: in particolare, per le donne la combinazione tra stress nel mondo del lavoro e nella vita personale è un fattore di rischio assai più elevato (+21%) che per gli uomini, soprattutto se sono a rischio di burn out perché svolgono un lavoro frustrante e con poca autonomia. Un’indicazione apparentemente ovvia da cui, però, possono emergere indicazioni importanti per interventi di prevenzione.

Ci sono poi articoli su temi specifici, come la relazione tra massa corporea, grasso e rischio cardiovascolare (in sintesi, alle donne il grasso crea meno problemi e quindi le autrici della ricerca suggeriscono di fare prevenzione concentrandosi sull’attività fisica piuttosto che sulle diete), la relazione tra lo stress collegato a una violenza sessuale e il rischio di arteriosclerosi carotidea, il vantaggio di una dieta che favorisca le proteine vegetali rispetto a quelle animali. Oltre a una serie di ricerche − tra cui una italiana − dedicate al ruolo delle cardiologhe e ai fattori che rendono ancora complesso costruire una medicina per le donne.

In copertina: Foto di Gordon Johnson da Pixabay

Ascolta/leggi anche:


Continua a leggere

[There are no radio stations in the database]