Un cin-cin tech

Scritto da in data Marzo 19, 2020

Al via, finalmente, la realizzazione di una delle più interessanti novità presentate a CES 2020 di Las Vegas: Albicchiere, il dispenser intelligente progettato dall’omonima startup italiana. Un distributore portatile, per bere e offrire vino sempre alla temperatura perfetta e conservarlo a lungo senza il pericolo che si guasti.
Musica: “Libiamo né lieti calici” (La Traviata) di Giuseppe Verdi

Con più di 900 sostenitori, un obiettivo di 30mila euro e un risultato raggiunto di quasi 280mila euro, la campagna di raccolta fondi fatta su Kickstarter da una giovane azienda italiana non potrebbe dirsi altrimenti che un pieno successo.
È accaduto ad Albicchiere – o Albi –, la startup italiana che ha presentato al CES 2020 di Las Vegas un’idea che ha poi riscosso un interesse davvero globale e che ora prenderà finalmente vita.
Se siete amanti del vino o, quanto meno, vi piace servirne ai vostri ospiti, questa soluzione fa proprio per voi.

Il dispenser smart per il vino

L’idea non poteva che venire a una giovane azienda fondata nel 2017 in Italia, dove la degustazione del vino è cultura. E come spesso accade alle buone idee, ha fatto conquiste immediatamente anche a livello internazionale.
Nel nome racchiude già la propria essenza: Albicchiere identifica tanto la startup quanto la soluzione tech progettata. Si tratta di un dispenser intelligente che consente di mantenere e di servire il vino sempre alla temperatura perfetta.
Non solo, l’innovativo distributore permette anche di conservarlo a lungo, mantenendo inalterate tutte le sue caratteristiche. Gli ideatori hanno calcolato una capacità di conservare il vino intatto – e quindi senza che si guasti – fino a sei mesi dopo l’apertura della bottiglia, quindi ben più a lungo di altri sistemi di conservazione.

Come funziona Albicchiere: le Smart Wine Bag

Nel dispenser viene inserita l’apposita Smart Wine Bag nella quale viene versata la bottiglia di vino prescelta – le bag contengono sino a 75 cl, proprio come le comuni bottiglie, sono intercambiabili, riutilizzabili e riciclabili.
In alternativa la wine bag può essere anche ordinata contenete già il vino, scegliendolo tra l’offerta delle cantine che collaborano al progetto.
Seguendo le indicazioni del produttore vinicolo, quindi, dal display LCD si imposta Albicchiere che porterà il vino alla giusta temperatura, mentre la wine bag lo conserverà al meglio anche per settimane.
Il dispositivo è abilitato per funzionare con la rete Wi-Fi e, grazie alla batteria e alla stazione di ricarica portatile, può essere trasportato facilmente ovunque si desideri utilizzarlo.

Il kit completo di Albicchiere è composto da:

  • Albi, dispenser per il vino
  • tre Smart Wine Bag vuote
  • un supporto alla mescita
  • una stazione di ricarica.

Dallo smartphone al bicchiere

Il sistema di Albicchiere, infine, è dotato della App Albi per smartphone con cui il dispositivo, grazie al ricorso alla tecnologia NFC (near field communication), riconosce in maniera automatica la tipologia di vino dalla sua etichetta e imposta la temperatura ideale per poterlo poi degustare, in un range compreso tra 4 e 20 °C.
L’applicazione può essere utilizzata anche per impostare Albicchiere da remoto e per acquistare direttamente dalle cantine convenzionate il vino che si desidera.
Inoltre Albi è dotato del sistema “parental control”, attivabile sempre via app, così che i bambini non possano utilizzarlo.

Dal prototipo alla consegna per ottobre

Alla fiera della tecnologia, che si è tenuta, come ogni inizio anno, in Nevada (USA), è stato presentato il prototipo, che per altro, proprio al CES, è stato premiato con l’Innovation Award 2020.
Ora, conclusa a inizio marzo la campagna di raccolta fondi su Kickstarter, parte la fase di realizzazione del prodotto. Al momento sono stati prenotati già 1.000 distributori e l’azienda conta di iniziare la consegna dei dispenser a partire da ottobre 2020.

Appuntamento quindi in autunno, quando anche grazie alla tecnologia tutti noi potremo finalmente brindare a tempi migliori.

Ascolta/leggi anche:

Tagged as

Continua a leggere

[There are no radio stations in the database]