Onda Lunga – La rassegna stampa delle Funambole

Scritto da in data Maggio 10, 2020

Ecco la nuova puntata di Onda Lunga, con Silvia Vaccaro e Loretta Bondì delle Funambole Radioattive. Nella puntata di questa settimana:

L’International Action Network on Small Arms (IANSA) è un movimento globale contro la violenza armata che collega centinaia di organizzazioni che lavorano per fermare la proliferazione e l’abuso di armi leggere e di piccolo calibro. Le organizzazioni locali IANSA si trovano in Africa, nelle Americhe, nel Medio Oriente, in Asia e nel Pacifico e in Europa. Il movimento gode di uno status consultivo speciale con il Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite e un ruolo di coordinamento ufficiale della partecipazione della società civile alle riunioni delle Nazioni Unite sulle armi di piccolo calibro.

  • 🗞 Ricerca sulla parità di genere.

C’è ottimismo nell’aria – chi lo avrebbe mai detto – e il mondo crede alla parità di genere, ma l’Italia è tra gli ultimi paesi in Europa. Lo dice negli Usa una rilevazione dell’istituto americano Pew Research Center: in Italia l’uguaglianza uomo-donna è “molto importante” solo per il 74% degli intervistati.

  • 🗞 Un’agenda per i governi sulle donne migranti

Con la pandemia di Coronavirus, scrive Women in Migration Network, una cosa è chiara: “questo non è il momento giusto per l’ordinaria amministrazione. Senza un’azione audace, la crisi aggraverà le ingiustizie e le disuguaglianze globali, emarginando ulteriormente donne e persone di colore, migranti, lavoratori dell’economia informale e altri gruppi sfruttati. Se proviamo a sconfiggere una pandemia in tutto il mondo erigendo barriere e muri piuttosto che elevando l’universalità dei diritti e dei bisogni umani, siamo condannati al fallimento e al rischio di radicamento di strutture di potere autoritarie e corporative che minacciano il piano politico ed economico e i diritti di tutte le famiglie lavoratrici”. Ma c’è un’alternativa. “È possibile uscire da questa crisi più forte, più giusta e più uguale. Per orientarsi verso quel futuro più luminoso, i leader mondiali devono pensare in grande – e
hanno bisogno di ascoltare le donne”.

  • 🗞 Sulla cura

“La pausa forzata, il lockdown, potente per il numero dei paesi coinvolti, che per un attimo ci ha parzialmente liberato dalla morsa dell’iper-consumo e delle “catene di valore globale”, ci ha svelato che, se volesse, la politica potrebbe risolvere i maggiori problemi che affliggono il pianeta e i suoi abitanti, dal cambiamento climatico alla povertà e alla fame”: Il Covid 19 tra cura e potere

“Sappiamo che non vogliamo contrapporre ospedali e medicina di territorio, sappiamo che le vogliamo cambiare. Che cosa vuol dire questo cambiamento per noi? Che cosa sappiamo di quello che la medicina non è sufficiente a dire? Come la cura modifica la medicina? Come la cura è nei fondamenti della medicina di territorio, quella della prevenzione, della presa in carico, quella delle relazioni? Quella che conosce la fragilità già da prima sa che la vulnerabilità è una cifra dell’umanità”. Come vogliamo una medicina che sia cura

📩 Se volete segnalare articoli, domande, storie, curiosità: funambole.radioattive@gmail.com

https://www.facebook.com/1778828135478009/videos/566053550960135/

Ti potrebbe interessare anche:


Continua a leggere

[There are no radio stations in the database]